Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Lifesaving. A Milano per i pass mondiali

Salvamento
images/joomlart/article/b6f78280e5972cc815b2325985fb623e.jpg

Gli indoor di salvamento tornano a Milano. Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio la piscina Samuele di via Mecenate ospita i campionati assoluti primaverili che qualificano ai mondiali assoluti e juniores di nuoto per salvamento che sono in programma a Eindhoven e Noordwijk dal 6 all’11 settembre. Su blocchi di partenza 320 atleti di 56 società gareggiano per il titolo italiano e il pass mondiale e i migliori otto esordienti, invece, sono impegnati nella finale del Grand Prix. I criteri di selezione di entrambe le squadre Nazionali (12 atleti ciascuna) che rappresenteranno l'Italia in Olanda sono quelli già sperimentati con successo negli anni: sei atleti (tre maschi e tre femmine) convocati in base alla somma punti dei risultati ottenuti, gli altri sei (sempre tre e tre) scelti dallo staff tecnico. L’obiettivo è quello di ottenere una rosa capace di coprire tutte le prove, anche quelle in mare e sulla spiaggia, previste ai mondiali. Le gare in calendario sono undici, sei individuali (nuoto con ostacoli, percorso misto, super lifesaving, trasporto manichino, manichino con pinne, manichino pinne e torpedo), quattro staffette (4x25 manichino, 4x50 ostacoli, 4x50 mista e 4x50 maschi e femmine) e il lancio della corda (due atleti per squadra). Gare singole con batterie e finali, staffette a serie e classifica generale. Non ci sono le finali B.
Si comincia sabato mattina alle 8.30 con le batterie dei 200 metri ostacoli con gli azzurri e campioni d’Italia della distanza Silvia Meschiari (Fiamme Oro Roma) e Federico Gilardi (Rari Nantes Torino) che hanno i primi tempi di iscrizione e si prosegue dalle 16.00 con le finali; domenica 1 maggio batterie alle 8.30 e inizio finali alle 15.30. Per Silvia Meschiari, pluri-primatista italiana degli ostacoli, del percorso misto e del superlife, tra le prime a entrare in vasca, ex Aqvasport Rane Rosse e da un anno alle Fiamme Oro, un ritorno nella piscina in cui il 26 aprile del 2014 ha stabilito il record europeo dei 200 ostacoli con 2’07”11. Sempre alla Samuele il 27 aprile del 2014, in occasione degli assoluti, Giulia Fiorani (Aqvasport Rane Rosse) aveva stabilito il record del mondo dei 100 manichino pinne e torpedo con 53”60; record poi battuto dall’australiana Pamela Hendry il 10 agosto dello stesso anno a Sydney (53”31) e che ora appartiene alla francese Megalie Rousseau con il 51”64 nuotato il 18 settembre 2014 a Montpellier.
I primi assoluti di salvamento dell’era moderna a Milano sono stati quelli del 26 e 27 aprile 2014; l’anno scorso si sono disputati nella nuova piscina di Torino (24 e 25 aprile) e negli anni ancora precedenti c’è stata una lunga tradizione a Livorno (dal 2010 al 2013 consecutivamente). Dopo il record di società partecipanti ai campionati di categoria stabilito a febbraio a Riccione (101), in questa edizone è stato raggiunto anche il record di società gli assoluti (56).

Elenco iscritti