Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Invernali. Finale ad alta velocità

Nuoto
images/joomlart/article/938f16f5ccbddcfb347e71a0463bd672.jpg

Conclusi gli Open invernali. Gli atleti salutano la vasca di Riccione e gli danno appuntamento dal 9 al 13 aprile con i primaverili.
Emozioni e tempi di livello anche nella quarta sessione. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) fa l'en plein e vince i 200 farfalla con il personale e sesto all time di 2'10"59. Terzo titolo individuale che si aggiunge a quelli dei 200 e 400 misti. "Quando si comincia bene bisogna cercare di finire bene – sorride felice Stefania – e io ho preso tutto e porto a casa. Sono contenta di aver finito bene il 2012. Ora ci sono le gare di Coppa Brema – campionato a squadre e poi un po' di vacanza. Anche stasera mi è riuscito tutto facile. Saluto Riccione e ringrazio le Fiamme Oro e il Circolo Canottieri Napoli".
Primato personale anche per Fabio Laugeni (Larus Nuoto) che vince i 200 dorso con 1'58"86, settimo all time. "Prima della gara non credevo in me stesso. Migliorare il record personale dopo tre anni mi da una grande carica. Non me l'aspettavo proprio. Dopo molte settimane di scarico il corpo un po' ne risente e invece sono riuscito a far bene lo stesso. Adesso mi rimetto al lavoro". Sorride anche Damiano Lestingi (CC Aniene) quarto con 2'00"44. "Sono contentissimo! Era un anno che nuotavo un 200 dorso e questa è la mia prima uscita in vasca lunga. Per me è una vera emozione tornare a nuotare questa gara. Dopo tanti problemi mi sono ripreso. Appuntamento ai primaverili".
I 200 rana li ha vinti la campionessa di casa, Elisa Celli, classe 1990, tesserata con la Polisportiva Comunale Riccione, allenata da Luca Corsetti. Tutta la città la stava aspettando. Lei ha messo alle spalle l'emozione e via. Ha chiuso con 2'28"55 davanti a Giulia De Ascentis (CC Aniene, 2'30"85) e Michela Guzzetti (Esercito/Aqvasport, 2'31"22). "Vincere in casa. Che bello! Una volta questa situazione la soffrivo molto, mi dava più tensione, da un anno a questa parte invece sono riuscita a trasformarla in forza. Si, me l'aspettavo perché mi sto allenando bene e finalmente  riesco a raccogliere i frutti. E' un bel regalo di Natale per me e per il mio allenatore".
Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto), coetaneo della Celli, ha conquistato i 50 stile libero con 21"97. Gara super veloce Federico Bocchia (Esercito/NC 91 Parma) secondo in 22"01 e Marco Orsi (Fiamme Oro Roma/Uisp Bologna) terzo con 22"47. "E' bello aver ritrovato continuità – commenta Dotto - e soprattutto la sensibilità in acqua. Anche sicurezza. Riuscire ad andare sotto i 22" a dicembre può andar bene. Ho commesso un paio di errori ma è tanto che non nuotavo i 50, mi sto preparando molto di più i 100. Con gli ultimi Europei, Mondiali e questi Assoluti credo di aver dimostrato a me stesso e agli altri che sono ancora quello di Shanghai".
Soddisfazione piena per il titolo vinto di Carlotta Zofkova (Forestale/Imolanuoto) che è riuscita al terzo tentativo a mettere la mano davanti in questi assoluti. Ha vinto con 1'01"09. "Ci voleva questa medaglia. Ieri avevo fatto male l'arrivo, oggi meglio. Sono contenta, non è un buonissimo tempo ma un buon punto di partenza". Seconda Arianna Barbieri (Fiamme Gialle/Azzurra 91) con 1'01"68. "Stavolta ho dovuto cedere - sorride - ma Carlotta è stata più brava di me. Complimenti". Terza Elena Gemo (Forestale/CC Aniene) con 1'02"05. "Potevo chiudere meglio questo 2012 ma va bene lo stesso. Brava Carlotta".
La gara più lunga del nuoto in corsia, i 1500 stile libero, è nelle braccia di Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro Roma/Coopernuoto) che ha chiuso in 15'14"49. Lontano dal suo tempo personale ma sufficiente per bissare il titolo vinto agli invernali del 2011. "Sono stanco morto. Sono arrivato al limite e con questa gara me ne sono accorto. In acqua faticavo a nuotare. E' stato un anno intenso, in alcuni momenti bellissimo, ne quale ho ricevuto tutto ciò che desideravo di più: partecipare alle Olimpiadi e vincere medaglie internazionali. I buoni propositi per il 2013? Continuare sulla scia del 2012".
Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) ha fatto suoi  i 200 misti con il personale e terzo all time dopo Boggiatto e Rosolino di 1'59"22 e Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Team Veneto) ha conquistato i 100 stile libero con 55"89. Turrini: "Sono al settimo cielo! Stavo bene. E' merito anche di Stefano Franceschi che mi allena da settembre e mi ha sempre incoraggiato e stimolato. Adesso riesco ad arrivare con più energia. L'Olimpiade mi ha cambiato, mi ha aiutato ad acquisire maggiore esperienza e consapevolezza nei miei mezzi". Mizzau: "Non sono troppo contenta del tempo e della prestazione ma mi porto a casa questi titoli italiani che sono un buon viatico per la stagione che sta cominciando e li dedico ai miei nonni".     
  
