Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Ci ha lasciato Mattia Aversa

Federazione

Il movimento della pallanuoto italiana perde un punto di riferimento importante, un amico appassionato e competente, una figura storica. Ci ha lasciato Mattia Aversa; avrebbe compiuto 72 anni il prossimo 19 dicembre. Napoletano, a Torino dal 1963 prima da giocatore, poi da allenatore, quindi da dirigente, fino a diventare vice presidente del comitato regionale della Federnuoto e della società Torino '81, da lui fondata il 31 gennaio dell'anno che fa parte della denominazione sociale.
Dal 1966 al 1973 aveva indossato la calottina della nazionale, con cui ha giocato circa 75 partite con 150 gol sotto la guida di Mario Majoni e Gianni Lonzi, arrivando quarto con il Settebello ai mondiali di Belgrado nel 1973, prima edizione.
Con il Centro Sportivo Fiat aveva più volte sfiorato lo scudetto, preceduto una volta dalla Pro Recco di Eraldo Pizzo e un'altra volta dalla RN Florentia di Gianni De Magistris.
Giungano al figlio Simone, presidente della società ed allenatore della prima squadra, al nipote Mattia, nuotatore olimpico a Pechino 2008, a familiari e amici le più sentite condoglianze del presidente della Federnuoto Paolo Barelli, dei presidenti onorari Lorenzo Ravina e Salvatore Montella, dei vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, del segretario generale Antonello Panza, del consiglio e degli uffici federali, degli staff delle squadre nazionali di pallanuoto e dell'intero movimento natatorio italiano. Ciao Mattia.
I funerali saranno celebrati martedì alle ore 9 presso la Parrocchia Madonna delle Rose, in via Rosario di Santa Fe' 7, a Torino.