Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Scomparsa Ciampi. Un minuto di silenzio

Federazione

"La grande tradizione sportiva italiana nelle discipline d'acqua prosegue grazie a voi, il suo glorioso cammino". Parole importanti, quelle dell'ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, scomparso oggi a 95 anni, che nel 2004 assistette dal vivo all'Olympic Acquatic Centre di Atene alle batterie dei 400 sl con Massimiliano Rosolino, del quale dichiarò di essere un suo personale tifoso. E poi la vittoria del Setterosa che chiuse colorando d'oro la spedizione azzurra nella terra dell'Olimpo: "Il Setterosa ci regala una nuova meravigliosa emozione. La grande tradizione sportiva italiana nelle discipline d'acqua prosegue grazie a voi, il suo glorioso cammino. Congratulazioni ed un caro abbraccio alle nostre splendide atlete" la chiusa di Ciampi che dimostrava di essere un grande uomo di sport che lo portò come primo Presidente della Repubblica italiana ad assistere alla Cerimonia di Apertura di un’Olimpiade all’estero (in precedenza Giovanni Gronchi aveva aperto le due edizioni italiane di Cortina 1956 e Roma 1960). Presenziò infatti all’inaugurazione di Atene 2004 e il giorno dopo decise di assistere proprio alle gare di nuoto (i 400 stile libero di Rosolino) e di scherma (le eliminatorie di sciabola individuale del suo concittadino Aldo Montano) prima di recarsi al Villaggio Olimpico per pranzare con la squadra azzurra (fatto mai accaduto in precedenza per un Capo dello Stato italiano). Quello stesso giorno, mentre rientrava in Italia, fu raggiunto dalle prime piacevoli notizie che due suoi concittadini livornesi, il ciclista Paolo Bettini e appunto Montano, avevano vinto la medaglia d’oro e lui volle chiamarli personalmente per congratularsi con loro. Anche a Torino 2006, Ciampi aveva incontrato la squadra olimpica al Villaggio e si era trattenuto con gli azzurri a pranzo alla mensa. A differenza di altre edizioni, in quell’occasione la cerimonia di consegna della bandiera all’alfiere italiano venne organizzata proprio al Villaggio Olimpico e Ciampi la consegno all’allora diciannovenne Carolina Kostner. Un mese dopo, il 10 marzo 2006, ritornò a Torino per la cerimonia d’apertura delle Paralimpiadi ed anche in quell’occasione fu salutato con grande calore dal pubblico. 
Il Presidente della Fin, Paolo Barelli, i Presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, col Segretario Generale Antonello Panza, il Consiglio Federale, gli uffici ed organi federali esprimeno profondo cordoglio per la scomparsa di un uomo dall'alto profilo morale, politico e sportivo. La Fin su indicazione del Coni, invita a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in Italia a partire da oggi e per tutta la settimana.


Il comunicato del Coni