Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa Len. Taddeucci seconda, Verani terzo

Fondo
images/joomlart/article/df23e262ef91ba6193a95c7fe5d4b009.jpg

Italfondo subito protagonista delle finali della Coppa Len 2017, in svolgimento a Bracciano fino a domenica 17 settembre: Dario Verani è terzo e Ginevra Taddeucci seconda nelle 10 km che aprono il programma gare.


Il 23enne toscano - tesserato per Nuoto Livorno - chiude, con un poderoso sprint negli ultimi 200 metri, in 1h55'39''9. Davanti a lui l'ungherese Kristof Rasovszky - sempre più leader della classifica generale - primo in 1h55'34''2 e il russo Artem Mamushkin in 1h55'36''4. Nella top ten gli altri azzurri: Alessio Occhipinti (CC Aniene) è quarto in 1h55'41''3, Domenico Acerenza (CC Napoli) ottavo in 1h55'48''1, Marcello Guidi (RN Cagliari) nono in 1h55'51''6 e Andrea Bianchi (Marina Militare/RN Spezia) decimo in 1h56'49''8. Soddisfatto al tragurardo Verani per una conclusione di stagione in grande crescita che lascia sensazioni positive in vista del 2018. "Ho cercato di rimanere sempre nascosto per conservare più energie possibili per il finale - spiega l'atleta livornese, vincitore delle ultime due edizioni della Coppa Len. Forzare all'inizio, soprattutto con queste condizioni meteo e il vento a dar fastidio, avrebbe poi presentato il conto: e cosi è stato per i più giovani. Avessi avuto qualche in metro in più, avrei ripreso anche il russo". Poi uno sguardo all'immediato futuro per l'allievo del tecnico federale Stefano Franceschi e di Samuele Pampana. "L'obiettivo sono gli Europei di Glasgow ma proverò anche le gare in piscina. Credo di poter dire la mia negli 800 e nei 1500 stile libero: adesso stacco per due settimane e poi farò il punto della situazione con i miei allenatori".
 
GARA. Primi due giri a marce ridotte con Mamushkin e il ceco Matej Kozubek a trascinare gli altri. In seguito il forcing di Occhipinti e Acerenza tra il settimo e l'ottavo chilometro che riduce il gruppo a una decina d'unita. Poi esce fuori Rasovszky che negli ultimi ottocento metri alza ulteriormente i ritmi e tocca per primo, difendendosi dal ritorno dello stesso Mamushkin e degli azzurri Verani e Occhipinti con quest'ultimo che resta fuori dal podio per una manciata di secondi.


Grinta, sfrontatezza e voglia di emergere non mancano a Ginevra Taddeucci, splendida seconda nella 10 km femminile al termine di una gara condotta costantemente in testa. La ventenne di Firenze - tesserata per TNT Empoli  - conclude in 2h08'07''9, beffata al traguardo dalla tedesca Leonie Beck (2h08'07''8) che guida il circuito Len; terza la magiara Onon Somenek in 2h08'08''5; brillante quinto posto per Martina Caramignoli - tesserata per Fiamme Oro e Unicusano Aurelia Nuoto e dodicesima nella 5 km dei Mondiali di Budapest - che tocca la piastra in 2h08'12''17. "Fin dalla partenza mi sono messa in testa - spiega Taddeucci, seguita da Giovanni Pistelli - perchè solitamente preferisco avere il pieno controllo della gara. Mi sono un po' mancate le gambe nel finale ma la Beck è veramente forte e sarà difficile toglierle la leadership in Coppa".
 
GARA. Gruppo compatto fino ai 5 chilometri ma il passo è meno compassato rispetto alla prova maschile. Ai sei chilometri Taddeucci, Somenek e Caramignoli producono lo strappo decisivo, con loro restano la russa Sofia Kolesnikova e la tedesca Beck. Quest'ultima accelera negli ultimi 500 metri e prende l'imbuto finale con la direzione migliore, beffando Taddeucci e le altre.
 
CLASSIFICHE COPPA LEN. Tutto ancora aperto per la conquista della Coppa Len 2017, considerando che il successo nella tappa conclusiva vale doppio (40 punti anzichè 20) e che mancano le cinque chiloemtri di domenica 17 settembre. Tra i maschi comanda l'ungherese Kristof Rasovszky con 80 punti. seguito da Alessio Occhipinti secondo con 55 punti e da Alessio Verani che balza dall'undicesimo al terzo posto con 45; tra le femmine guida la tedesca Leonie Beck (80) che precede la magiara Katalin Somenek e l'azzurra Ginevra Taddeucci entrambe a 65.


SOTTO GLI OCCHI DI GREG. Presente a Bracciano, per tifare gli azzurri impegnati nelle finali della Coppa Len, il campione olimpico e bicampione del mondo dei 1500 e oro alle Universiadi nella dieci chilometri Gregorio Paltrinieri.


CaricaPaltrinieri0030303
Gregorio Paltrinieri carica Martina Caramignoli


Il podio della 10 km mas.
1. Kristof Rasovszky (HUN) 1h55'34''2
2. Artem Mamushkin (RUS) 1h55'36''4
3. Dario Verani (ITA) 1h55'39''9
4. Alessio Occhipinti (ITA) 1h55'41''3
8. Domenico Acerenza (ITA) 1h55'48''1
9. Marcello Guidi (ITA) 1h55'51''6
10. Andrea Bianchi (ITA) 1h56'49''8
 Podio Uomini BR01593
Il podio della 10 km maschile


Il podio della 10 km fem
1. Leonie Beck (GER) 2h08'07''8
2. Ginevra Taddeucci (ITA) 2H08'07''9
3. Onon Somenek (HUN) 2h08'08''5
5. Martina Caramignoli (ITA) 2h08'12''17
 Podio Donne BR01723
Il podio della 10 km femminile


2^ giornata - domenica 17 settembre
5 km mas alle 9.30
con Alessio Occhipinti, Andrea Bianchi, Marcello Guidi, Domenico Acerenza, Dario Verani
5 km fem alle 9.40
con Ginevra Taddeucci e Martina Rita Caramignoli


Consulta i risultati ufficiali


GLI AZZURRI. Per l'occasione il direttore tecnico Massimo Giuliani ha convocato sette atleti (5 maschi e 2 femmine): Domenico Acerenza (CC Napoli), Andrea Bianchi (Marina Militare/RN Spezia), Martina Caramignoli (Fiamme Oro/Unicusano Aurelia Nuoto), Marcello Guidi (RN Cagliari), Alessio Occhipinti (CC Aniene), Ginevra Taddeucci (TNT Empoli) e Dario Verani (Nuoto Livorno). Completano lo staff il vice direttore tecnico Valerio Fusco, il responsabile tecnico del settore Stefano Rubaudo, il responsabile tecnico delle squadre giovanili Roberto Marinelli, i tecnici Marco Formentini, Simone Menoni e Fabio Venturini e il medico federale Sergio Crescenzi.


Vai al sito ufficiale della LEN


Foto Giorgio Scala/deepbluemedia.eu