Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

FINA. Bureau 2017-2021 e decisioni

Federazione

In un clima surreale, di brusio e malcontento assordanti ed opprimenti, senza consentire il contraddittorio tra i candidati né la semplice presentazione dei programmi, si è svolto all'hotel Inter-Continenal di Budapest il congresso generale della Federarion Internationale de Natation che ha eletto il bureau fino al 2021. Presenti 176 delegati su 208 aventi diritto, seppur al momento di esprimere le preferenze per la presidenza - cui correvano l'uruguaiano Julio Maglione, prossimo agli 82 anni, poi rieletto per il terzo mandato consecutivo, e il presidente della Ligue Europeenne de Natation, nonché della Federnuoto, Paolo Barelli - molti del gruppo europeo hanno lasciato l'aula preferendo non partecipare alle operazioni in manifesto dissenso con la gestione dell'assemblea. Eletto Primo Vice Presidente il kuwaitiano Husain Al Musallam, coinvolto in scandali ed inchieste giudiziarie resi noti dagli organi di informazioni. 


Bureau eletto per il quadriennio 2017-2021
 
Presidente
Julio Maglione (Uru)
   
Tesoriere Onorario
Pipat Paniangvait (Tha)
   
Primo Vice Presidente
Husain Al Musallam (Kuw)
   
Secondo Vice Presidente
Sam Ramsamy (Rsa)
   
Vice Presidenti
Dale Neuburger (Usa)
Paolo Barelli (Ita)
Dennis Miller (Fij)
 
Membri
Mohamed Diop (Sen)
Mario Fernandes (Ang)
Donald Rukare (Uga)
Margo Mountjoy (Can)
Algernon Cargill (Bah)
Daichi Suzuki (Jpn)
Andrey Kryukov (Kaz)
David Sparkes (Gbr)
Dimitris Diathesopoulos (Gre)
Tamas Gyarfas (Hun)
Zouheir El Moufti (Mar)
Matthew Dunn (Aus)
Errol Clarke (Bar)
Juan Carlos Orihuela Garcete (Par)
Jihong Zhou (Chn)
Taha Al Kishry (Oma)
Vladimir Salnikov (Rus)
Erik van Heijningen (Ned)

Inoltre, il congresso generale della FINA ha approvato le seguenti modifiche:


Regolamenti
  
- cambiamento del nome da "nuoto sincronizzato" a "nuoto artistico";
- creazione di un secondo vice presidente della FINA e definizione delle funzioni;
- trasferimento dei compiti del Segretario Onorario al Direttore Esecutivo;
- cambiamento della tempistica del congresso generale, che sarà organizzato ogni due anni, invece di quattro, in occasione dei campionati mondiali. Il congresso elettorale continuerà a svolgersi ogni quattro anni;
- elezione dell'Ethics Panel e introduzione del comitato di audit;
- revisione della composizione del bureau che sarà composto da 25 membri con diritto di voto invece di 23;
- allargamento del numero dei mebri del bureau provenienti dall'Africa (da 7 a 8) e dall'Asia (da 1 a 2);
- nuova composizione e relative funzioni dell'Esecutivo formato dal Presidente, dal Primo Vice Presidente, dal Secondo Vice Presidente, dal Tesoriere Onorario, dai tre Vice Presidenti e da un membro nominato direttamente dal Presidente per garantire la rappresentanza continentale;
- limite al mandarto dei membri eletti nel bureau per un massimo di tre cicli completi; la regola si applicherà anche al Presidente senza però considerare i mandati quale membro del bureau;
- ridefinizione delle funzioni dell'Ufficio di presidenza;
- nuova composizione del Comitato dei coaches che sarà composto da un massimo di 24 membri per sei sottocomitati relativi alle discipline acquatiche;
- aggiornamento sui compiti del comitato per le finanze e dell' Ethics Panel;
- creazione di una figura di responsabilità interna per l'ufficio audit.
  
Regole generali
  
- aggiornamento delle regole che disciplinano la nazionalità sportiva;
- proibizione della pubblicità legate a scommesse sportive, oltre che ad aziende di tabacco e alcol;
- ridefinizione del programma degli eventi FINA alle Olimpiadi.
 
Sono stati inoltre approvate le decisioni assunte dai congressi tecnici.