Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

UnipolSai. Detti e Burdisso show. Già 7 pass

Nuoto
images/large/20190402_GSca_RC01714.JPG

I record italiani di Gabriele Detti nei 400 stile libero, che trascina il giovane Marco De Tullio, e di Federico Burdisso nei 200 farfalla. Le conferme di Simona Quadarella e Andrea Vergani negli 800 e nei 50 stile libero. L'eterno confronto nei 100 rana tra Martina Carraro e Arianna Castiglioni. Sono questi i momenti clou della prima giornata dei campionati assoluti primaverili di nuoto UnipolSai, in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione, che rappresentano anche i pass iridati conquistati.

detti ditullio2419
 
La copertina spetta di diritto a Gabriele Detti che torna agli Assoluti nei 400 stile libero eguagliando il suo record italiano di 3'43''36 (1'50''65 ai 200) che stabili proprio a Riccione nel 2017, quando tolse quattro centisimi al tempo con cui Rosolino conquistò l'argento olimpico il 16 settembre 2000, fissando il record europeo di 3'43"40 durato quasi 17 anni. Insomma, un ritorno da standing ovation per il 24enne di Livorno - tesserato per Esercito e In Sport Rane Rosse, seguito al Centro Federale di Ostia dal tecnico federale, nonchè zio, Stefano Morini -  dopo un 2018 da cancellare per un'infiammazione alla spalla che l'ha costretto per tanto tempo ai box: forse è stata questa la spinta per recuperare il tempo perso e andare ancor più forte. "Senza dubbio ho fatto il mio, peccatò perchè con un passaggio migliore ai 200 potevo limare ancora di più il crono - spiega Detti, bronzo olimpico e iridato e campione europeo, nonchè oro mondiale negli 800 stile libero a Budapest 2017 - In questo momento va tutto benissimo: anche se ho ripreso ad allenarmi seriamente solo da ottobre. La cosa che più interessava era tornare a divertirmi". E Gabriele, che sigla la miglior prestazione mondiale stagionale, trascina con se in Corea del Sud anche il suo compagno di stanza nel collegiale a Tenerife e di allenamenti a Ostia, Marco De Tullio - tesserato per Fiamme Oro e Sport Project - che tocca in 3'46''89 un centesimo in meno del limite iridato (3'46''9); il 18enne di Bari polverizza il primato personale (precedente 3'48''55) e sale all'ottavo posto tra i performer italiani. "E pensare che lo scorso anno ho fatto 3'53'' - dichiara un incredulo De Tullio - Dopo i Giochi Olimpici giovanili d Buenos Aires ho acquisito maggiore consapevolezza. La scelta di Ostia e di stare vicino a tanti campioni è stata giusta: nonostante non sia mai facile lasciare casa. Spero di migliorare ancora. Sono stato in stanza con Detti per tre settimane in Spagna e con lui sono entrato in sintonia". 

burdisso 2419

Il coraggio e la determinazione, nonostante il carattere introverso, non gli mancano mai, come quando agli Europei di Glasgow conquistò il bronzo, dopo essere stato ripescato in finale e con un passaggio al fulmicotone a metà gara. Federico Burdisso si prende i 200 farfalla in 1'54''64 (53''58 ai 100) record italiano assoluto, cadetti e juniores. Il 17enne di Pavia - che si allena tra Plymouth e Roma e sogna l'America, - toglie ottantaquattro centesimi all'1'55''40 di Giacomo Carini (secondo in 1'57''17) del 2017 e oltre un secondo al personale (1'55''97 per la medaglia in Scozia e record italiano juniores) per il terzo crono mondiale stagionale. "Non pensavo di scendere cosi tanto - spiega Burdisso, tesserato per Tiro a Volo e seguito da Simone Palombi - Come al mattino sono passato veloce a metà gara, con un ottimo ritorno anche nella seconda parte: ho dato tutto. Sono molto contento del lavoro che sto facendo con Simone, nonostante spesso io sia distante da Roma, studiando in Inghilterra: il nostro è un binomio che funziona alla grande; lui mi manda dei programmi d'allenamento da seguire anche all'estero. Alla fine di quest'anno mi trasferirò negli Usa per studiare ingegneria all'Università di Chicago. Adesso il mio sogno sono i campionati del mondo". 
 
quadarella 2419

Il primo pass azzurro per i Mondiali lo strappa ufficialmente Simona Quadarella che vince gli 800 stile libero in 8’25”55. La regina del mezzofondo europeo – tesserata per Fiamme Rosse e CC Aniene, allenata da Christian Minotti e oro europeo nei 400, 800 e 1500 stile libero a Glasgow 2018 – stampa la quarta prestazione mondiale dell’anno e settima personale di sempre; con lei sul podio due giovani di belle speranze come Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) seconda con il personale in 8’33”55 (prec. 8’34”62) e la veneta Giulia Salin (Nuoto Venezia) in 8’33”64. “Con Christian c’eravamo prefissati questo tipo di gara – spiega la 20enne di Roma, bronzo iridiato nei 1500 a Budapest 2017 e argento mondiali in vasca corta negli 800 Hangzou 2018 – Forse ho faticato un po’ nella seconda parte ma va bene così, considerando che questa è solo una fase di una lunga stagione. Sono soddisfatta e fiduciosa perchè sta andando tutto bene”. Questi i passaggi di Quadarella ogni 200 metri: 2’03”75, 4’10”57, 6’18”61.

