Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

54° Sette Colli. Le stelle internazionali (2)

Nuoto
images/joomlart/article/d5e8b05d1cb89d72703d61d54e228efd.jpg

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta dei campioni internazionali che illumineranno la 54esima edizione del Trofeo Sette Colli, in programma  dal 23 al 25 giugno. Insieme agli azzurri, saliranno sui blocchi nuotatori di Australia, Austria, Belgio, Brasile, Repubblica Ceca, Canada, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Gran Bretagna, Ungheria, Irlanda, Italia, Giappone, Corea del Sud, Kuwait, Lussemburgo, Lituania, Malta, Olanda Nuova Zelanda, Panama, Filippine, Russia, Spagna, Svizzera, Slovacchia, Svezia, Sud Africa, Ucraina, Usa e Vietnam. Gli australiani James Magnussen e Mack Horton saranno tra i protagonisti allo Stadio del Nuoto di Roma.


James Magnussen 150620171212121


James Magnussen nasce a Port Macquarie, in Australia, nel 1991. Specialista nello stile libero, trova la sua consacrazione ai Mondiali di Shanghai del 2011 dove vince l’oro sia nei 100 s che nella 4x100 stile libero. Un risultato sorprendente, impreziosito dall’argento nella 4x100 mista. Arriva ai giochi olimpici di Londra da favorito ma nella “sua” gara viene battuto da Nathan Adrian e deve accontentarsi dell’argento. Il bronzo con la staffetta  4x100 mista affievolisce  la cocente delusione. Sempre nei 100 stile libero risale sul gradino più alto del podio nella rassegna iridata di Barcellona del 2013, dove è d’argento con la 4x100 mista. Nel 2014 si separa dal suo storico coach Brant Best. Alle olimpiadi di Rio 2016 conquista il bronzo con la staffetta 4x100 stile libero. Arriva al Trofeo Sette Colli per ritrovarsi, dopo l’operazione alla spalla e la forzata rinuncia ai mondiali di Budapest. Soprannominato “missile” per la sua straordinaria velocità, dal 2014 è brand ambassador del marchio svizzero di orologi Maurice Lacroix. Da sempre considerato un sex symbol della sua categoria, quando non è in vasca si rilassa suonando la chitarra


20150802 AMas HORTON Mack DSC 6905121221


Mackenzie detto “Mack” Horton nasce a Melbourne il 25 aprile 1996. Amico di vacanze e spesso compagno di allenamenti di Gregorio Paltrinieri, esplode nel 2014, conquistando due medaglie individuali (argento 800 stile libero e bronzo 1500 stile) e una con la staffetta 4x200 stile libero, ai Giochi PanPacifici. Ai mondiali di Kazan del 2015 è negli 800 dietro a Sun Yang e a Paltrinieri. Nel 2016 la definitiva consacrazione ai Giochi Olimpici di Rio 2016 vince l’oro nei 400 stile libero in 3’41’’55, nella gara in cui Gabriele Detti fu bronzo.
E proprio il duello con Detti nei 400 stile libero è uno dei più attesi della 54esima edizione del Trofeo Sette Colli / Internazionali d’Italia. A ottobre dello scorso anno è stato operato per un melanoma sul petto, grazie alla segnalazione di un fan su instagram che gli segnalò il neo sospetto sul torace. “È un fatto poco noto che il melanoma è il tumore più comune per i maschi e femmine di età compresa tra 15 e 39 anni” ha dichiarato.