Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali Lifesaving. Italia a quota undici

Salvamento
images/foto_federazione/large/mondiali_23_nov.jpg
Seconda giornata del mondiale di nuoto per salvamento dei National Team Open e Youth. Ad Adelaide gare alternate in mare e piscina fino a domenica 25 novembre. Da lunedì 26 proseguiranno gli Interclub. Si tinge di tricolore il cielo australiano con il medagliere dell'Italia che sale a quota undici, dopo i due argenti e due ori di giovedì. Italia al terzo posto in classifica con 375 punti dopo le gare in piscina (185 con la squadra maschile, 172 con la femminile e 18 con la mixed) e prima delle Nazioni europee. Davnti a tutti ci sono Australia e Nuova Zelanda entrambe con 387 punti.  
E' dominio azzurro nei 200 super lifesaver con gli strepitosi successi di Silvia Meschiari e Federico Gilardi. La 26enne emiliana di Modena - tesserata per Fiamme Oro - chiude in 2'22''31, venticentesimi meglio dell'aussie Davies Prue seconda in 2'22''51. Il 27enne piemontese - tesserato per Fiamme Oro e Rari Nantes Torino e già d'argento nei 200 ostacoli - nuota in 2'07''29, unico a scendere sotto i 2'08", precedendo l'australiano Matt Davis in 2'08''30 e il tedesco David Laufkotter terzo in 2'09''50; ai piedi del podio Daniele Sanna (In Sport Rane Rosse) quarto in 2'10''32.
In apertura di programma subito sorrisi dai 100 manichino con pinne. Tra i maschi successo del tedesco Jan Malkowksi in 44''72, ma alle sue spalle c'è il romano Andrea Piroddi (Fiamme Oro) che è d'argento in 45''22. Completa il podio il neozelandese Steven Kent (45''26) che precede di meno di un secondo Jacopo Musso in 46''20. La spagnola Antia Garcia in 52''31 si impone tra le femmine, dietro di lei la transalpina Magali Rousseau in 52''40 e l'azzurra Federica Volpini. La 25enne di Roma - tesserata per Fiamme Oro e d'oro e primatista del mondo nei 100 manichino torpedo con pinne (57"05) - è di bronzo in 52''75. E' terza nei 50 manichino anche Cristina Leanza (Aquatica Torino) in 35''93. Davanti alla 30enne di Moncalieri la britannica Zara Williams in 34''62 e la cinese Hulmin Wu in 34''71.
Le staffette infine regalano due argenti. La 4x50 mista con Marcello Paragallo (Gym Sportamnia Scafati), Andrea Piroddi, Federico Gilardi e Jacopo Musso sono secondi in 1'29''05; davanti a loro solo la Germania che domina con il record del mondo di 1'26''19. Paragallo, Piroddi e Gilardi con Daniele Sanna sono gli alfieri della 4x25 manichino d'argento in 1'05''90.

Gli azzurri in Australia. La Nazionale maggiore è composta da Samantha Ferrari, Silvia Meschiari, Federica Volpini e Andrea Piroddi (Fiamme Oro Roma), Cristina Leanza (Aquatica Torino), Serena Nigris (Orizzonti SCSD), Susanna Cicali, Daniele Sanna e Mattia Lentini (In Sport Rane Rosse), Federico Gilardi (Fiamme Oro Roma/RN Torino), Marcello Paragallo (Gym Sportamnia Scafati) e Jacopo Musso (RN Torino). La selezione giovanile è formata da Lucrezia Fabretti (In Sport Rane Rosse) e Francesca Pasquino (Nuotatori Canavesani). Nello staff, con il team manager Giorgio Quintavalle e il commissario tecnico Antonello Cano, i tecnici federali Massimiliano Tramontana e Giorgiana Emili, il tecnico responsabile della squadra giovanile Giovanni Anselmetti, il medico Andrea Felici e la fisioterapista Enilda Nushi. In Australia sono nove ore mezza avanti rispetto all'Italia e gli azzurri avranno quattro giorni per ambientarsi e allenarsi sui campi gara.
 
PROGRAMMA E RISULTATI GARE IN PISCINA
Iniziano gli Open Teams
ora locale (+ 9.30h rispetto l'Italia)
 
Open Teams
 
23 novembre
100 manichino con pinne F
1. Antia Garcia (ESP) 52''31
2. Magali Rousseau (FRA) 52''40
3. Federica Volpini (ITA) 52''75
6. Samantha Ferrari (ITA) 53''28
 
100 manichino con pinne M
1. Jan Malkowski (GER) 44''72
2. Andrea Piroddi (ITA) 45''22
3. Steven Kent (NZL) 45''26
 
50 manichino F
1. Zara Williams (GBR) 34''62
2. Huimin Wu (CHN) 34''71
3. Cristina Leanza (ITA) 35''93
 
50 manichino M
1. Danny Wieck (GER) 28''85
2. Matt Davis (AUS) 29''42
3. Chris Dawson (NZL) 29''43
6. Daniele Sanna (ITA) 30''67
 
4x25 manichino F
1. Germania 1'20''35
2. Francia 1'20''83
3. Belgio 1'21''16
5. Italia 1'23''54
(Samantha Ferrari, Silvia Meschiari, Serena Nigris, Cristina Leanza)
 
