Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Rescue 2006 l'Italia è pronta

News Salvamento precedenti
images/joomlart/article/d0099a52804d0bded96043d7cc8dd1dc.jpg

La Nazionale di salvamento partirà il 7 febbraio per l'Australia e dal 14 al 18 parteciperà alle gare. Il CT Cano: "Cercheremo di eguagliare i risultati di Viareggio 2004"

ROMA
La Nazionale di salvamento è tornata dal collegiale di Tenerife più motivata di prima.
L'ultima settimana di lavoro è servita al Commissario Tecnico Antonello Cano per completare la preparazione in vista del Rescue 2006, che si svolgerà dal 14 al 18 febbraio in Australia, e testare la condizione degli azzurri. L'allenatore sardo è soddisfatto e guarda al prossimo appuntamento con fiducia. La squadra è rientrara in Italia venerdì scorso e il 2 febbraio si ritroverà a Roma. Cinque giorni di allenamento e poi la partenza per Melbourne il 7 febbraio. In Australia, a Lorne, sosterrà un collegiale di ambientamento e dal 14 parteciperà alle gare: due giorni a Geelong per le prove in piscina e due a Lorne per quelle oceaniche, in mare e sulla spiaggia.
Antonello Cano traccia il bilancio dell'ultima settimana di lavoro. "La preparazione è stata ottimale - spiega l'allenatore azzurro - adesso svolgeremo due collegiali di rifinitura nei quali cercheremo di affinare le tecniche di tutte le specialità. Il primo a Roma, cinque giorni prima della partenza per Melbourne, e il successivo in Australia, cinque giorni prima dell'inizio delle gare". 
"A Santa Cruz di Tenerife abbiamo lavorato molto - continua - curando sia le gare in piscina sia quelle oceaniche, dove peraltro abbiamo affinato le tecniche di canoa e tavola. Le condizioni del mare ci hanno aiutato perchè erano simili a quelle che troveremo a febbraio a Geelong e Lorne".
Si parte il 7 febbraio. Con quali obiettivi? "Vogliamo ripartire dal Rescue 2004 - repilca il tecnico - Quella di Viareggio è stata una edizione storica per l'Italia e trainante per l'intero movimento. In Australia cercheremo di confermare le medaglie vinte (6 ori, 2 argenti, 2 bronzi) e proveremo a migliorarci in mare. L'obiettivo è ottenere risultati eccellenti anche nelle prove oceaniche, dove Nazioni come l'Australia, la Nuova Zelanda e il Sud Africa mantengono una supremazia consolidata negli anni".
"Certamente sarà una Nazionale determinata e ricca di stimoli - assicura Cano - dalla quale mi aspetto ottime prove. Confido molto sui nostri atleti di punta. A loro spetta anche il compito di dar forza al gruppo". 
 
Vai al sito ufficiale


I PROBABILI AZZURRI
DONNE

Erica Buratto (CN Torino)
Elena Prelle (CN Torino)
Annamaria Costagliola (Atlantis Posillipo)
Martina Mariti (Ronciglione Capranica)
Alessia Larocca (VVF Modena)
Isabella Cerquozzi (Fiamme Oro Roma)

UOMINI

Marcello Onadi (VVF Salza Torino)
Massimiliano Eroli (Carabinieri)
Daniele Battegazzore (Swimming Alessandria)
Nicola Ferrua (Swimming Alessandria)
Germano Proietti (Fiamme Oro Roma)
Mauro Locchi (Fiamme Oro Roma)
Marco Mosconi (Marina Militare)