Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Budapest Consiglio, 10 Km d'argento

News Fondo precedenti
images/joomlart/article/479262b05e893e95e3968a9a7581362e.jpg

La vice campionessa del mondo a nove decimi dall'olandese Heister, oro iridato nella 25 Km a Roberval. Franco ottava, Grimaldi nona. Quinta medaglia degli Azzurri al lago Balaton. L'azzurra: "Ora penso ai 1500"

BALATONFURED
Dalla delusione per il successo mancato nella 5 chilometri a cronometro al riscatto passano 24 ore. Giorgia Consiglio conquista l'argento nella 10 chilometri, distanza olimpica, e porta a cinque medaglie in due giorni il bottino della Nazionale di nuoto in acque libere agli Europei, in svolgimento al lago Balaton, a 130 chilometri da Budapest. L'azzurra copre il circuito in 2h01'07"6, nove decimi di troppo rispetto all'olandese Linsy Heister, campionessa mondiale della 25 chilometri. Più lontane le altre due italiane in gara. Alice Franco, mai nelle posizioni di testa, ha chiuso all'ottavo posto in 2h01'25"3, la campionessa mondiale Martina Grimaldi al nono posto in 2h01'30"8 dopo aver lottato a lungo nelle prime posizioni e aver subito qualche colpo di troppo dall'ucraina Olga  Beresnyeva, sesta. Al terzo posto la 35enne tedesca Angela Maurer in 2h01'08"2. Ancora in difficoltà la campionessa olimpica e mondiale dal 2006 al 2008 nella 5 e 10 chilometri: la russa Larissa Ilchenko, ritiratasi già a Roberval dopo 3000 metri per ipotermia, ha chiuso al ventesimo posto.
Per la 20enne genovese, figlia di un pallanotista e cugina acquisita della nuotatrice Paola Cavallino (argento nei 200 farfalla agli Europei di Madrid 2004), è una conferma importante a 16 giorni dall'argento iridato conquistato al lago di St. Jean, Roberval, nel Quebec, in condizioni totalmente opposte (acqua fredda e lago piatto), ma soprattutto una risposta caratteriale a quell'erroraccio di valutazione (ha sbagliato ad aggirare una boa di virata) che le è costato l'oro nella 5 chilometri a cronometro di ieri.
La vicecampionessa mondiale nella 5 e 10 ha cominciato la scalata verso i vertici del nuoto in acque libere dopo il 17esimo posto nella 5 chilometri dei Mondiali di Roma: si trasferisce da Genova nella Capitale, al Circolo Canottieri Aniene, per essere seguita dal tecnico federale Emanuele Sacchi. L'exploit nell'aprile scorso, ai campionati primaverili di nuoto di Riccione: nei 1500 batte la campionessa mondiale Alessia Filippi e strappa il pass per gli Europei di Budapest. Nel contempo continua a dividersi tra allenamenti in acque libere e piscina, fino agli argenti di Roberval e Balaton, aspettando Budapest.
"Sono contenta per la gara - ammette - non per la medaglia. Volevo l'oro, ma i nove decimi che mi dividono dalla Heister devono essere uno sprone per allenarmi ancora con maggiore aggressività. Ho lavorato bene tutta la stagione, ma mi manca ancora un po' di continuità". Consiglio è sempre stata nelle prime posizioni, seguendo prima la scia dell'inglese Cassandra Patten, poi 17esima, quindi dettando il ritmo della gara con Heister e l'ungherese Eva Risztov, settima. Fino ai 7500 metri anche Martina Grimaldi è stata con costanza nel gruppo di testa, poi però è stata risucchiata dalle inseguitrici e non è più riuscita a risalire. "Ho preferito restare sempre nel gruppo di testa, senza nascondermi. Sapevo che non avrei pagato nel finale, sentivo nelle braccia ancora tanta energia - assicura Giorgia Consiglio - Ho dato il massimo e sono arrivata qui in ottime condizioni grazie ai programmi federali e agli allenamenti di Emanuele; purtroppo non è bastato per vincere e se desidero realmente partecipare alle Olimpiadi di Londra dovrò crescere ancora impegnandomi di più".
Ora si cambia pagina, la Consiglio resterà in gruppo sino a domenica per sostenere i compagni, poi raggiungerà la Nazionale di nuoto a Budapest. "Lago, fiume, mare, piscina, per me non importa: mi tuffo e do il massimo - conclude - Sono molto curiosa di vivere questa nuova avventura. Si tratta della prima manifestazione importante a cui partecipo con la Nazionale di nuoto dopo gli Internazionali d'Italia. Vivrò questa esperienza da matricola provando a sorprendere anche me stessa". In bocca al lupo Giorgia!
  
consulta i risultati ufficiale
consulta lo speciale Europei


EUROPEI DI BUDAPEST
RISULTATI NUOTO IN ACQUE LIBERE E MEDAGLIERE
Mercoledì 4 agosto

10 Km maschile
1. Thomas Lurz (Ger) 1h54'22"5
2. Valerio Cleri (Ita) 1h54'24"8
3. Evgeny Drattsev (Rus) 1h54'26"6
6. Nicola Bolzonello (Ita) 1h54'33"11
9. Luca Ferretti (Ita) 1h55'16"3

5 Km a cronometro femminile
1. Ekaterina Seliverstova (Rus) 1h02'34"7
2. Kalliopi Araouzou (Gre) 1h02'37"3
3. Marianna Lymperta (Gre) 1h02'41"3
6. Alice Franco (Ita) 1h03'20"8
9. Rachele Bruni (Ita) 1h04'12"7
Squalificata Giorgia Consiglio (Ita)

Giovedì 5 agosto

5 Km a cronometro maschile
1. Luca Ferretti (Ita) 58'43"4
2. Simone Ercoli (Ita) 59'00"5
3. Simone Ruffini (Ita) 59'15"9
3. Spyridon Gianniotis (Ita) 59'15"9

10 Km femminile
1. Linsy Heister (Ola) 2h01'06"7
2. Giorgia Consiglio (Ita) 2h01'07"6
3. Angela Maurer (Ger) 2h01'08"2
8. Alice Franco (Ita) 2h01'25"3
9. Martina Grimaldi (Ita) 2h01'30"8

MEDAGLIERE (1 - 3 - 1)

ORO (1)
Luca Ferretti 5 Km a cronometro

ARGENTI (3)
Valerio Cleri 10 Km
Simone Ercoli 5 Km a cronometro
Giorgia Consiglio 10 Km

BRONZO (1)
Simone Ruffini 5 Km a cronometro