Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei Juniores Vince l'Italia

News Fondo precedenti
images/joomlart/article/0e66ab12159c3df6cf869bdc90c9877d.jpg

Azzurri primi nella classifica a squadre davanti a Francia e Germania. Bronzo della Bruni, quinta Consiglio e ottava Bianchetto. Tra i maschi Lentini sesto, Cangi settimo e Ruffini ottavo. Il tecnico Pistelli: "Ottimo risultato di squadra"

MILANO
L'Italia del fondo vince ancora. Agli Europei Juniores, che si sono svolti oggi sulla distanza dei 5 chilometri presso l'Idroscalo di Milano, gli Azzurri hanno conquistato la classifica a squadre con 71 punti davanti alla Francia (45) e alla Germania (44).
"E' un grande risultato di squadra - commenta il responsabile tecnico della Nazionale giovanile Giovanni Pistelli - Abbiamo piazzato i nostri atleti nelle prime otto posizioni sia nella sessione maschile che in quella femminile. Alla quinta edizione degli Europei Juniores abbiamo conquistato per la quarta volta la classifica generale. Questo è anche merito del grande lavoro degli atleti, tecnici e società che ci consentono di mantenere il nostro movimento ai vertici mondiali".
Nella sessione femminile è arrivato il bronzo di Rachele Bruni in 1h2'57"7 alle spalle della francese Aurelie Muller, oro in 1h02'49"6, e della slovena Teja Zuban, argento in 1h02'53"8; quinta Giorgia Consiglio in 1h03'07"5, ottava Carolina Bianchetto in 1h03'15"8.
"Rachele Bruni ha condotto un'ottima gara - afferma Pistelli - E' partita molto forte ed ha tirato il gruppo per buona parte. Dopo i 4000 metri ha iniziato ad accusare la fatica. Nel finale è riuscita a mantenere contatto con la testa della gara ma le sono mancate le forze per lo sprint. Buone le prestazioni di Giorgia Consiglio e Carolina Bianchetto, che accusava un dolore alla spalla, sempre molto vicine alle prime".
Mattia Lentini, Marco Cangi e Simone Ruffini si sono classificati dal sesto all'ottavo posto toccando nell'arco di un secondo e mezzo rispettivamente in 58'34"1, 58'35"1 e 58'35"4. La gara è stata vinta dal britannico Richard Charlesworth in 57'55"6 davanti ai russi Sergey Bolshakov (58'20"3) e Artem Podjakov (58'20"9). 
"La squadra maschile è in fase di rinnovamento - ricorda Pistelli - Il risultato è comunque lusinghiero. Ad eccezione di Charlesworth, che è partito davanti ed ha fatto gara da solo, tutti gli altri sono rimasti molto vicini. I nostri atleti non si sono mai staccati dal gruppo degli inseguitori e vedere uno sprint tra di loro nel finale è stato molto emozionante". Il fondo resta a Milano per la Coppa Europa in programma domani.
clicca qui per i convocati azzurri. 
   
I RISULTATI E LA CLASSIFICA A SQUADRE
 
Sessione maschile
1. Richard Charlesworth (Gbr) 57.55.6
2. Sergey Bolshakov (Rus) 58.20.3
3. Artem Podjakov (Rus) 58.20.9
4. Csaba Gercsak (Ung) 58.22.3
5. Manuel Scwarkz (Ger) 58.32.4
6. Mattia Lentini (Ita) 58.34.1
7. Marco Cangi (Ita) 58.35.1
8. Simone Ruffini (Ita) 58.35.5

9. Michael Dubief (Fra) 58.37.7
10. Charlie Cuignet (Fra) 59.25.7
 
Sessione femminile
1. Aurelie Muller (Fra) 1.02.49.6
2. Teja Zuban (Slo) 1.02.53.8
3. Rachele Bruni (Ita) 1.02.57.7
4. Alice McCall (Gbr) 1.03.05.7
5. Giorgia Consiglio (Ita) 1.03.07.5
6. Daniela Inacio (Por) 1.03.09.9
7. Isabell Donnath (Ger) 1.03.13.5
8. Carolina Bianchetto (Ita) 1.03.15.8
9. Melanie Ebert (ger) 1.03.17.5
10 Maja Cesar (Slo) 1.03.17.9
 
CLASSIFICA A SQUADRE
1. ITALIA 71
2. FRANCIA 45
3. GERMANIA 44
4. RUSSIA 40
5. GRAN BRETAGNA 38