Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Verso gli Europei Piombino si presenta

News Fondo precedenti
images/joomlart/article/4859a0f6349239b912164c55a2d94df9.jpg

Il Commissario Tecnico della Nazionale di nuoto in acque libere Giuliani illustra i programmi e lo stato di avanzamento dei lavori a 6 mesi dai campionati continentali

RICCIONE
Piombino abbraccia l'Europeo. Trentaquattromila abitanti, la città intera, attendono i Campionati Europei di nuoto di lunga distanza come l'evento dell'anno. Il comitato organizzatore, 32 persone, è già al lavoro da mesi. Le gare sono in programma dal 12 al 16 settembre. Si prevedono 170/180 atleti partecipanti. Gli assoluti estivi fungeranno da selezione per la Nazionale; si qualificheranno tre atleti per gara. ”Siamo tutti coinvolti. La città si sta mobilitando. Come per il Giro d'Italia dello scorso anno, anzi di più perché a Piombino il nuoto in acque libere ha una lunga tradizione”.
Il Commissario Tecnico della Nazionale di fondo Massimo Giuliani (anche Assessore allo sport del Comune) è il ritratto della felicità. Ma è anche giustamente preoccupato della buona riuscita della manifestazione. Non vuole lasciare nulla al caso. Illustra con orgoglio e dovizia di particolari lo stato di avanzamento dei lavori e sottolinea l'impegno e la collaborazione della Federazione Italiana Nuoto e delle Istituzioni. “E' un evento da 310.000 euro. La location è tra le più belle e suggestive d'Italia e del mondo: Piazza Bovio e il Golfo di Salivoli che a guardarla bene raffigura lo stivale. Si nuota in mare aperto con vista sull'Elba. Tutto sarà concentrato in quest'area: il campo gara, il villaggio, le tribune, i servizi. Ci aspettiamo grande affluenza di Nazioni. Vogliamo trasmettere anche un messaggio forte a tutta l'Europa, in un momento sociale e politico così particolare, prevaricando i confini sociali. La cerimonia di apertura, che forse per la prima volta contiamo di fare due giorni prima dell'inizio delle competizioni per consentire davvero a tutti gli atleti di intervenire, anche a quelli che hanno le gare il primo giorno, sarà evocatrice; il mare, il fuoco, il ferro, saranno gli elementi predominanti con l'uomo al centro di essi. Organizzeremo anche una serie di eventi di ordine sportivo e culturale che ci accompagneranno fino all'inizio delle gare. Nel giorno di pausa, il 14 settembre, è prevista una maratona master di 2500 metri  dal titolo abbracciate l'Europeo. Siamo impegnati a 360 gradi”.
Le gare: il 12 settembre si comincia con la dieci chilometri, il 13 c'è il team event (5000 metri a squadre a cronometro), il 15 la cinque e il 16 la venticinque chilometri. In quel periodo la temperatura dell'acqua di solito si aggira tra i 20 e i 22 gradi.
Il CT azzurro si sofferma sulle strutture a disposizione delle Nazioni partecipanti e sulla sicurezza in acqua, quest'ultima fondamentale per la tutela degli atleti. “Tutte le Federazioni saranno alloggiate in un villaggio esclusivo che sorge in un antico borgo completamente ristrutturato e dotato di ogni confort e  di una piscina scoperta da 50 metri. Per gli allenamenti sarà disponibile anche la piscina comunale da 25 metri. Sulla sicurezza in acqua stiamo lavorando con profonda attenzione; sono state allertate tutte le forze dell'ordine e i servizi speciali, coinvolte la Sezione Salvamento federale, la Capitaneria di Porto, due unità cinofile e tutte le barche che navigheranno, tra le  50 e le 60 al giorno, avranno gli assistenti bagnanti a bordo.   C'è un comitato per la sicurezza già in funzione e un piano di emergenza già al vaglio. La sicurezza acquatica e la salvaguardia della vita umana sono alla base della nostra cultura e di quella dei nostri atleti, tecnici, dirigenti e tesserati”.
Piombino è sinonimo di nuoto e di nuoto di lunga distanza. Sono vent'anni che organizza gare in mare, dai campionati italiani alla maratona degli Etruschi. Per la prima volta ospiterà un campionato europeo assoluto (non di specialità)  e non solo la Toscana ma tutta la Penisola si rivolgono con molto interesse all'evento del 2012.
Il Commissario Tecnico della Nazionale campione del mondo di specialità a Eilat 2011 e campione europea assoluta a Budapest 2010 in questi giorni è a Riccione per seguire i campionati nazionali indoor di fondo. Oggi si nuotano i 5000 junior e assoluti, domani i 3000 ragazzi. Nell'occasione Massimo Giuliani ha incontrato i giornalisti con i quali si è intrattenuto per una prima analisi dello stato dell'arte.  “Tutti mi sono sembrati molto interessati e curiosi di sapere a che punto siamo con la macchina organizzativa. Li ringrazio per l'attenzione mostrata e li invito fin d'ora a continuare a seguirci nei mesi che ci dividono dalle gare e  in occasione delle gare stesse”.





Massimo Cicerchia
Nostro Inviato