Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Meeting di Bolzano<br>Vince la solidarietà

News Nuoto precedenti
images/joomlart/article/4f885e429927fb638764c86435e1552e.jpg

La 4x50 mista della Asd Swim Project non centra il "primato del mondo" ma atleti e società insieme agli organizzatori devolvono più del premio al tecnico Lohberg malato di anemia


ROMA
L'impresa mondiale non è riuscita ma alla staffetta della Asd Swim Project va riconosciuto il merito di averci provato. I quattro fuoriclasse internazionali hanno illuminato comunque il XII Meeting di Bolzano di nuoto: Bal, Polyakov, Cavic e Brunelli hanno nuotato in 1'34"57. La 4x50 mista allestita dal tecnico Andrea Di Nino aveva come obiettivo quello di devolvere il premio per la migliore prestazione mondiale in vasca da 25 metri all'allenatore Michael Lohberg, in cura per una rara forma di anemia. "Ci riproveremo - fa sapere Di Nino - appena riavremo tutti i ragazzi a disposizione. Vogliamo farlo per Michael".
La solidarietà c'è stata ugualmente. Gli organizzatori del meeting, la società Swim Project e gli atleti di Michael Lohberg, Vlad Polyakov e Arlene Semeco, hanno donato all'ospedale che ha in cura l'allenatore più dei 2000 euro che avrebbero ricevuto con la migliore prestazione cronometrica della specialità. 
La venezuelana Arlene Semeco ha vinto i 50 stile libero in 24.66 con il record della manifestazione (prec. di Michelle Engelsman, 24.96). Il kazako Vlad Polyakov è stato protagonista di una doppietta di successi e primati nei 50 e 100 rana: 27.18 (il precedente era di Alessandro Terrin, 27.67) e 59.58 (prec. di Ed Moses 59.61).
 
Vai ai risultati