Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Indoor di salvamento. Vincono le Rane Rosse

Salvamento
images/joomlart/article/f108ee03cf32d13eec35d29ada0365d0.jpg

Tre record del mondo, cinque europei, cinque italiani. Tra assoluti e di categoria. Le società si congedano dalla piscina Daniela Samuele di Milano. L’Aqvasport Rane Rosse vince la classifica con 582.25, secondo il Gruppo Sportivo Fiamme Oro Roma con 441.75 e terza la Rari Nantes Torino con 325.5 punti. Gli assoluti primaverili di salvamento promuovono i primi 12 atleti per il Rescue 2014 assoluto e junior a Montpellier (6 e 6); gli altri 12 sono soggetti alle scelte tecniche e verranno comunicati nei prossimi giorni. Sulla base dei risultati ottenuti si sono qualificati al mondiale assoluto Federico Pinotti (Fiamme Oro Roma), Daniele Sanna (Aqvasport Rane Rosse), Federico Gilardi (Rari Nantes Torino), Silvia Meschiari e Alice Marzella (Aqvasport Rane Rosse) e Cristina Leanza (Safa 2000 Torino); si sono qualificati al mondiale juniores Emilio Mazza (Safa 2000 Torino), Bruno Cerra (Uisp River Borgaro), Davide Gallo (Rari Nantes Cairo), Serena Nigris (Orizzonti Coop Udine), Alessandra Marra (Gymansium Scafati), Greta Pezziardi (Rari Nantes Torino).
Pronti, via e Federico Pinotti (Fiamme Oro Roma) va oltre. Si conferma il numero 1 del superlife in Italia e con 2’07”81 fissa il nuovo primato nazionale assoluto e senior. Il suo personale era 2’09”47 nuotato a dicembre a Roma in occasione del campionato a squadre. Oggi si è migliorato di un secondo e mezzo e ha sbriciolato il record precedente di 2’09”41 che Marco Bolognesi deteneva dal 1 marzo 2009. Poi Pinotti fa il bis d’oro vincendo il percorso misto con 1’01”26.
E’ adrenalina pura nel manichino con pinne. Giulia Fiorani (Aqvasport Rane Rosse) migliora se stessa e abbassa di altri tre decimi il proprio record del mondo: 53”60 in finale dopo il 53”91 di questa mattina in batteria. Il primo a complimentarsi con Giulia è il presidente della Sezione Salvamento della FIN Vincenzo Vittorioso (nella foto di Santo Sciammarella). La neoprimatista europea juniores Francesca Critelli (Swimming Club Alessandria) non ripete il tempo record delle eliminatorie (57”47) e con 58’48 guadagna la medaglia di bronzo. Nella finale maschile non c’è il record ma non manca l’agonismo. Secondo tempo del derby tutto Fiamme Oro Roma tra il primatista mondiale Francesco Bonanni, primo in batteria e Simone Procaccia. Vince Simone Procaccia che nella gara che conta di più mette il braccio davanti a tutti e anticipa Francesco Bonanni di 5 centesimi: Simone chiude in 46”42, Francesco in 46”47.
A chiudere due record di società in staffetta griffati Rane Rosse. Il primo, italiano, con le ragazze della 4x25 manichino Elisa Apostoli, Alice Marzella e Silvia Meschiari e il rientro in vasca, solo per questa occasione, di Marta Mozzanica che vincono con 1’23”62. Il precedente era sempre delle Rane (1’25”31 a Ravenna 2012) e quello della Nazionale è stato avvicinato di 27 centesimi. Il secondo, mondiale, con i ragazzi della 4x25 manichino Alessandro Fontana, Matteo Montesi, Giovanni Legnani e Emanuele Bermani che con 1’06”72 migliorano se stessi. Erano stati loro due anni fa a Ravenna a stabilire il precedente con 1’06”92. Nei quattro c’era Costamagna al posto di Fontana, gli altri sono gli stessi. E come la Mozzanica, anche Montesi e Legnani (dicono) sono scesi in acqua soltanto per queste gare.
Fa festa anche Silvia Meschiari (Aqvasport Rane Rosse) che oggi vince altri tre titoli e torna a casa con 7 medaglie d’oro al collo.          


I podi delle finali A del 2° giorno

 

200 super lifesaver F

1. Silvia Meschiari (Aqvasport Rane Rosse) 2’27”19 

2. Samantha Ferrari (Marina Militare) 2’32”30

3. Elena Tetta (Safa 2000 Torino) 2’35”79

 

200 super lifesaver M

1. Federico Pinotti (Fiamme Oro Roma) 2’07”81 rec ita

2. Daniele Sanna (Aqvasport Rane Rosse) 2’09”94

3. Federico Gilardi (RN Torino) 2’13”16

 

100 manichino con pinne F

1. Giulia Fiorani (Aqvasport Rane Rosse) 53”60 rec mondiale

2. Martina Mazzi (N Milanesi) 56”87

3. Francesca Crivelli (Swimming Club Alessandria) 58”48

 

100 manichino con pinne M

1. Simone Procaccia (Fiamme Oro Roma) 46”42

2. Francesco Bonanni (Fiamme Oro Roma) 46”47

3. Andrea V. Piroddi (Fiamme Oro Roma) 46”74

 

100 percorso misti F

1. Silvia Meschiari (Aqvasport Rane Rosse) 1’12”67

2. Cristina Leanza (Safa 2000 Torino) 1’13”93 

3. Alice Marzella (Aqvasport Rane Rosse) 1’14”31 

 

100 percorso misto M

1. Federico Pinotti (Fiamme Oro Roma) 1’01”26

2. Luca Pancari (RN Torino) 1’01”79

3. Federico Gilardi (RN Torino) 1’02”64

 

Staffetta 4x25 manichino F

1. Aqvasport Rane Rosse 1’23”62 rec ita

Marta Mozzanica, Elisa Apostoli, Alice Marzella, Silvia Meschiari

2. Safa 2000 Torino 1’26”89

3. Nuotatori Modenesi 1’30”15

 

Staffetta 4x25 manichino M

1. Aqvasport Rane Rosse 1’06”72 rec mondiale

Alessandro Fontana, Matteo Montesi, Giovanni Legnani, Emanuele Bermani

2. Circolo Nautico Posillipo 1’09”07

3. Pol Uisp River Borgaro 1’11”76

 


 


 

Foto Giorgiana Emili