Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei. Tutti promossi. Finali dalle 18 su Raidue

Nuoto
images/00_foto_2021/large/210518_GPer_GP02410.JPG

En plein Italia. Gli azzurri superano il turno in tutte le prove della seconda sessione di batterie degli Europei di Budapest, in svolgimento fino al 23 maggio alla Duna Arena. 
Si parte subito a marce alte. Benissimo gli azzurri nei 100 stile libero. Accedono in semifinale, rispettivamente con il secondo e il diciottesimo tempo, Alessandro Miressi e Lorenzo Zazzeri, due alfieri della 4x100 di bronzo in chiusura della giornata d'apertura. Il campione europeo tocca in 47''81, non lontano dal record italiano portato nella prima frazione di staffetta sul 47''74 e ancora sotto al precedente primato italiano di 47''92 che il velocista piemontese aveva stabilito a Roma nell'agosto del 2018; bravo e fortunato, invece, il ventiquattrenne toscano - tesserato per Esercito e RN Florentia, allenato da Paolo Palchetti - che copre le due vasche in 48''80, a due centesimi dal personale (48''78), per il 18esimo tempo complessivo con quattro russi e tre ungheresi davanti. Il più veloce è il fenomeno russo Kliment Kolesnikov - ai mondiali di Gwangju argento con la 4x100 stile libero, bronzo nei 50 dorso e con la 4x100 mista - in 47''53. "Ieri mi sono tolto una bella soddisfazione - sottolinea Miressi, atleta di Fiamme Oro e CN Torino allenato da Antonio Satta - Voglio difendere il titolo europeo nel migliore dei modi, anche se non sarà facile perché la concorrenza è molto importante". Eliminati l'altro componente della staffetta di bronzo Manuel Frigo (Fiamme Oro/Team Veneto), diciannovesimo in 48''90 dopo una nottata in bianco, e Leonardo Deplano (CC Aniene), autore di 49''77. 
Le batterie dei 100 rana valgono quanto la finale per le azzurre che sono subito protagoniste. Tre posti per due atlete con Martina Carraro e l'esordiente Benedetta Pilato - qualificate alle Olimpiadi - nel mirino di Arianna Castiglioni che spara il primo tempo scendendo per la prima volta sotto l'1'06". La 23enne di Busto Arsizio - allenata dal tecnico federale Gianni Leoni, bronzo continentale nei 50 e 100 a Glasgow 2018 - copre la distanza in in 1'05''98 (31''59), migliorando di due centesimi il personale nuotato agli assoluti di Riccione. Secondo tempo per la primatista italiana (1'05''86) Carraro, 27enne tesserata per Fiamme Azzurre ed NC Azzurra 91 ed allenata da Cesare Casella, nonché compagna del capitano della nazionale e ranista plurumedagliato internazionale Fabio Scozzoli in fase di recupero da un infortunio. Il bronzo iridato tocca in 1'06''26. La vice campionessa mondiale dei 50 rana Benedetta Pilato (CC Aniene) in crescita esponenziale si ferma sull'1'06''34; out anche l'altra esordiente Lisa Angiolini (Fiamme Gialle/ Canottieri Vittorino da Feltre), tredicesima con il personale in 1'07''04 (prec.1'07''23). "Finalmente sono scesa sotto l'1'06 - spiega una raggiante Castiglioni, tesserata per Fiamme Gialle e Team Insubrika - Era fondamentale non rimanere fuori dalla semifinale e andare veloci subito". Gli fa eco Martina: "Per noi era una gara nella gara - sottolinea la genovese - Adesso è tutto più semplice". Dispiaciuta la 16enne tarantina Pilato, allenata da Vito D'Onghia. "Complimenti a Martina ed Arianna. Tra noi c'è una grande competizione, sapevamo che sarebbe stata una batteria competitiva e che purtroppo solo due sarebbero andate avanti. Stiamo lavorando molto per preparare le Olimpiadi e dimostrerò di aver meritato il pass".
