Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Record di Pilato, a un decimo dal mondiale della King. Finali dalle 18:00 su Raidue

Nuoto
images/large/20210518_asta_as00419_20210518_2043791335_Pilato_22_05_2021.jpg

Un pass per la finale e nove per le semifinali, con Benedetta Pilato che porta il record italiano nei 50 rana in 29''50, ad un decimo dal mondiale della statunitense Lilly King, nella sesta e penultima sessione di batterie degli Europei di Budapest, in svolgimento alla Duna Arena. 
Non finisce di stupire, di migliorarsi e di crescere Benedetta Pilato che si prende con il record dei campionati, italiano assoluto, nonché del mondo ed europeo juniores, la semifinale dei 50 rana. La 16enne di Taranto e argento iridato a Gwangju - tesserata per CC Aniene - nuota in 29''50, cancellando il 29''61 siglato agli Assoluti di Riccione lo scorso 18 dicembre e si porta a due centesimi dal record europeo (29''48) - che l'enfant prodige lituana Ruta Meilutyte, campionessa di tutto tra i 14 e i 16 anni, stampò in semifinale ai Mondiali di Barcellona 2013 - e a un decimo dal primato mondiale nuotato da Lilly King proprio nella Duna Arena per l'oro mondiale del 2017 con cui la 24enne statunitense, già olimpionica, realizzò la prima doppietta iridata poi bissata a Gwangju due anni dopo.
 "Probabilmente ho gestito male le emozioni generali nei 100 - spiega la giovane azzurra allenata da Vito D'Onghia - Oggi è andato tutto benissimo ed è venuto un grandissimo tempo. Non vedevo l'ora di gareggiare e non sapevo neanche cosa aspettarmi perché ho avuto dei problemi al ginocchio. Se passo così forte per i 100 probabilmente non riesco a fare neanche la virata".
Così come per i 100, le batterie dei 50 valgono come una finale per le azzurre e questa volta a rimanere fuori è Martina Carraro. L'altra qualificata infatti è una super Arianna Castiglioni con il secondo tempo. La 23enne di Busto Arsizio - tesserata per Fiamme Gialle e Team Insubrika, argento nei 100 - chiude con il personale in 30''15 che cancella il 30''30 nuotato per il bronzo a Glasgow 2018. "Non mi aspettavo questo tempo. In acqua mi sentivo molto bene - dichiara la ranista seguita dal tecnico federale Gianni Leoni - Come nei 100 sapevo che sarebbe stata una lotta interna per il passaggio del turno". Carraro - bronzo nella doppia distanza, tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91 e allenata da Cesare Casella - è nona in 30''57. Si ferma anche Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento), diciottesima in 31''39. La prima delle straniere è la finlandese Ida Hulkko, autrice di 30"40, seguita dalla svedese che ha vinto i 100 Sophie Hannsson (30"46). 
Una superba 4x100 stile libero mista vola in finale con il miglior tempo. Manuel Frigo (48''90), Thomas Ceccon (47''84), Chiara Tarantino (54''73) e Silvia Di Pietro (54''90) toccano in 3'26''37 non troppo lontani dal record italiano di 3'24''55 di Filippo Magnini, Luca Dotto, Erika Ferraioli e Federica Pellegrini per l'argento a Londra 2016. Dietro agli azzurri i polacchi Jakub Kraska, Kacper Majchrzak, Kornelia Fiedkiewic e Alicja Tchorz in 3'26''95. Sorride Di Pietro arrivata alla decima gara in una settimana: "Sono molto stanca ma penso di aver nuotato molto bene. Stasera dobbiamo e possiamo far molto meglio". Prosegue Ceccon (Fiamme Oro/Leosport): "Non siamo andati male. Ho cercato di gestire meglio il primo cinquanta, per averne di più nel secondo. Ho ancora delle energie. Sarà una bellissima finale".
