Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Categoria indoor. Record in acqua e fuori

Salvamento

Ottocentotre atleti e 80 società. Numeri record in termini di club presenti a gare di salvamento in Italia e di atleti partecipanti da quando sono stati introdotti i tempi limite (era il 2002). In tribuna duemila persone in tre giorni.
I campionati di categoria indoor di nuoto per salvamento, che si sono svolti alla piscina Samuele di Milano dall’1 al 3 marzo, organizzati dalla Federazione Italiana Nuoto – Sezione Salvamento in collaborazione con il Comitato FIN Lombardia, insieme alle 264 medaglie assegnate e ai dieci record stabiliti, hanno maturato anche grandi numeri. Gare open con la partecipazione, fuori classifica, degli olandesi Stefan e Martin Teley e dello spagnolo Daniel Martinez Sanz.
A bordo vasca, a officiare le premiazioni, sono intervenuti il Presidente Onorario della FIN Salvatore Montella, il Presidente della Sezione Salvamento Vincenzo Vittorioso, il Presidente e il Vicepresidente del Comitato Lombardia Danilo Vucenovich e Pierpaolo Varisco e il Coordinatore della Commissione Tecnica Giorgio Quintavalle.
Al termine delle gare sono state stilate le classifiche finali per società: i Nuotatori Modenesi primi nella categoria ragazzi con 240,1 punti, la Rari Nantes Torino prima nella categoria junior con 248,3 punti, il Centro Nuoto Nichelino primo nella categoria cadetti con 330 punti e le Rane Rosse Acqvasport prime nella categoria senior con 483,6 punti.
Il prossimo appuntamento con il salvamento indoor è il 27 e 28 aprile a Livorno con gli Assoluti, validi come selezione per gli Europei di agosto in Olanda.
 
Il report di Milano 
 
Nella prima giornata sono stati assegnati 38 titoli nazionali, 22 individuali e 16 di staffetta e stabiliti quattro record italiani di categoria: Valeria Cappelletti (Acqvasport Lario) nel trasporto del manichino con pinne ragazze con 1’02”31; Nuovo Nuoto Bologna (Naldi, Catani, Gasperini e Montanari) nella staffetta ostacoli cadette con 2’00”90; Nuotatori Modenesi (Maini, Lonardi, Ferrari e Lami) nella staffetta ostacoli ragazze con 2’07”42 e nella staffetta mista ragazze con 1'55"67. Ampio il programma: nuoto con ostacoli, percorso misto, staffetta con ostacoli, manichino con pinne e staffetta mista.
 
Nella seconda giornata sono stati stabiliti sei record di categoria (5 nazionali e 1 continentale). Nella sessione del mattino Laura Pranzo (CN Nichelino) ha stabilito il primato europeo juniores e italiano cadette dei 50 metri manichino con 36”84. Il precedente record europeo apparteneva alla tedesca Fabienne Goller con 37”31 e il precedente italiano era della stessa Pranzo con 37”51. Il CN Nichelino Torino ha fissato il nuovo primato nazionale cadette della staffetta manichino (Granella, Stornello, Pranzo e Sciarrillo) in 1’31”96 migliorando il precedente che già gli apparteneva di 1’33”40. Nella sessione del pomeriggio ancora Laura Pranzo (CN Nichelino) ha stabilito il record cadette del manichino con pinne e torpedo con 1'00"87, Grabriel Trovato (Accademia Salvamento) il primato ragazzi del manichino con pinne e torpedo con 59"04 e Valeria Cappelletti (Acqvasport Lario) quello ragazze del manichino con pinne e torpedo con 1'03"91. Sono stati assegnati 32 titoli italiani.
 
Nessun record nella terza e conclusiva giornata, dedicata alle prove del super lifesaver e assegnati gli ultimi sei titoli italiani in programma. In campo femminile successi di Laura Pranzo (CN Nichelino) con 2'32”70 nelle cadette, Camilla Torsellini (Nuotatori Modenesi) con  2'46”00 nelle junior e Federica Ferraguti (Nuotatori Modenesi) con 2'29”61 nelle senior; in campo maschile vittorie di Stefano Giuntoli (Uisp River Borgaro) con 2'17”87 nei cadetti, Francesco Giordano (Fiamme Oro Roma) con 2'17”08 negli junior e Federico Pinotti (Fiamme Oro Roma) con 2013”13 nei senior.
 
Lo staff tecnico 2013-2016
 
Nella riunione tecnica del 2 marzo a Milano, presso la sala riunioni della piscina Samuele, presieduta dal Presidente della Sezione Salvamento della FIN Vincenzo Vittorioso e dal Coordinatore della Commissione Tecnica Giorgio Quintavalle, sono stati ratificati i ruoli tecnici delle squadre Nazionali di salvamento per il prossimo quadriennio. Lo staff è composto dal Commissario tecnico delle Rappresentative Assoluta e Giovanile Giovanni Antonio Cano, dai Tecnici della Rappresentativa Assoluta Massimiliano Tramontana e Giorgiana Emili, dal Tecnico della Rappresentativa Giovanile Gianni Anselmetti e dal Tecnico Responsabile del Progetto Sviluppo al Sud Giampaolo Longobardo.
 
Risultati e classifiche