Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Capri-Napoli 2008<br>Vincono Gomez e Kamrau

News Fondo precedenti
images/joomlart/article/888fb3908e007ad088061643c48bcf0f.jpg

Il francese si impone davanti a Valenti e all'argentino Villagoiz. La tedesca, al terzo successo, ha preceduto la russa Pankina e la connazionale Biller. Sesta la Romiti

NAPOLI
Sono il francese Stephane Gomez e la tedesca Britta Kamrau-Korestein i vincitori dell'edizione 2008 della Maratona del Golfo Capri-Napoli - trofeo Acqua Prata - disputatasi oggi con partenza dal lido Le Ondine e arrivo sul lungomare partenopeo all'altezza di Castel Dell'Ovo. Una gara emozionante, sulla distanza di 36 chilometri, resa ancora più difficile dalle condizioni del mare, mosso soprattutto in partenza e che ha creato non pochi problemi ai 23 atleti iscritti alla quarta gara di Coppa del Mondo per le prove supeoriori ai 10 km.
Per il francese Gomez è il primo centro alla Capri-Napoli dopo cinque tentativi: una rivincita per il transalpino, giunto secondo nel 2005, bruciato al fotofinish dal bulgaro Peter Stoychev. Questa volta invece Gomez (che ha chiuso col tempo di 7.33.46) non ha avuto bisogno del supporto dei giudici per salire sul gradino più alto del podio: il francese, nativo di Tolosa, ha infatti staccato tutti, con una tattica di gara decisa dopo appena un'ora: "Ho capito che era il caso di staccare il gruppo e di provare a fare la gara in solitario - ha detto il vincitore - Ho scelto la rotta e ho avuto ragione. Per me è una vittoria che arriva con tre anni di ritardo".
Secondo l'azzurro Rodolfo Valenti, che aveva già brillato giovedì vincendo la gara sprint disputatasi a Capri. Anche per l'atleta delle Fiamme Oro Napoli (staccato di quasi 3' dal vincitore) è una grande soddisfazione: "Dopo due ore di gara ho deciso di puntare su una traiettoria più interna, diversa da quella scelta dalla maggior parte dei nuotatori, che invece hanno puntato verso Lago Miseno - ha raccontato l'azzurro - Sono contento anche se con la mente sono proiettato già proiettato alla Maratona del Golfo del prossimo anno". Chiude il podio maschile l'argentino Gabriel Villagoiz. Bene anche gli altri italiani, Andrea Bondanini (quinto in 7.59.11) e il napoletano Giuseppe Russo (sesto in 7.59.20).
Tra le donne torna al successo la tedesca Britta Kamrau-Korestein: la tedesca, già vincitrice nel 2003 e nel 2006, ha dominato la gara, chiudendo in 7.56.26 (quinto tempo assoluto): "E' stata più dura delle altre volte per le condizioni del mare - ha sostenuto la nuotatrice tedesca - Non posso che essere contenta della mia prestazione, che mi lascia ben sperare per il futuro della classifica generale di Coppa del Mondo". Alle spalle della Kamrau si è piazzata la russa Natalya Pankina (8.01.21), terza l'altra tedesca Stefanie Biller (8.05.45).
Delusione per il sesto posto della vincitrice dello scorso anno, l'italiana Alessandra Romiti, che ha chiuso in 8.33.07. Ha concluso la gara anche Salvatore Cimmino (arrivato con il tempo di 10.22.28), 44enne nativo di Torre Annunziata e tesserato con l'Anenie Roma. Per lui, senza la gamba destra da trent'anni per un osteosarcoma, l'ennesima impresa dopo le traversate Capri-Sorrento e Capri-Torre Annunziata e un personale giro d'Italia a tappe sempre a nuoto: "Sono emozionato, stanco ma anche contentissimo - ha detto a fine gara - è stata dura per le condizioni del mare ma ho voluto terminare la prova a tutti i costi, anche per continuare a lanciare un messaggio legato alle esigenze di chi come me, e in Italia siamo davvero tanti, vive senza un arto ed è costretto a sostenere sforzi economici incredibili per comprare le protesi necessarie per rendere la nostra vita un po' più simile ai cosiddetti normodotati". 
 

ORDINE DI ARRIVO
UOMINI
1) Stephane Gomez (Francia) 7.33.46
2) Rodolfo Valenti (Roma) 7.36.33
3) Gabriel Villagoiz (Argentina) 7.46.21
4) Brendan Capell (Australia) 7.50.58
5) Andrea Bondanini (Italia) 7.59.11
6) Giuseppe Russo (Italia) 7.59.20
 
DONNE
1) Britta Kamrau-Korestein (Germania) 7.56.26
2) Natalya Pankina (Russia) 8.01.21
3) Stefanie Biller (Germania) 8.05.45
4) Marianela Mendoza (Argentina) 8.20.42
5) Shelley Clark (Australia) 8.31.34
6) Alessandra Romiti (Italia) 8.33.07

 
Vai al sito ufficiale




Aniello Sammarco
Ufficio Stampa Capri-Napoli