BUTINI SODDISFATTO GUARDA A RIO. Il direttore tecnico della Nazionale di nuoto, Cesare Butini, commenta positivamente le due giornate di Riccione. "Campionato oltre le aspettative. A dicembre, dopo gli Europei e i Mondali in vasca corta, questi assoluti si sono rivelati ideali per riprendere la stagione in vasca da 50 metri. Abbiamo ricevuto risposte confortanti anche dai giovani e ciò denota l'avvio di un ricambio generazionale di cui abbiamo senz'altro bisogno in prospettiva della prossima Olimpiade. Dobbiamo essere bravi a non disperdere questo patrimonio e i più giovani (come Fabio Laugeni al primo titolo nazionale assoluto nei 200 dorso) e i più esperti (come Turrini vincitore con il record personale nei 20 misti) qui a Rio de Janeiro. Tra le gare di oggi abbiamo assistito anche a un grande 50 stile libero con riscontri cronometrici notevoli e Gregorio Paltrinieri che ha amministrato i 1500 stile libero. Complimenti a tutti, atleti, tecnici e società. E' stato un campionato open di alto livello".
 
I titoli assegnati nella 4^ sessione
 
200 farfalla F
1. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro Roma/CC Napoli) 2'10"59
passaggio ai 100 metri 1'02"92
   
200 dorso M
1. Fabio Laugeni (Larus Nuoto) 1'58"86
passaggio ai 100 metri 58"86
 
200 rana F
1. Elisa Celli (Pol Com Riccione) 2'28"55
passaggio ai 100 metri 1'12"17
 
50 stile libero M
1. Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) 21"97
 
100 dorso F
1. Carlotta Zofkova (Forestale/Imolanuoto) 1'01"09
passaggio ai 50 metri 31"35
 
1500 stile libero M
1. Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro Roma/Coopernuoto) 15'14"49
passaggi ogni 100 metri: 57"54, 1'58"31, 2'59"43, 4'00"57, 5'01"74, 6'03"00, 7'04"67, 8'06"15, 9'07"86,  10'09"38, 11'10"87, 12'12"21, 13'13"67, 14'14"87
 
200 misti M
1. Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) 1'59"22
al passaggio dei 100 metri 55"99
 
100 stile libero F
1. Alice Mizzau (Fiamme Gialle/Team Veneto) 55"89
al passaggio dei 50 metri 28"82
 
Classifiche
  
Classifica di società Assoluti M
1. CC Aniene 279,50
2. Fiamme Oro Roma 202,25
3. CS Esercito 180,00
 
Classifica di società Assoluti F
1. CC Aniene 215,25
2. CS Esercito 197,00
3. Aqvasport 109,00
 
Classifica di società civili M
1. CC Aniene 279,50
2. Larus Nuoto 163,50
3. SMGM Team Nuoto Lombardia 123,50
 
Classifica di società civili F
1. CC Aniene 215,25
2. Aqvasport 109,00
3. SMGM Team Nuoto Lombardia 107,75