Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Criteria. La carica dei 1868! Venerdì il via

Nuoto
images/joomlart/article/a421b735959ba50c05dd63bcb89f13d3.jpg

Più di trecento società. Milleottocentosessantotto atleti. Quattromilanovecentosei presenze gare. Seicentosessantanove staffette*. Difficile da scrivere, da leggere e da credere. Impressionanti i numeri dei 'Criteria', i campionati giovanili di nuoto, riservati alle categorie ragazzi/e, junior e cadetti/e in programma allo Stadio del Nuoto di Riccione da venerdì a mercoledì prossimo. Sino a domenica sui blocchi le donne; da lunedì gli uomini.
Tra spalti e bordovasca è atteso l'elite tecnico e dirigenziale del nuoto italiano, per la prima volta insieme a Kinder +SPORT che seguirà l'evento con iniziative di comunicazione e tante sorprese nell'ambito di una partenership votata, tra l'altro, alla diffusione dello sport giovanile.
La manifestazione in vasca corta rappresenta uno dei motivi di maggiore interesse del movimento, atteso dalla verifica dello status giovanile e di un percorso finalizzato alla costruzione dell’atleta in previsione della sua dimensione assoluta.
"Abbiamo cambiato il nome della manifestazione in 'Criteria' perché riteniamo che il campionato non debba essere finalizzato alla conquista del titolo italiano, ma alla verifica del percorso pluriennale del giovane atleta - spiega Walter Bolognani, tecnico federale responsabile delle Squadre Nazionali giovanili - L'iniziativa intende sminuire il fenomeno di campionismo, che potrebbe essere generato dal successo di una gara secca, e porre maggiore attenzione sulla quotidianità di un giovane in fase di crescita che si appresta ad affrontare una gara di verifica".
Il livello del nuoto giovanile italiano è sempre stato abbastanza alto, per numeri e successi, ma il tecnico Bolognani prende le distanze dai trionfalismi. "Non siamo i più forti del mondo, ma abbiamo tanta qualità da ottimizzare. Il nuoto è uno sport ben distribuito in Italia. Atleti di alto livello potrebbero nascere in Valle d'Aosta come in Sicilia. Ciò è il risultato dell'opera di promozione della disciplina sul territorio che parte dalla Federazione e investe i Comitati Regionali, e dimostra la capacità dei tecnici sociali di migliorare le potenzialità tecniche dei giovani ma anche di seguirli nell'ambito della loro crescita".
Nel corso dei molteplici workshop e convegni il tecnico Bolognani si è soffermato, tra l'altro, su due aspetti molto importanti per la formazione dei giovani nuotatori. "Ritengo che bisognerebbe continuare ad agire in due direzioni. Innanzitutto non forzare la ricerca della prestazione di un ragazzo in evoluzione, ma pianificare un lavoro che ne segua la crescita, lasciando sempre margini di miglioramento da approfondire sino al passaggio alla categoria assoluta. Nel contempo affiancare la famiglia, col massimo rispetto dei ruoli, nell'ambito della crescita fisica, psichica e delle responsabilità legate alle aspettative. Penso che in età giovanile il tecnico sociale non debba essere solo il riferimento di bordo vasca che volta le spalle al nuotatore finita la sessione di allenamento; ma debba contribuire alla gestione e crescita dell'individuo".
I Criteria saranno anche la prima prova di qualificazione per gli atleti della categoria ragazzi/e da impegnare nell'ex coppa COMEN, ora Mediterranean Cup, in programma ad Eilat, in Israele, il 28 e 29 giugno. "Grazie alla Federazione e all'attenzione delle società, ho potuto monitorare nel corso del 2013 e in questo inizio di 2014 moltissimi atleti di interesse nazionale, ma i campionati giovanili riservano sempre sorprese e mi auguro che possa mettersi in luce qualche nuovo atleta. Oltre al cronometro, però, verificheremo la gestione della gara e i particolari tecnici, che acquisiti in giovane età possono fare la differenza in età adulta, come partenza, virata e subacquee. Sarà un importante momento di incontro per saggiare la condizione generale ed incontrare le società italiane".
Benvenuti alla festa del nuoto italiano giovanile. Il sipario si alza venerdì alle ore 9:00 con i 50 stile libero categoria ragazze.

PROGETTO KINDER + SPORT. Kinder + SPORT è il progetto di responsabilità sociale di Ferrero che promuove stili di vita attivi incoraggiando la pratica sportiva tra le giovani generazioni di tutto il mondo. Il progetto nasce dalla consapevolezza che sport e movimento sono fondamentali per la crescita dei ragazzi, perchè favoriscono lo sviluppo armonico del corpo e contribuiscono alla formazione emotiva e sociale.


* numeri aggiornati giovedì alle 22:00. Partecipanti 1868 atleti, 840 femmine e 1028 maschi; 4906 presenze gara, 2235 tra le femmine e 2671 tra i maschi; 669 staffette, 333 femminili e 336 maschili; oltre 300 le società rappresentate.


consulta tutti i link utili per vivere la manifestazione da protagonista


pdf  Orari e avvertenze


pdf  Elenco iscritti e riepilogo iscrizioni per Società


disposizioni 


RISULTATI IN TEMPO REALE


pagina facebook Kinder + SPORT


pagina twitter Kinder + SPORT


pagina youtube Kinder + SPORT


pagina twitter della Federnuoto