Un carico Federico Burdisso e un ritrovato Giacomo Carini si qualificano per la semifinale dei 200 farfalla. Il primatista italiano (1'54''39) e bronzo europeo in Scozia - tesserato per Esercito e Aurelia Nuoto, seguito da Simone Palombi - è quinto in 1'55''73, dopo essere passato in 53''75 ai 100; il 23enne piacentino - tesserato per Fiamme Gialle e Canottieri Vittorino da Feltre, seguito dal tecnico federale Matteo Giunta - è splendido ottavo in 1'56''69. Davanti a tutti l'ungherese, primatista mondiale (1'50''73) e oro iridato in Corea del Sud, Kristof Milak in 1'54''38.
Nei 50 dorso passano il turno, con l'undicesimo e il tredicesimo tempo, Silvia Scalia e Margherita Panziera. La 25enne di Lecco - tesserata per Fiamme Gialle ed CC Aniene, allenata Gianni Leoni e primatista italiana (27''89) - nuota in 28''28; la 25enne di Montebelluna - tesserata per Fiamme Gialle e CC Aniene - conclude in 28''32, togliendo un centesimo al personale (prec. 28''31); si fermano Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/NC Azzurra 91) ventunesima in 28''60 e Carlotta Zofkova (Carabinieri/Imolanuoto) ventisettesima in 28''79. La migliore è la britannica Kathleen Dawson in 27''29.
In finale con il secondo tempo la 4x200 stile libero mixed. Stefania Pirozzi (2'00''08), Stefano Di Cola (1'47''00), Filippo Megli (1'47''66) e la debuttante Sara Gailli (2'00''62) chiudono in 7'35''36. Più veloci degli azzurri solo i britannici Calum Jarvis, Joe Litchfield, Lucy Hope e Abbie Wood in 7'34''64.
In chiusura di programma l'esordio del campione olimpico, bimondiale e trieuropeo Gregorio Paltrineri nel nuoto in corsia coi suoi 1500. Sereno e libero di assilli, forse un po' stanco dopo gli ori nelle 5 e 10 chilometri e nel Team Event in acque libere, il 26enne carpigiano allenato da Fabrizio Antonelli accede alla finale, prevista mercoledì pomeriggio in apertura di programma, con il settimo tempo in 15'08''28. Meglio del fuoriclasse anche il compagno d'allenamenti e nella staffetta d'oro a Lupa Lake Domenico Acerenza, terzo in 14'59''47. Gli avversari da battere per gli azzurri saranno quelli previsti alla vigilia: l'ucraino Mykhaylo Romanchuk - argento iridato a Gwangju e campione europeo a Glasgow 2018 negli 800 - è il più veloce in 14'52''07, seguito dal transalpino Damien Joly, secondo in 14'56''09. "Con questo tempo non sarei mai entrato in una finale europea di alto livello; si è rivelata una batteria abbastanza lenta e quindi sono stato fortunato a superarla - spiega l'azzurro tesserato per Fiamme Oro e Coopernuoto - Sono stanco. Lo sentivo in questi giorni. Credo di aver spremuto tutto quello che potevo nel fondo. Stamattina non volevo fare troppa fatica, ma 15'08 non è un tempo che volevo nuotare volontariamente. Sono partito già indietro e mi domandavo cosa facessi. Ho comunque cercato di nuotare bene, risalire con i tempi giusti, ma ne avevo poco. Vediamo in finale. Sarà una gara diversa. Cercherò di dare del mio meglio e disputare una gara tatticamente diversa, non certamente come questa. Sono comunque provato perché ho nuotato quasi 20 chilometri di gare peraltro con la muta che ti imballa parecchio. Alle Olimpiadi il programma prevede meno gare e prima la piscina e poi il fondo. Sicuramente è un percorso meno stancante rispetto all'inverso che ti affatica molto di più per poi essere brillante in corsia". Decisamente soddisfatto Acerenza: "Sono molto contento del tempo e di essere entrato in finale - afferma il 26enne mezzofondista lucano tesserato per Fiamme Oro e CC Napoli - Mi sono sentito sciolto e al mattino non è facile scendere sotto i quindici minuti. E' bello passare dal nuoto in acque libere a quello in piscina: oggi sono salito sul blocco, pensando che avrei faticato sicuramente di meno".