Le fatiche in staffetta e per la doppia finale dei 100 d'argento appaiono già alle spalle. La campionessa europea in carica Margherita Panziera - tesserata per Fiamme Gialle e CC Aniene, e allenata da Gianluca Belfiore - registra in scioltezza il miglior tempo dei 200 dorso in 2'08"52 (1'02"64). La 25enne di Montebelluna e primatista italiana nuota il miglior tempo in 2'08''52 (1'02''64), unica a scendere sotto il 2'09 in mattinata. Alle sue spalle c'è la diciottenne austriaca Lena Grabowski, seconda in 2'09''12. "Ho chiuso la piscina ieri sera e l'ho riaperta questa mattina. Sto nuotando bene e il lavoro sta dando i suoi frutti - racconta la dorsista veneta -  Non ho fatto tanta fatica, forse potevo risparmiare qualche energia in più. In semifinale andrà meglio".
Alessandro Miressi e Lorenzo Zazzerri si guadagnano la semifinale dei 50 stile libero. Il 22enne di Torino e argento nella doppia distanza - tesserato per Fiamme Oro e CN Torino, bronzo con la 4x100 stile libero e con la 4x100 mista mixed e allenato da Antonio Satta - tocca a quattro centesimi dal personale (21''97) in 21''93 che vale il quarto tempo; il 26enne di Firenze - tesserato per Esercito e RN Florentia e seguito da Paolo Palchetti, terzo con la 4x100 sl - chiude ottavo in 22''01. Si ferma Leonardo Deplano (CC Aniene) undicesimo e terzo degli italiani nei sedici, in 22''10. Il più veloce è l'olandese Thom De Boer in 21''76, seguito dal francese e vice campione olimpico Florent Manaudou in 21''86.
Nei 50 farfalla passano il turno Elena Di Liddo e la primatista italiana (25''78) Silvia Di Pietro rispettivamente con il nono e il quindicesimo tempo. La 27enne pugliese - tesserata per Carabinieri e CC Aniene e seguita da Raffele Girardi, bronzo con la 4x100 mista mixed - chiude in 26''28; la 29enne di Roma - tesserata per Carabinieri e CC Aniene e preparata da Mirko Nozzolillo - in 26''57; eliminate le emiliane Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) in 26''79 e Costanza Cocconcelli (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) in 26''90. Comanda la transalpina Melanie Henique - bronzo iridato a Shanghai 2011 e continentale a Budapest 2010 - in 25''30.
Tre azzurri in due centesimi nei 100 farfalla, ma uno resta fuori dalla semifinale. La  spuntano il campione europeo in carica Piero Codia - tesserato per Esercito e CC Aniene e allenato da Alessandro D'Alessandro - e il bronzo della doppia distanza Federico Burdisso - tesserato per Aurelia Nuoto e seguito da Simone Palombi - che sono sesto e settimo rispettivamente in 51''82 e 51''83; eliminato Matteo Rivolta - tesserato CC Aniene e seguito da Marco Pedoja - nonostante il nono crono in 51''84. L'ungherse Kristof Milak - oro nei 200 farfalla - è il migliore in 50''64 (record dei campionati eguagliato).

