instagram

Новости Новости Беларусь Любовь и семья Общество Люди и события Красота и здоровье Дети Диета Кулинария Полезные советы Шоу-бизнес Огород Гороскопы Авто Интерьер Домашние животные Технологии Идеи для творчества на каждый день

Mondiali Lifesaving. Australia a quota 23. Egitto doppietta d'oro

Salvamento
images/large/Board_Rescue_Women_Final_DBM_GSC7293.JPG

Il tempo peggiora e la prima giornata in mare dei National Open inizia e si conclude sotto la pioggia. Permette agli atleti di concludere le finali ma la cerimonia di premiazione, così com’era accaduto in occasione dell’esordio dei master e della Rescue Cup, deve trasferirsi al coperto, sotto il tendone del villaggio ospitalità al Bagno Riccione 7. Gioco facile per gli australiani, abituati a ben altre condizioni (i prossimi mondiali nel Queensland si svolgeranno dal 20 agosto all’8 settembre alle stesse temperature) che aggiungono altre nove medaglie nella valigia iridata (4 d’oro, 3 d’argento, 2 di bronzo) e si proiettano a quota 23 staccando l’Italia, che con l’exploit della piscina li aveva raggiunti e che dopo lo “zero” di oggi rimane ferma a 14 (4, 6, 4), tallonata da Germania (12 con 4 ori) e Nuova Zelanda (14 con 3 ori). Nella prova ocean women Harriet Brown e Naomi Scott fanno doppietta e la specialista azzurra della canoa Cornelia Rigatti è decima; nel salvataggio con la tavola Naomi Scott e Harriel Brown vincono davanti a neozelandesi e giapponesi mentre le nostre Helene Giovanelli e Cornelia Rigatti sono quarte per questione di centimetri, di centesimi di secondo. Piangono di gioia Yurika Mitsui e Saaya Nasukawa, festeggiate da tutto il team, felici per una medaglia che va oltre il valore sportivo. Elizabeth Forsyth nei 90 sprint conquista il terzo oro di giornata delle aussie, poi entrano in acqua le equipe egiziane e nelle staffette sprint non ce n’è più per nessuno: le ragazze Dwidar, Mansour, Seddik e Sedky, i ragazzi Khaled, Abdelaziz, Shalaby ed Elsaaid corrono e nuotano eleganti e potenti. Gli unici azzurri a vincere una finale sono Andrea Niciarelli e Federico Gilardi che si aggiudicano la finale B del salvataggio con la tavola. Pioggia a parte, le condizioni meteo rimangono nella norma: temperatura dell’acqua intorno ai 21° ed esterna tra i 14 e i 21 gradi. Onda di 40 centimetri e vento da sud est alla velocità massima di 23 chilometri orari.

I risultati della prima giornata

Ocean F
1. Harriet Brown (Aus)
2. Naomi Scott (Aus)
3. Danielle McKenzie (Nzl)
10. Cornelia Rigatti (Ita)
14. Alessandra Marra (Ita)

Ocean M
1. Cory Taylor (Nzl)
2. Kendrick Louis (Aus)
3. Ben Carberry (Aus)

Salvataggio tavola F
1. Naomi Scott-Harriel Brown (Aus)
2. Olivia Corrin-Danielle McKenzie (Nzl)
3. Yurika Mitsui-Saaya Nasukawa (Jpn)
4. Helene Giovanelli-Cornelia Rigatti

Salvataggio tavola M
1. James Koch-Kendrick Louis (Aus)
2. Josh Gammon-Robert Whittaker (Gbr)
3. Mael Tissier-Santxo Etcheverry (Fra)

In finale B
1. Andrea Niciarelli-Federico Gilardi (Ita)

90 sprint F
1. Elizabeth Forsyth (Aus)
2. Briana Inrving (Nzl)
3. Lara Gomnez Garcia (Esp)

90 sprint M
1. Michael Hanna (Nzl)
2. Sam Zustovich (Aus)
3. Ryle De Morny (Rsa)

Staffetta sprint F
1. Egitto
Dwidar, Mansour, Seddik, Sedky
2. Iran
3. Australia

Staffetta sprint M
1. Egitto
Khaled, Abdelaziz, Shalaby, Elsaaid
2. Germania
3. Francia

Foto di Giorgio Scala e Giovanni Pasquino / DBM