Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

UnipolSai. Scalia record e dodici pass

Nuoto
images/large/20190402_GSca_RC00065.jpg

Il ruggito del vecchio leone Fabio Scozzoli nei 100 rana e del giovane rampante Thomas Ceccon nei 100 dorso. Il record italiano di Silvia Scalia nei 50 dorso. La conferma di Elena Di Liddo nei 100 farfalla. E lo show in chiusura di Federica Pellegrini nei 200 stile libero che spalanca anche alla 4x200 stile libero le porte della Corea per la quale i pass diventano dodici, undici inviduali. Queste le copertine della seconda giornata dei campionati assoluti primaverili di nuoto UnipolSai, in svolgimento fino a sabato 6 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione. 

diliddo 3 4 19
Titolo e pass iridato nei 100 farfalla per Elena Di Liddo. La 25enne di Bisceglie - tesserata per Carabinieri e CC Aniene e bronzo europeo a Glasgow 2018 - tocca in 57''80 (27''03 ai 50), precedendo la primatista italiana Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) in 58''33 e Federica Greco (Tiro a Volo) terza con il personale in 59''69 (prec. 59''89 per la prima volta in carriera sotto il minuto) che la proietta al decimo posto tra le performer italiane. "Sono andata leggermente più piano rispetto al mattino (57''61) ma l'importante era agguantare la qualificazione - commenta l'allieva di Raffaele Girardi - Adesso avrò la possibilità di vivere più tranquillamente questa parte della stagione, per poi concentrarmi su Gwangju".

ceccon 3 4 19

Aveva detto alla vigilia che la sua gara erano i 100 dorso, dopo aver vinto i 50. In mattina era stato sornione, come spesso gli capita, poi la zampata al pomeriggio che vale il record italiano juniores e il semaforo verde per i campionati del mondo. Thomas Ceccon vola in 53''60, cinque centesimi in meno rispetto al 53''65 siglato agli Youth Olimpic di Buenos Aires 2018 dove conquistò cinque medaglie. "Bene così, era quello che volevo - spiega il gigante veneto, dall'alto dei suoi due metri, tesserato per Fiamme Oro e Leosport e allenato Alberto Burlina - Non è ancora finita per me, perché ho un programma agli Assoluti piuttosto intenso e mi sento molto bene". Dietro al 18enne di Schio Matteo Restivo (Carabinieri/FlorentiaNC) in 54''43, due centesimi più veloce di Matteo Milli (In Sport Rane Rosse).

scozzoli 3 4 19

Nei 100 rana Fabio Scozzoli batte Nicolò Martinenghi nell'eterno duello tra il leone indomabile e il giovane che avanza, per un numero da grande campione. Il 30enne di Lugo - tesserato Esercito ed Imolanuoto, preparato da Cesare Casella - si impone in 59''52 (27''41) quanto basta per il pass iridato; alle sue spalle il 19enne varesotto e primatista italiano (59''01 per il titolo mondiale juniores a Indianapolis 2017) - tesserato per Fiamme Oro ed NC Brebbia - in 59''92, dopo aver nuotato sotto al limite iridato al mattino (59''65), e il compagno d'allenamenti Federico Poggio (Imolanuoto) con il personale in 1'00''24 che ritocca l'1'00''56 siglato in batteria. "Mi aspettavo una gestione di gara differente - commenta Scozzoli, ventisei medaglie tra mondiali ed europei - Mi sento, per il momento, meno veloce rispetto al passato. In questi tre mesi la preparazione non è andata proprio liscia, ma il peggio sembra passato. Sono contento per il terzo posto di Federico, perchè è un ragazzo che merita molto".

pellegrini 3 4 19

Nel finale l'attesa per lo show di Federica Pellegrini che torna vincendo i 200 stile libero in 1'56''60 (56''75 ai 100). La vincitrice di tutto - tesserata per CC Aniene e allenata al Centro Federale di Verona dal tecnico federale Matteo Giunta - trascina Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene) seconda con il personale in 1'58''83 (prec. 2'00''30), Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) terza in 1'59''05 e Linda Caponi (Carabinieri/Team Toscana Nuoto) quarta in 1'59''07, prenotando la carta d''imbarco per i mondiali anche alla staffetta 4x200. "Devo riprendere l'abitudine a fare i 200 ma sono già felice così - spiega la campionessa di Spinea, che parteciperà al nono mondiale della carriera dopo l'ottava medaglia iridata consecutiva e il terzo oro conquistato nei 200 a Budapest nel 2017 a 29 anni - Con il passare delle gare e della preparazione andrà sempre meglio. Allenare i 100 stile libero mi sta aiutando nei passaggi. Sono contenta anche per la staffetta: ci voleva proprio". Gli fa eco la regina del mezzofondo, per la prima volta in acqua a fianco della Divina. "Il tempo è buonissimo - sottolinea Quadarella, che sale al nono posto tra le performer italiane - Con Christian Minotti ci stiamo concentrando molto su questa distanza, che mi serve anche per la velocità. Nuotare vicino a Federica è bellissimo, oltre a essere un grande stimolo".