Così gli italiani nelle batterie della 2^ giornata
Martedì 18 maggio

100 stile libero mas
RI 47''74 di Alessandro Miressi nella prima frazione della 4x100 stile libero in finale
1. Kliment Kolesnikov (Rus) 47''53
2. Alessandro Miressi 47''81 qualificato in semifinale 
18. Lorenzo Zazzeri 48''80 qualificato in semifinale
19. Manuel Frigo 48''90 eliminato
48. Leonardo Deplano 49''77 eliminato

100 rana fem
RI 1'05''86 di Martina Carraro del 02/04/2021 a Riccione
1. Arianna Castiglioni 1'05''98 pp (precedente 1'06''00 del 02/04/2021 a Riccione) qualificata in semifinale
2. Martina Carraro 1'06''26 qualificata in semifinale
3. Benedetta Pilato 1'06''34 eliminata
13. Lisa Angiolini 1'07''04 pp (precedente 1'07''23 del 02/04/2021 a Riccione) eliminata

200 farfalla mas
RI 1'54''39 di Federico Burdisso del 24/07/2019 a Gwangju
1. Kristof Milak (Hun) 1'54''38
5. Federico Burdisso 1'55''73 qualificato in semifinale
8. Giacomo Carini 1'56''69 qualificato in semifinale

50 dorso fem
RI 27''89 di Silvia Scalia del 03/04/2019 a Riccione
1. Kathleen Dawson (Gbr) 27''29
11. Silvia Scalia 28''28 qualificata in semifinale
13. Margherita Panziera  28''31 pp (precedente 28''32 del 11/08/2020 a Roma) qualificata in semifinale
21. Costanza Cocconcelli 28''60 eliminata
27. Carlotta Zofkova 28''83 eliminata

4x200 stile libero mixed
RI 7'32''37 di Filippo Megli, Alessio Proietti Colonna, Federica Pellegrini e Margherita Panziera del 04/08/2018 a Glasgow
1. Gran Bretagna 7'34''64
2. Italia 7'35''36 qualificata in finale 
Stefania Pirozzi 2'00''08, Stefano Di Cola 1'47''00, Filippo Megli 1'47''66, Sara Gailli 2'00''62

1500 stile libero mas
RE-RI 14'33''10 di Gregorio Paltrinieri del 13/08/2020 a Roma
1. Mykhalylo Romanchuk (Ukr) 14'52''07
3. Domenico Acerenza 14'59''47 qualificato in finale
7. Gregorio Paltrinieri 15'08''84

Semifinali e finali dalle 18:00 in diretta su Raidue

800 stile libero fem
RI 8'14"99 di Simona Quadarella del 27/07/2019 a Gwangju
Simona Quadarella
Martina Rita Caramignoli pp 8'24"16 del 12/08/2020 a Roma

100 rana mas
RI 58"37 di Nicolò Martinenghi del 01/04/2021 a Riccione
Nicolò Martinenghi
Alessandro Pinzuti pp 59"20 in semifinale (prec. pp 59"45 in batteria; prec. pp 59"72 del 01/04/2021 a Riccione)

100 farfalla fem
RI 57"04 di Elena Di Liddo del 21/07/2019 a Gwangju
Elena Di Liddo
Ilaria Bianchi pp 57"22 del 12/08/2018 a Roma

semi 100 stile libero mas
RI 47"74 di Alessandro Miressi il 17/5/2022 a Budapest
Alessandro Miressi
Lorenzo Zazzeri pp 48"78 del 06/04/2019 a Riccionesemi 100 stile libero mas

semi 100 rana fem
RI 1'05"86 di Martina Carraro del 02/04/2021 a Riccione
Martina Carraro
Arianna Castiglioni pp 1'05"98 in batteria; prec. pp 1'06"00 del 02/04/2021 a Riccione

semi 200 farfalla mas
RI 1'54"39 di Federico Burdisso del 24/07/2019 a Gwangju
Federico Burdisso
Giacomo Carini pp 1'55"40 del 08/04/2017 a Riccione

semi 50 dorso fem
RI 27"89 di Silvia Scalia del 03/04/2019 a Riccione
Silvia Scalia
Margherita Panziera pp 28"31 in batteria (prec. pp 28"32 dell' 11/08/2020 a Roma)

50 dorso mas
RI 24"63 di Niccolò Bonacchi del 12/04/2014 a Riccione
Simone Sabbioni pp 24"97 del 21/06/2019 a Roma

50 stile libero fem
nessuna italiana qualificata

4x200 stile libero mixed
RI 7'32"37 di Filippo Megli, Alessio Proietti Colonna, Federica Pellegrini e Margherita Panziera del 04/08/2018 a Glasgow
Italia

Vai ai risultati ufficiali

foto di Andrea Staccioli / Inside - DBM. In caso di riproduzione è necessario citare i credit. Vietati ridistribuzione e vendita.