Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Quasi en plein, aspettando Fede. Finali dalle 18 su Raidue

Nuoto
images/00_foto_2021/large/20210520_ASTA_AS02786.jpg

Tre pass per le finali e sette per le semifinali nella quarta sessione di batterie degli Europei di Budapest, in svolgimento alla Duna Arena fino a domenica 23 maggio. 
Il programma della mattina magiara si apre con il primatista italiano Filippo Megli (1'45''67) e Stefano Ballo che si qualificano per la semifinale dei 200 stile libero. Il 24enne di Firenze - tesserato per Carabinieri e RN Florentia, allenato da Paolo Palchetti e quinto a Glasgow 2018, dov'è stato bronzo con la 4x200 stile libero - nuota in 1'47''35 (51''80 ai 100) che vale il quinto posto. Decimo il 28enne di Bolzano ma di stanza a Caserta - tesserato per Esercito e Time Limite, seguito da Antonio Sabino, già argento con la 4x200 stile libero mixed e bronzo con la 4x200 stile libero - in 1'47''66 per la quarta prestazione personale di sempre. Eliminati gli altri due alfieri della 4x200 Marco De Tullio (Fiamme Oro/Sport Project), quindicesimo in 1'48''05, e un provato Stefano Di Cola (Marina Militare/CC Aniene), in 1'49''81. Comanda il russo e bronzo iridato di Gwangju Martin Malyutin in 1'46''30. 
Decisamente bene le azzurre nei 200 rana. Accedono alla semifinale la campionessa italiana Francesca Fangio e un'instancabile Martina Carraro, rispettivamente con l'ottavo e il decimo crono. Comanda la diciassettenne russa Evgeniia Chikunova, unica a scendere sotto il 2'24, in 2'23''92. La 25enne livornese - tesserata per In Sport Rane Rosse e preparata da Renzo Bonora - tocca in 2'25''00, con un eccellente secondo cinquanta in 36''47 e una buona ultima vasca in 37''63. Mai così bene in batteria. La 27enne di Genova - tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91, allenata da Cesare Casella e bronzo nei 100 - chiude con il personale in 2'25''36 (prec. 2'25''67), sempre più padrona della specialità, dopo il terzo posto europeo in vasca corta a Glasgow 2019. Si fermano Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento), ventesima in 2'27''78 e la vice campionessa continentale dei 100 Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika), in 2'30''96.
Un super Thomas Ceccon, che nel pomeriggio sarà impegnato nella finale dei 100 dorso, e un fortunato Piero Codia strappano il pass per la semifinale dei 50 farfalla. Il 20enne di Schio - tesserato per Fiamme Oro e Leosport, allievo di Alberto Burlina e sul gradino più basso del podio con la 4x100 stile libero - nuota la quarta prestazione personale di sempre in 23''39; Il 31enne di Trieste - tesserato per Esercito e CC Aniene, allenato da Alessandro D'Alessandro e campione europeo in carica nella doppia distanza - è diciassettesimo, e primo dei ripescati per la presenza di tre olandesi nei sedici, in 23''57. Stop per Matteo Rivolta (Fiamme Oro/CC Aniene), trentunesimo in 23''96. Il migliore è l'ungherese, ma di origine serba, Szebasztian Szabo in 23''03.
Una sola italiana si qualifica per la semifinale dei 100 dorso. E' la primatista italiana (58''92) Margherita Panziera che, senza strafare, stampa il quarto riscontro cronometrico. La 25enne di Montebelluna e campionessa continentale nella doppia distanza - tesserata per Fiamme Oro e CC Aniene, allenata da Gianluca Belfiore - nuota in 59''94, passando 29''42 a metà gara e ritornando con un super 30''52. Davanti a tutte la britannica e argento nei 50 Kahtleen Dawson in 59"32. Niente da fare, invece, per Silvia Scalia (Fiamme Gialle/CC Aniene) e Carlotta Zofkova (Carabinieri/Imolanuoto), rispettivamente diciottesima in 1'01''12 e ventunesima in 1'01''45.
All'inizio era un semplice esperimento, adesso è gara olimpica cui l'Italia proverà ad essere protagonista. La 4x100 mista mixed si prende la finale con il secondo tempo, superata solo dalla Gran Bretagna (Joe Litchfield, Adam Peaty, Harriet Jones, Anna Hopkin), detentrice del titolo, che comanda in 3'43''30. Simone Sabbioni (54''25), Nicolò Martinenghi (58''11), Elena Di Liddo (57''89) e Silvia Di Pietro (53''84) nuotano in 3'44''09.
"L'obiettivo era entrare in finale e così è stato - spiega Di Liddo, tesserata per Carabinieri e CC Aniene - Sono molto soddisfatta della mia frazione". "Era importante nuotare bene e qualificare la staffetta - prosegue Di Pietro, tesserata per Carabinieri e CC Aniene - Io non sto molto bene fisicamente e in finale non ci sarò". Torna a sorridere, dopo la delusione per il quinto posto nei 100 rana, Nicolò Martinenghi (CC Aniene): "Non si perde mai, ma si impara. Sono molto tranquillo e concentrato per la finale". Chiosa per Sabbioni (Esercito/Vis Sauro Team): "Meglio di così questa mattina non poteva andare. Ho nuotato più velocemente della semifinale individuale (54''66, ndr").
Il programma della giornata si chiude con la qualificazione da protagoniste delle azzurre nella finale dei 1500 in calendario venerdì. Simona Quadarella (CC Aniene) nuota il miglior tempo in 16'05''60; Martina Rita Caramignoli (Fiamme Oro/Aurelia Nuoto) il settimo in 16'20''31; tra di loro si infilano l'ungherese Viktoria Mihalyvari, (16'14''12), la sorprendente portoghese Tamila Holub (16'15''0), la spagnola Maria De Valdes Alvarez (16'16''21), la russa e vice campionessa europea negli 800 Anastasia Kirpichnikova (16'19''06) e la temibile ungherese Ajna Kesely - argento a Glasgow nei 400 e negli 800 stile libero - sesta in 16'20''25. "Stamattina è andata molto bene; Christian (Minotti ndr) mi aveva chiesto di nuotare tranquilla - sottolinea la 22enne di Roma, negli 800 campionessa iridata e bicampionessa europea e a Glasgow 2018 oro anche nei 1500 e nei 400 stile libero - Sono contenta di questo 16'05 sciolto. La squadra sta andando molto bene. Stanno arrivando tante medaglie. Siamo molto forti e completi. In finale devo fare il mio, senza aspettarmi troppo. Non devo farmi prendere dal panico". "I 1500 sono la mia gara anche se le sensazioni non sono ottime - afferma invece la 29enne di Rieti, allenata da Germano Proietti - Pensavo di essere in una condizione migliore in questo europeo e invece non è cosi. Vediamo come andrà domani".

