Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

E' morto Carovino. Il cordoglio della FIN

Federazione

Si è spento nella notte all’età di 86 anni Riccardo Carovino, Daddy per gli amici, giornalista e grande esperto ed appassionato della pallanuoto e di tutte le discipline acquatiche della FIN, che con la sua penna ha raccontato le tante imprese del Settebello e del Setterosa, le partite più belle e le finali più avvincenti del campionato italiano e delle coppe europee. Giornalista pubblicista, iscritto all’ordine dei giornalisti della Liguria dal 1961, era nato a Genova il 21 marzo 1929. Ha collaborato per molti anni con le principali testate giornalistiche nazionali e regionali, tra le quali la Gazzetta dello Sport, il Corriere del Pomeriggio, il Secolo XIX, la Gazzetta del Lunedì e il Corriere Mercantile. La cerimonia funebre è prevista mercoledì 16 dicembre alle ore 11.45 nella Chiesa di San Nicola, in corso Firenze a Genova (circonvallazione a monte). Lascia la moglie Diana, i figli Lorenzo ed Emanuela e il nipote Giovanni. Riccardo raggiunge in cielo i suoi amici di una vita Alfredo Provenzali e Sandro Castellano. Ai familiari, agli amici e a tutti coloro che gli hanno voluto bene, giungono le condoglianze del Presidente della FIN Paolo Barelli, del Presidente Onorario Salvatore Montella, del Segretario Generale Antonello Panza, del Presidente del GUG Roberto Petronilli, del Consiglio Federale, dei commissari tecnici del Settebello Alessandro Campagna e del Setterosa Fabio Conti e di tutti i dipendenti e collaboratori della Federazione Italiana Nuoto.

carovino