scalia3419
LE ALTRE FINALI. Silvia Scalia si impone nei 50 dorso in 27''89 record italiano che lima di altri due centesimi al 27''91 nuotato al mattino e che a sua volta aveva tolto, cinque centesimi in meno del personale nuotato nelle semifinali degli europei di Glasgow, il 4 agosto scorso, nonché primato battuto in 27"94 nella semifinale successiva da Carlotta Zofkova che poi conquisterà il bronzo nei 100.
La 23enne di Lecco - tesserata per Fiamme Gialle e CC Aniene, allenata dal tecnico federale Gianni Leoni - timbra la sesta prestazione mondiale stagionale ma il limite iridato è lontano diciannove centesimi (27''7); alle sue spalle, in una finale giovanissima (media età 17.7), l'emiliana Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) in 28''46 e l'emiliana Costanza Cocconcelli (NC Azzurra 91) in 28''91. "Sono un po' delusa perchè avevo nelle gambe il tempo per i mondiali - sottolinea Scalia, primatista italiana anche in vasca corta (26''67) - E' comunque nuovamente il mio migliore e ciò rappresenta uno stimolo a fare sempre di più".

condorelli3419
Nei 50 farfalla vittoria ex aequo ma niente pass per la Corea (tl 25''7) per Piero Codia (Esercito/CC Aniene) e Santo Yukio Condorelli (Aurelia Nuoto) in 23''76. "Il tempo non è eccezionale - ammette il primatista italiano, seguito da Alessandro D'Alessandro e campione europeo a Glasgow 2018 nella doppia distanza - Peccato perchè ho pagato qualche di troppo". "Sono abbastanza felice - commenta l'italoamericano, seguito dal tecnico federale Claudio Rossetto e al primo titolo tricolore - Sto migliorando, come il mio italiano".

carraro 3 4 19

La sorpresa nei 200 rana la firma Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) che mette dietro le favorite della vigilia. La 25enne ligure - allenata da Cesare Casella e già vincente con pass mondiale nei 100, pensando a un triplete mai verificatosi - chiude in 2'25''96, con un magnifico ultimo 50 in 37''12 che serve per mette dietro Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse) in 2'26''43 e Anna Pirovano (In Sport Rane Rosse) sul gradino più basso del podio in 2'26''81. " Sarebbe veramente bello fare tre su tre - dichiara Carraro, che abbassa di quasi due secondi il personale (prec. 2'27''92), salendo al sesto posto tra le performer italiane - Sono veramente sorpresa perchè era da tempo che non andavo così forte nei 200". 

staff4x200 3 4 19
Il pomeriggio si chiude con il successo della staffetta 4x200 stile libero dell'Esercito (Nicolangelo Di Fabio 1'49''75, Gabriele Detti 1'45''75, Federico Turrini 1'49''74 e Matteo Ciampi 1'46''98) in 7'12''22 record italiano societario, che ritocca il 7'12''60 del Circolo Canottieri Aniene del 2016; seconda la Marina Militare in 7'17''87 e terze le Fiamme Oro in 7'18''17 con Gregorio Paltrinieri che nuota 1'49''37 lanciato.

LA PROGRAMMAZIONE DI RAISPORT. Batterie e finali in diretta su Rai Sport + HD dalle 9.50 e dalle 17.55, ad eccezione della sessione di sabato pomeriggio che inizierà alle 16.30. 

