Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Un anno fa ci lasciavano Fabio Lombini e Gioele Rossetti

Nuoto
images/00_foto_2021/large/Fabio_Gioele.jpg

Un anno fa ci lasciavano il 22enne forlivese Fabio Lombini (In Sport / Vigili del Fuoco) e il 23enne romano Gioele Rossetti (Aurelia Nuoto). I due giovani nuotatori, nel pieno delle loro vite, precipitarono in fase di decollo a bordo di un ultraleggero presso la scuola di volo di Crazy Fly, a Nettuno, in provincia di Roma.
Il loro vuoto non si è mai colmato malgrado la tempesta di messaggi di cordoglio e di affetto da cui le famiglie sono state raggiunte.
Nel frattempo, per alimentarne la memoria, la Federazione Italiana Nuoto ha tributato un premio intitolato a loro nome al più giovane finalista dei 200 stile libero dei campionati assoluti primaverili di nuoto,  consegnato dal direttore tecnico Cesare Butini a Lorenzo Galossi (Aurelia Nuoto), romano del 2006. Oggi è stata celebrata una messa di suffragio ad un anno dalla tragedia con tutti i loro amici più cari.
Giungano alle famiglie, ai parenti e a tutti gli amici l'abbraccio colmo di commozione dell'intero movimento rappresentato dal presidente Paolo Barelli.