Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Atleta down salva bambina a Sabaudia

Salvamento
images/joomlart/article/f077a2b2e4a430db7a7325760d3c0e8b.jpg

Eroe per caso ma non troppo. Valerio Catoia, 17enne di Latina, con sindrome di Down, un fisico scolpito da anni di nuoto (tesserato per la Polisportiva Hiperion) e di tante gare che lo hanno portato a collezionare una medaglia dietro l’altra, l'altra mattina a Sabaudia ha salvato una bambina dall’annegamento. Il giovane stava facendo il bagno insieme al papà e alla sorella.


A un tratto i tre hanno sentito delle urla e visto in mare due bambine, una di 10 e una di 14 anni, in difficoltà a causa del mare particolarmente mosso. I Catoia si sono subito tuffati e Valerio, dopo aver preso la bimba più piccola e averle tenuto la testa fuori dall’acqua, l’ha accompagnata a riva, dove intanto erano sopraggiunti due bagnini dello stabilimento “Il Gabbiano”.


Entusiasmo e commozione sulla spiaggia per l’impresa compiuta dal giovane atleta allenato da Roberto Cavana, che ha ricevuto i complimenti di tutti, tranne che dalla mamma della bambina tratta in salvo. Quest’ultima, presa la figlia per mano, si è infatti allontanata come se non fosse successo nulla. Valerio Catoia nuota da quando ha tre anni: una vera passione per lui. Uno sport che gli era stato consigliato per potenziare la muscolatura e in cui è diventato un campione.  Valerio è un campione a 360 gradi: per lui allenamenti in piscina quotidiani,gli scout e lo studio presso il liceo “Manzoni” di Latina.