4x25 manichino M
1. Germania 1'05''51
2. Italia 1'05''90
(Marcello Paragallo, Andrea Piroddi, Federico Gilardi, Daniele Sanna)
3. Polonia 1'06''70
 
200 super lifesaver F
1. Silvia Meschiari (ITA) 2'22''31
2. Prue Davies (AUS) 2'22''51
3. Carina Doyle (NZL) 2'23''35
5. Samantha Ferrari (ITA) 2'26''53

200 super lifesaver M
1. Federico GIlardi (ITA) 2'07''29
2. Matt Davis (AUS) 2'08''30
3. David Laufkotter (GER) 2'09''59
4. Daniele Sanna (ITA) 2'10''32
 
4x50 mista F
1. Francia 1'38''87
2. Australia 1'38''90
3. Polonia 1'39''51
7. Italia 1'41''46
(Cristina Leanza, Samantha Ferrari, Silvia Meschiari, Federica Volpini)
 
4X50 mista M
1. Germania 1'05''51
2. Italia 1'05''90
(Marcello Paragallo, Andrea Piroddi, Federico Gilardi, Daniele Sanna)
3. Polonia 1'06''70
 
Yuoth Teams
24 novembre
re 09.00 200 ostacoli F e M
ore 10.00 4x50 ostacoli F e M
ore 10.45 Lancio della coorda F e M
ore 11.30 4x50 mista mixed
ore 11.45 100 rescue F e M
ore 13.00 100 manichino torpedo con pinne F e M
Finali dalle 15.00

25 novembre
ore 09.00 100 manichino con pinne F e M
ore 10.00 50 manichino F e M
ore 11.00 4x25 manichino F e M
ore 11.45 200 super lifesaver F e M
ore 13.15 4x50 mista F e M
Finali dalle ore 15.00 
 
LE GARE DEGLI AZZURRI IN PISCINA
 
200 ostacoli (200 metri a stile libero con sottopassaggi)
Federico Glardi
Jacopo Musso
Serena Nigris
Silvia Meschiari
Francesca Pasquino
Lucrezia Fabretti
 
100 rescue (primi 50 metri metri a stile libero, nella vasca di ritorno si raccoglie il manichino sul fondo e si nuota a trasporto)
Daniele Sanna
Marcello Paragallo
Silvia Meschiari
Cristina Leanza
Lucrezia Fabretti
 
100 metri manichino torpedo con pinne (primi 50 metri di subacquea, poi si aggancia il manichino al torpedo e si torna trasportandolo a stile libero)
Federico Gilardi
Jacopo Musso
Federica Volpini
Samantha Ferrari
Francesca Pasquino
 
100 metri manichino con pinne (prima vasca di subacquea, ai 50 metri si raccoglie il manichino sul fondo e si torna a trasporto)
Jacopo Musso
Andrea Piroddi
Federica Volpini
Samantha Ferrari
Lucrezia Fabretti
 
50 metri manichino (mezza vasca a stile libero, ai 25 metri si raccoglie il manichino sul fondo e si cocnlude la gara a trasporto senza pinne)
Daniele Sanna
Marcello Paragallo
Serena Nigris
Cristina Leanza
Francesca Pasquino
Lucrezia Fabretti
 
200 super lifesaver (una vasca e mezza a stile libero, ai 75 metri si raccoglie il manichino sul fondo e lo si trasporta fino ai 100 metri, quindi si lascia il manichino e si indossano pinne e torpedo per la teeza vasca, ai 150 metri si allaccia un secondo manichino e si conclude la gara trasportandolo sempre a stile libero)
Federico Gilardi
Daniele Sanna
Silvia Meschiari
Samantha Ferrari
Francesca Pasquino
 
4x50 ostacoli (ciascuno nuota i propri 50 metri con un sottopassaggio)
Marcello Paragallo, Daniele Sanna, Jacopo Musso, Federico Gilardi
Cristina Leanza, Samantha Ferrari, Silvia Meschiari, Serena Nigris  
 
4x25 manichino (ciascuno nuota 25 metrri a trasporto senza pinne e i cambi si fanno in acqua)
Marcello Paragallo, Jacopo Musso, Federico Gilardi, Daniele Sanna
Samatha Ferrari, Cristina Leanza, Serena Nigris, Silvia Meschiari
 
4x50 mista (il primo staffettista nuota 50 metri a stile libero, il secondo 50 metri di subaquea, il terzo 50 metri col torpedo e ai 150 metri il quarto che è già in acqua si attacca al torpedo e insieme nuotano l'ultima vasca)
Marcello Paragallo, Andrea Piroddi, Federico Gilardi, Jacopo Musso
Cristina Leanza, Samantha Ferrari, Silvia Meschiari, Federica Volpini
 
4x50 mista mixed (il primo staffettista nuota a stile libero, il secondo in subaquea, il terzo trasporta il manichino senza pinne, il quarto trasporta il manichino con le pinne)
Cristina Leanza, Samantha Ferrari, Marcello Paragallo, Andrea Piroddi
 
Lancio della corda o salvagente (il primo atleta dal bordo vasca lancia la fune verso il compagno che è in acqua ad una distanza di 12 metri e lo recupera)
Marcello Paragallo e Andrea Piroddi
Federica Volpini e Serena Nigris
Francesca Pasquino e Lucrezia Fabretti