Così gli italiani nelle batterie della 4^ giornata
Giovedì 20 maggio

200 stile libero mas
RI 1'45''67 di Filippo Megli del 23/07/2019 a Gwangju
1. Martin Malyutin (Rus) 1'46''30
7. Filippo Megli 1'47''35 qualificato alla semifinale
10. Stefano Ballo 1'47''66 qualificato alla semifinale
15. Marco De Tullio 1'48''05 eliminato
36. Stefano Di Cola 1'49''81 eliminato

200 rana fem
RI 2'23''32 di Ilaria Scarcella del 30/07/2009 a Roma
Migliore prestazione in tessuto 2'24"26 di Francesca Fangio del 14 dicembre 2019
1. Evgeniia Chikunova (Rus) 2'23''92
8. Francesca Fangio 2'25''00 qualificata alla semifinale
10. Martina Carraro 2'25''36 pp (precedente 2'25''67 del 13/08/2020 a Roma) qualificata alla semifinale
20. Lisa Angiolini 2'27''78 eliminata
34. Arianna Castiglioni 2'30''96 eliminata

50 farfalla mas
RI 23''21 di Piero Codia del 28/07/2013 a Barcellona
1, Szebasztian Szabo (Hun) 23''03
3. Thomas Ceccon 23''39 qualificato alla semifinale
17. Piero Codia 23''57 qualificato alla semifinale
31. Matteo Rivolta 23''96 eliminato

100 dorso fem
RI 58''92 di Margherita Panziera del 04/04/2019 a Riccione
1. Kathleen Dawson (Gbr) 59''32
4. Margherita Panziera 59''94 qualificata alla semifinale
18. Silvia Scalia 1'01''12 eliminata
21. Carlotta Zofkova Costa De Saint 1'01''45 eliminata

4x100 mista mixed
RI 3'43''27 di Simone Sabbioni, Fabio Scozzoli, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini del 24/07/2019 a Gwangju
1. Gran Bretagna 3'43''30
2. Italia 3'44''09
con Simone Sabbioni 54''25, Nicolò Martinenghi 58''11, Elena Di Liddo 57''89, Silvia Di Pietro 53''84

1500 stile libero fem
RI 15'40''89 di Simona Quadarella del 23/07/2019 a Gwangju
1. Simona Quadarella 16'05''60 qualificata alla finale
7. Martina Rita Caramignoli 16'20''31 qualificata alla finale 

Semifinali e finali dalle 18.00

RI 2'06"50 di Caterina Giacchetti del 26/05/2009 a Pescara
Migliore prestazione in tessuto 2'07"49 di Alessia Polieri del 21/05/2016 a Londra
Ilaria Cusinato pp 2'08''78 del 13/08/2018 a Roma

100 dorso mas
RI 52"84 di Thomas Ceccon del 17/12/2020 a Riccione
Thomas Ceccon

semi 100 dorso femminile
RI 58"92 di Margherita Panziera del 04/04/2019 a Riccione
Margherita Panziera

semi 200 stile libero mas
RI 1'45"67 di Filippo Megli del 23/07/2019 a Gwangju''84
Filippo Megli
Stefano Ballo pp 1'46"76 del 02/04/2021 a Riccione

semi 200 rana femminile
RI 2'23"32 di Ilaria Scarcella del 30/07/2009 a Roma
Migliore prestazione in tessuto 2'24"26 di Francesca Fangio del 14 dicembre 2019
Francesca Fangio
Martina Carraro pp 2'25"36 in batteria; prec. pp 2'25"67 del 13/08/2020 a Roma

semi 50 farfalla maschile
RI 23"21 di Piero Codia del 28/07/2013 a Barcellona
Piero Codia
Thomas Ceccon pp 23"22 del 19/12/2020 a Riccione

200 stile libero femminile
RI 1'52"98 di Federica Pellegrini del 25/06/2016 a Roma
Migliore prestazione in tessuto 1'54"55 di Federica Pellegrini del 26/06/2016
Federica Pellegrini

200 rana maschile
nessun italiano qualificato

200 misti maschile
RI 1'57"13 di Alberto Razzetti del 03/04/2021 a Riccione
Alberto Razzetti

4x100 mista mixed
RI 3'43"27 di Simone Sabbioni, Fabio Scozzoli, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini del 24/07/2019 a Gwangju
con Italia 

Vai ai risultati ufficiali

foto di Andrea Staccioli / Inside - DBM. In caso di riproduzione è necessario citare i credit. Vietati ridistribuzione e vendita.