Così gli italiani nelle batterie della 6^ giornata
Sabato 22 maggio

200 dorso fem
RI 2'05''56 di Margherita Panziera del 31/03/2021 a Riccione
1. Margherita Panziera 2'08''52 qualifcata alla semifinale

50 stile libero mas
RI 21''37 di Andrea Vergani del 08/08/2018 a Glasgow
1. Thom De Boer (Ned) 21''76
4. Alessandro Miressi 21''97 qualificato alla semifinale
8. Lorenzo Zazzeri 22''01 qualificato alla semifinale
11. Leonardo Deplano 22''10 eliminato

50 farfalla fem
RI 25''78 di Silvia Di Pietro del 19/08/2014 a Berlino
1. Melanie Henique (Fra) 25''30
9. Elena Di Liddo 26''28 qualificata alla semifinale
15. Silvia Di Pietro 26''57 qualificata alla semifinale
26. Ilaria Bianchi 26''79 eliminata
27. Costanza Cocconcelli 26''90 eliminata

100 farfalla mas
RI 50''64 di Piero Codia del 09/08/2018 a Glasgow
1. Kristof Milak (Hun) 50''64
6. Piero Codia 51''82 qualificato alla semifinale
7. Federico Burdisso 51''83 qualificato alla semifinale
9. Matteo Rivolta 51''84 eliminato
23. Alberto Razzetti 52''48 eliminato 

50 rana fem
RI 29''61 di Benedetta Pilato del 18/12/2020 a Riccione
1. Benedetta Pilato 29''50 RI-CR-WJ-EJ (precedente 29''61 di Benedetta Pilato del 18/12/2020 a Riccione) qualificata alla semifinale
2. Arianna Castiglioni 30''15 pp (precedente 30''30 del 08/08/2018 a Glasgow) qualificata alla semifinale
9. Martina Carraro 30''57 eliminata
18. Lisa Angiolini 31''39 eliminata

4x100 stile libero mixed
RI 3'24''55 di Filippo Magnini, Luca Dotto, Erika Ferraioli e Federica Pellegrini del 20/05/2016 a Londra
1. Italia 3'26''37 qualificata alla finale 
Manuel Frigo 48''90, Thomas Ceccon 47''84, Chiara Tarantino 54''73, Silvia Di Pietro 54''90

Semifinali e finali dalle 18.00

800 stile libero maschile
RE-RI 7'39"27 di Gregorio Paltrinieri del 24/07/2019 a Gwangju
Gabriele Detti pp 7'40"77 del 26/07/2017 a Budapest
Gregorio Paltrinieri

100 stile libero femminile
nessun'italiana qualificata

50 rana maschile
RI 26"39 di Nicolò Martinenghi del 02/04/2021 a Riccione
Nicolò Martinenghi
Alessandro Pinzuti pp 27"11 in semifinale; prec. pp 27"17 del 07/08/2018 a Roma

semi 200 dorso femminile
RI 2'05"56 di Margherita Panziera del 31/03/2021 a Riccione
Margherita Panziera

semi 50 stile libero maschile
RI 21"37 di Andrea Vergani del 08/08/2018 a Glasgow
Alessandro Miressi pp 21"93 dell'11/8/2020 a Roma
Lorenzo Zazzeri pp 21"89 del 31/03/2021 a Riccione

semi 50 farfalla femminile
RI 25"78 di Silvia Di Pietro del 19/08/2014 a Berlino
Silvia Di Pietro
Elena Di Liddo pp 26"03 del 26/07/2019 a Gwangju

semi 100 farfalla maschile
RI 50"64 di Piero Codia del 09/08/2018 a Glasgow
Piero Codia
Federico Burdisso pp 51"73 del 29/06/2018 a Roma

semi 50 rana femminile
RC + RMJ + REJ + RI 29"50 di Benedetta Pilato in batteria
prec. RMJ + RME + RI 29"61 di Benedetta Pilato del 18/12/2020 a Riccione
Benedetta Pilato
Arianna Castiglioni pp 30"15 in batteria; prec. pp 30"30 del 08/08/2018 a Glasgow

200 dorso maschile
nessun italiano qualificato

200 misti femminile
RI 2'10"25 di Ilaria Cusinato del 08/08/2018 a Glasgow
Ilaria Cusinato
Sara Franceschi pp 2'11"41 in semifinale; prec. pp 2'11"57 del 03/04/2021 a Riccione

4x100 stile libero mixed
RI 3'24"55 di Filippo Magnini, Luca Dotto, Erika Ferraioli e Federica Pellegrini del 20/05/2016 a Londra
Italia

Vai ai risultati ufficiali

foto di Andrea Staccioli / Inside - DBM. In caso di riproduzione è necessario citare i credit. Vietati ridistribuzione e vendita.