Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Nuoto. L'Italia trionfa in Coppa Latina. Oggi altre 10 medaglie

Nuoto

L'Italia si conferma protagonista assoluta della Coppa Latina di nuoto vincendo anche quest'anno. A San Paolo del Brasile, nella XXII edizione, gli atleti azzurri hanno totalizzando 36 medaglie: 20 d'oro, 9 d'argento e 7 di bronzo e stabilito 6 record della manifestazione, se si considera anche quello di Samuel Pizzetti oggi nei 1500 stile libero (15'36"12) dove però era iscritto fuori gara. Le medaglie di oggi sono state dieci: 5 d'oro, 4 d'argento e 1 di bronzo. L'Italia ha vinto la classifica generale con 719 punti. Azzurri primi anche nel medagliere e nelle classifiche maschile (339) e femminile (380). Sono state premiate anche le due migliori prestazioni tecniche: quella femminile è stata riconosciuta a Silvia Rossi per i 50 rana e quella maschile allo spagnolo Aschwim Wildeboer per i 50 dorso.
Successi per Ilaria Bianchi nei 50 farfalla con 28"21, Gigliola Tecchio nei 100 stile libero con 57"76, Federico Franciolini nei 200 rana con 2'20"59, Eleonora Minò nei 200 rana con 2'34"83. Medaglie d'argento di Mattia Aversa nei 100 dorso con 57"25 dietro allo spagnolo Aschwim Wildeboer che ha vinto col record di 56"41, Margherita Ganz nei 100 dorso con 1'06"35, Federico Colbertaldo nei 1500 stile libero con 15'44"30, Martina Grimaldi nei 400 misti con 5'02"10. Medaglia di bronzo di Federico Bocchia nei 100 stile libero con 51"51. Quarto posto per Joseph Davide Natullo nei 50 farfalla con 25"75, a 15 centesimi dal terzo, il portoghese Diogo Carvalho.
Oro nella staffetta femminile. Le ragazze della 4x100 mista (Ganz, Rossi, Bianchi e Tecchio) hanno vinto con 4'16"28 battendo la Spagna, seconda con 4'16"59. I ragazzi della 4x100 mista (Aversa, Pesce, Natullo e Bocchia) sono stati squalificati per cambio anticipato dorso-rana. 
 
Nella seconda giornata le medaglie erano state 12 e nella prima 14. Bene anche gli atleti che hanno nuotato fuori gara, molti dei quali con il tempo ottenuto sarebbero anche loro saliti sul podio. L'esempio più eclatante è quello di Samuel Pizzetti nei 1500 stile libero, dove con il suo 15'36"12 avrebbe vinto con largo vantaggio stabilendo anche il record della manifestazione. La gara è stata vinta dal brasiliano Luis Rogeiro Arapiraca con 15'40"85.
 
Così gli azzurri fuori gara oggi: Emanuela Albenzi 29"71 nei 50 farfalla, Vittorio Dinia 51"31 nei 100 stile libero (dove sarebbe stato terzo davanti a Bocchia), Marco Malinverno 57"07 nei 100 dorso (tempo con il quale si sarebbe classificato secondo davanti ad Aversa), Samuel Pizzetti 15'36"12 nei 1500 stile libero (miglior tempo), Renata Spagnolo 5'03"96 nei 400 misti (sarebbe stata terza).
 
Vai ai risultati completi