castiglioni carraro 2419

Sotto al tempo limite iridato anche la primatista italiana Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) e Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) che nei 100 rana chiudono rispettivamente in 1'07''04 e 1'07''11. "Il duello con Arianna è sempre molto bello e stimolante - spiega Carraro, allieva di Cesare Casella e bronzo mondiali in vasca corta nei 50 - Non sono molto contenta invece per quanto nuotato". "Dopo qualche problema durante la preparazione adesso mi sento molto meglio - continua Castiglioni, preparata dal tecnico federale Gianni Leoni e terza agli Europei di Glasgow nei 50, 100 rana e con la 4x100 mista - Oggi pomeriggio era importante ottenere la qualificazione per i mondiali". Chiude sesta la quattrodicenne di Taranto Benedetta Pilato - tesserata per Fimco Sport e allenata da Vito D'Onghia - che tocca in 1'08''88 record italiano ragazze che abbassa ulteriormente l'1'10''15 siglato in mattinata e che a sua volta aveva tolto ventiquattro centesimi all'1'10''39 che la talentuosa pugliese stampò ai Categoria lo scorso agosto.

vergani2419

Sorrisi mondiali anche per Andrea Vergani, già apparso in forma in batteria, nei 50 stile libero. Il primatista italiano e bronzo continentale - tesserato per Carabinieri e Nuotatori Milanesi, e seguito da Gianluca Caspani - nuota con apparente facilità in 21''53 (limite tabellare 21''7) che è la seconda prestazione personale di sempre, dietro solo al 21''37 siglato in semifinale a Glasgow, e il  miglior crono mondiale stagionale; dietro al velocista meneghino un ritrovato Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto) in 21''98 e Leonardo Deplano (Esseci Nuoto) in 22''06 primato personale. "Negli ultimi diciotto mesi ho compiuto progressi importanti - sottolinea Vergani - Ho cominciato ad allenarmi con maggiore coscienza e ritengo di essere diventato un vero e proprio professionista. Affronto tutte le sedute di allenamento per migliorare giorno dopo giorno. E mi pongo sempre obiettivi più stimolanti. L'intenzione era di ottenere il tempo limite, anche perchè fino a un paio di settimane fa, quando ho cominciato la fase di scarico, non avevo buone sensazioni. Arrivato qui, invece, mi sembrava di volare sull'acqua. Il primo tempo mondiale stagionale in questo momento conta relativamente. Ci sono molti atleti con personali migliori che devo aspirare a raggiungere: come Proud, Fratus, senza dimenticare che sta rientrando alle gare Manaudou".

LE ALTRE FINALI. Nei 50 dorso vola Thomas Ceccon che si impone in 25''20 record italiano juniores che cancella il 25''22 siglato da Simone Sabbioni nel 2014 a Dordecht.  Il talento di Schio - tesserato per Fiamme Oro e Leosport, preparato da Alberto Burlina - toglie sette centesimi al primato personale (25''27) e si conferma al settimo posto tra i perfomer italiani; alle sue spalle Matteo Milli (In Sport Rane Rosse) in 25''34, un centesimo meglio del primatista italiano Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) terzo in 25''35. "L'obiettivo era migliorare il mio limite e così è stato - spiega Ceccon, cinque medaglie agli Youth Olimpic di Buenos Aires 2018 - Anzi è arrivato anche il record. I 50 non sono proprio la mia distanza: aspettatemi nei 100 dorso".
Un briciolo d'amarezza nei 400 misti per Ilaria Cusinato. La vice campionessa europea dal personale di 4'34"65, anche argento continentale nei 200 col record italiano in 2'10"25 - tesserata per Fiamme Oro e Team Veneto, seguita da Stefano Morini - si impone in 4'37''45 sei centesimi in più del limite per i mondiali (4'37''3), per un tempo che è comunque il terzo mondiale stagionale. 
Il pomeriggio si chiude con il successo della staffetta 4x100 stile libero dei Carabinieri (Elena Di Liddo 56''20, Paola Biagioli 54''87, Rachele Ceracchi 56''21 e Silvia Di Pietro 54''21) in 3'41''49; quarta la CC Aniene in 3'43''90 con Federica Pellegrini che in 53''71 nuota la frazione lanciata più veloce.
Si torna in acqua domani mattina alle 10.00 con le batterie della seconda giornata. Si parte con i 50 dorso femminili

LA PROGRAMMAZIONE DI RAISPORT. Batterie e finali in diretta su Rai Sport + HD dalle 9.50 e dalle 17.55, ad eccezione della sessione di sabato pomeriggio che inizierà alle 16.30. 

