Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Protocollo d'intesa. FIN e ANMI insieme fino al 2024

Salvamento
images/large/image0.jpeg

Importante protocollo d'intesa siglato oggi tra il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli e l'Ammiraglio Pierluigi Rosati in rappresentanza dell'Associazione marinai d'Italia valdio fino al 2024. La F.I.N. e l'A.N.M.I. intendono sviluppare congiuntamente le attività di formazione e costante aggiornamento in materia di salvaguardia della vita in acqua. Nello sforzo di continuare a diffondere i principi e le tecniche del nuoto e del nuoto per salvamento, l'A.N.M.I. e la F.I.N. insieme intendono definire, sviluppare e diffondere le tecniche di intervento di emergenza in ambito acquatico per il recupero in sicurezza delle vittime in acqua anche attraverso l'uso di attrezzature specifiche in accordo con le linee guida internazionali.
In particolare la Fin si impegna a fornire all'A.N.M.I. il necessario supporto tecnico – didattico e formativo nei propri settori specialistici, a garantire agli associati dell'A.N.M.I. l'accesso ai Corsi per il conseguimento dei brevetti tecnici organizzati dalla Sezione Salvamento e alle condizioni riservate ai Corpi militari, ad applicare una riduzione del 10%, sulle quote di frequenza ai corsi di nuoto, proposti dai Centri Federali della Federazione Italiana Nuoto, ai tesserati all'Associazione Marinai d'Italia e familiari e a riconoscere l'A.N.M.I. quale associazione privilegiata nell'ambito delle attività marinare.
Di contro l'Associazione dei Marinai riconosce i brevetti rilasciati dalla sezione Salvamento ai propri associati, a fornire alla F.I.N. il necessario supporto logistico organizzativo nonché l'esperienza acquisita nell'ambito delle attività marinare, secondo le esigenze che saranno oggetto di specifici accordi e a riconoscere la Federnuoto come unico organo tecnico deputato alla formazione dei propri associati in materia di nuoto e salvamento acquatico.