I podi delle finali 
Assoluti indoor - 2^ giornata

50 dorso fem
tempo limite iridato 27''7
1. Silvia Scalia (Fiamme Gialle / CC Aniene) 27"89 RI (prec. 27"91 in batteria)
2. Tania Quaglieri (Sea Sub Modena) 28''67
3. Costanza Cocconcelli (NC Azzurra 91) 28''91

50 farfalla mas
tempo limite iridato 23''2
1. Piero Codia (Esercito/CC Aniene) 23''76
1. Santo Yukio Condorelli (Aurelia Nuoto) 23''76
3. Daniele D'Angelo (Marina Militare/CC Aniene) 23''82

100 farfalla fem
tempo limite iridato 57''8
1. Elena Di Liddo (Carabinieri/CC Aniene) 57''80
2. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 58''33
3. Federica Greco (Tiro a Volo) 59''69 pp (precedente 59''89 in batteria)

100 dorso mas
tempo limite iridato 53''7
1. Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) 53''60 RIJ (precedente 53''65 di Thomas Ceccon del 08/10/2018 a Buenos Aires)
2. Matteo Restivo (Carabinieri/FlorentiaNC) 54''43
3. Matteo Milli (In Sport Rane Rosse) 54''45

200 rana fem
tempo limite iridato 2'23''9
1. Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) 2'25''96 pp (precedente 2'27''92 del 11/04/2018 a Riccione)
2. Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse) 2'26''43
3. Anna Pirovano (In Sport Rane Rosse) 2'26''81 pp (precedente 2'27''49 del 01/03/2019 a Milano)

100 rana mas
tempo limite iridato 59''5
1. Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) 59''52
2. Nicolò Martinenghi (Fiamme Oro/NC Brebbia) 59''92
3. Federico Poggio (Imolanuoto) 1'00''24 pp (precedente 1'00''56 in batteria)

200 stile libero fem
tempo limite iridato 1'57''1 
1. Federica Pellegrini (CC Aniene) 1'56''60
2. Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene) 1'58''83 pp (precedente 2'00''30 del 01/07/2018 a Roma)
3. Stefania Pirozzi (Fiamme Oro/CC Napoli) 1'59''05

Atleti qualificati ai Mondiali (12)
Simona Quadarella negli 800 stile libero in 8'25''55
Gabriele Detti nei 400 stile libero in 3'43''36 RI=
Marco De Tullio nei 400 stile libero in 3'46''89
Martina Carraro nei 100 rana in 1'07''04
Arianna Castiglioni nei 100 rana in 1'07''11
Federico Burdisso nei 200 farfalla in 1'54''64 RI-RIC-RIJ
Andrea Vergani 50 stile libero in 21''53
Elena Di Liddo nei 100 farfalla in 57''80
Thomas Ceccon nei 100 dorso in 53''60 RIJ
Fabio Scozzoli nei 100 rana in 59''52
Federica Pellegrini nei 200 stile libero 1'56''60
Staffetta 4x200 stile libero femminile

Vai ai risultati ufficiali

Criteri di selezione mondiali Gwangju

#TutticonManuel. Con Manuel Bortuzzo nel cuore e nella mente, anche e soprattutto a Riccione. Gli assoluti UnipolSai daranno spazio all'iniziativa della Federazione Italiana Nuoto give#tutticonmanuel dedicata a Manuel Bortuzzo, ferito in un vile agguato nella notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio nel quartiere Axa di Roma.

ARENA MOST VALUABLE SWIMMER. Sabato pomeriggio prima delle finali saranno premiati gli undici atleti (sei maschi e cinque femmine) vincitori dell'Arena Most Valuable Swimmer. Vale a dire i migliori performer (uno per categoria) dei recenti Criteria 2019 e selezionati in base ad alcuni criteri fissati dal tecnico federale responsabile delle squadre nazionale giovanili Walter Bolognani e dal direttore tecnico Cesare Butini. Gli atleti verranno omaggiati da Arena e Fin di un kit (Equipment, Training tools, Bags) e di una Canotta arena/fin, che identificherà i MVS della stagione categoria 2018/2019 in vasca corta di Riccione. Saranno premiati: Alberto Razzetti (cadetti), Federico Burdisso (juniores 2001), Dylan Buonaguro (juniores 2002), Simone Cerasuolo (ragazzi 2003), Alex Sabbatani (ragazzi 2004) e Christian Mantegazza (ragazzi 2005); Giulia D'Innocenzo (cadette), Anita Gastaldi (juniores 2003), Sofia Sartori (juniores 2004), Benedetta Pilato (ragazze 2005) e  Grazia Bianchino (ragazzi 2006).  Il premio prevederà un’edizione anche estiva, in vasca lunga, durante i campionati di Categoria a Roma.

Foto Giorgio Scala/deepbluemedia.eu