I podi delle finali
Assoluti indoor - 1^ giornata 

50 dorso mas
tempo limite iridato 24''7
1. Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) 25''20 RIJ (precedente 25''22 di Simone Sabbioni del 12/07/2014 a Dordrecht)
2. Matteo Milli (In Sport Rane Rosse) 25''34
3. Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 25''35

800 stile libero fem 
tempo limite iridato 8'26''5
1. Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene) 8'25''55
2. Alisia Tettamanzi (Marina Militare/Nuotatori Milanesi) 8'33''55 pp (precedente 8'34''62 del 10/04/2018 a Riccione)
3. Giulia Salin (Nuoto Venezia) 8'33''64

400 stile libero mas
tempo limite iridato 3'46''9
1. Gabriele Detti (Esercito/In Sport Rane Rosse) 3'43''36 RI= (precedente 3'43''36 di Gabriele Detti del 04/04/2017 a Riccione)
2. Marco De Tullio (Fiamme Oro/Sport Project) 3'46''89 pp (precedente 3'48''55 del 07/10/2018 a Buenos Aires)
3. Domenico Acerenza (Fiamme Oro/CC Napoli) 3'47''46

100 rana fem
tempo limite iridato 1'07''1
1. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 1'07''04
2. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) 1'07''11
3. Natalia Foffi (In Sport Rane Rosse) 1'08''55 pp (precedente 1'08''93 in batteria)

200 farfalla mas
tempo limite iridato 1'55''9
1. Federico Burdisso (Tiro a Volo) 1'54''64 RI-RIC-RIJ (precedente record italiano assoluto e cadetti 1'55''60 di Giacomo Carini del 08/04/2017 a Riccione; precedente record italiano juniores 1'55''97 di Federico Burdisso del 05/08/2018 a Glasgow)
2. Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Can. Vittorino da Feltre) 1'57''17
3. Matteo Pelizzari (CC Aniene) 1'57''46

400 misti fem
tempo limite iridato 4'37''3
1. Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto) 4'37''45
2. Carlotta Toni (Esercito/RN Florentia) 4'42''33
3. Luisa Trombetti (Fiamme Oro/RN Torino) 4'42''92

50 stile libero mas
tempo limite iridato 21''7
1. Andrea Vegani (Carabinieri/Nuotatori Milanesi) 21''53
2. Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto) 21''98
3. Leonardo Deplano (Esseci Nuoto) 22''06  pp (precedente 22''28 del 07/08/2018 a Roma)

4x100 stile libero fem
1. Carabinieri 3'41''49
(Elena Di Liddo 56''20, Paola Biagioli 54''87, Rachele Ceracchi 56''21, Silvia Di Pietro 54''21)
2. Esercito 3'41''71
3. Fiamme Oro 3'42''96

Vai ai risultati ufficiali

Criteri di selezione mondiali Gwangju

Atleti qualificati ai Mondiali (7)
Simona Quadarella negli 800 stile libero in 8'25''55
Gabriele Detti nei 400 stile libero in 3'43''36 RI=
Marco De Tullio nei 400 stile libero in 3'46''89
Martina Carraro nei 100 rana in 1'07''04
Arianna Castiglioni nei 100 rana in 1'07''11
Federico Burdisso nei 200 farfalla in 1'54''64 RI-RIC-RI
Andrea Vergani 50 stile libero in 21''53

detti 2 24129

#TutticonManuel. Con Manuel Bortuzzo nel cuore e nella mente, anche e soprattutto a Riccione. Gli assoluti UnipolSai daranno spazio all'iniziativa della Federazione Italiana Nuoto give#tutticonmanuel dedicata a Manuel Bortuzzo, ferito in un vile agguato nella notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio nel quartiere Axa di Roma.

ARENA MOST VALUABLE SWIMMER. Sabato pomeriggio prima delle finali saranno premiati gli undici atleti (sei maschi e cinque femmine) vincitori dell'Arena Most Valuable Swimmer. Vale a dire i migliori performer (uno per categoria) dei recenti Criteria 2019 e selezionati in base ad alcuni criteri fissati dal tecnico federale responsabile delle squadre nazionale giovanili Walter Bolognani e dal direttore tecnico Cesare Butini. Gli atleti verranno omaggiati da Arena e Fin di un kit (Equipment, Training tools, Bags) e di una Canotta arena/fin, che identificherà i MVS della stagione categoria 2018/2019 in vasca corta di Riccione. Saranno premiati: Alberto Razzetti (cadetti), Federico Burdisso (juniores 2001), Dylan Buonaguro (juniores 2002), Simone Cerasuolo (ragazzi 2003), Alex Sabbatani (ragazzi 2004) e Christian Mantegazza (ragazzi 2005); Giulia D'Innocenzo (cadette), Anita Gastaldi (juniores 2003), Sofia Sartori (juniores 2004), Benedetta Pilato (ragazze 2005) e  Grazia Bianchino (ragazzi 2006).  Il premio prevederà un’edizione anche estiva, in vasca lunga, durante i campionati di Categoria a Roma.

Foto Giorgio Scala/deepbluemedia.eu