Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Qualificazioni olimpiche Cleri e Bolzonello a Setubal

News Fondo precedenti
images/joomlart/article/19fd258a7a9c0b9d99c992bc2e4b31d9.jpg

Domenica, alle 17, c'è la 10 Km che mette in palio gli ultimi pass per i Giochi di Londra. Un posto per gli Azzurri. il Ct Giuliani: "Sono sereni e preparati. Dividono la stanza anche se è una sfida ad eliminazione diretta"

ROMA
Meno due a uno dei giorni più importanti della carriera di Valerio Cleri (Esercito/CC Aniene) e Nicola Bolzonello (Carabinieri/Veneto Banca Montebelluna), attesi dalla 10 chilometri al Parque Urbano de Albarquel di Setubal, in Portogallo, che qualifica alle Olimpiadi di Londra. Sabato è in programma la gara femminile senza italiane (Martina Grimaldi già qualificata); domenica alle 16 locali, le 17 italiane la maratona maschile.
I due atleti sono seguiti dai loro tecnici Emanuele Sacchi e Branislav Dinic, dal commissario tecnico della Nazionale Massimo Giuliani e dal capo delegazione, il vice presidente Salvatore Montella.
La manifestazione - che ha come testimonial il tecnico del "triplete" con l'Inter e fresco campione di Spagna col Real Madrid Josè Mourinho, e come madrina l'ex campionessa olimpica, mondiale ed europea di maratona Rosa Mota - qualificherà 15 nuotatori per sessione: considerati anche i criteri geografici, per essere sicuri di nuotare ad Hyde Park bisogna entrare nei migliori 12. Alla gara femminile parteciperanno 41 atlete, a quella maschile 61. Tra gli iscritti emergono l'ungherese Eva Risztov, vicecampionessa del mondo a Barcellona 2003 nei 400 stile libero, 200 farfalla e 400 misti, e la sudafricana Natalie Du Toit, vincitrice di dieci medaglie d'oro alle paraolimpiadi; l'azero Sergiy Fesenko, specialista dei 400 stile libero a caccia della quarta olimpiade consecutiva, il britannico David Davies, bronzo olimpico nei 1500 ad Atene 2004 e mondiale a Montreal 2005 e vice campione olimpico in carica della 10 chilometri, l'ungherese Gergely Gyurta, bronzo nei 1500 ai recenti europei di Debrecen vinti da Gregorio Paltrinieri, il tunisino Oussama Mellouli, campione olimpico a Pechino 2008 e mondiale a Roma 2009 nei 1500, dove conquistò anche l'argento nei 400 e negli 800 stile libero, il sudafricano Troyden Prinsloo che vinse il preolimpico di quattro anni fa, gli emergenti canadese Richard Weinberger e cinese Lijun Zu e il britannico Daniel Fogg, che è stato un interessante juniores nei 1500.
Valerio Cleri, che compirà 31 anni il prossimo 19 giugno, arriva alla qualificazione olimpica dopo una serie di prestigiose medaglie sulla distanza, tra cui i titoli iridato ed europeo di Roberval e Balaton che gli consentirono di essere premiato come migliore atleta FINA e LEN della stagione 2010. Cleri ha partecipato alla prima edizione olimpica della 10 chilometri, arrivando al quarto posto di Pechino 2008 a circa nove secondi dal podio composto dall'olandese Maarten van der Weijden (1h51'51"6), dal britannico David Davies (1h51'53"1) e dal tedesco Thomas Lurz (1h51'53"6) e conosce già il campo gara, avendo vinto nel 2008 la tappa di coppa del mondo.
Per Nicola Bolzonello, 25 anni il prossimo 17 giugno, potrebbe essere la gara che ne segna l'ascesa dopo i buoni quarti posti agli europei di Balaton 2010 nella 10 chilometri e a i mondiali di Shanghai 2011 nella 5 chilometri.
"I ragazzi sono sereni, concentrati e sono stati preparati molto bene dai loro tecnici con la mia supervisione - sottolinea il cittì Massimo Giuliani - Abbiamo trasferito il clima solidale e di amicizia della Nazionale anche qui: malgrado sia una sorta di gara ad eliminazione diretta, con un solo pass in palio per Nazione, i ragazzi dividono la stessa stanza. La start list è nutrita e competitiva. Nel corso della riunione tecnica ci hanno comunicato che la temperatura dell'acqua oscillerà tra i 17 e i 19 gradi, ma potrebbe esserci una diminuzione di un paio di gradi per il sopraggiungere di correnti fredde nel golfo. Il tempo è instabile e l'arrivo di correnti fredde e pioggia potrebbe inibire le capacità aerobiche; pertanto sarà molto importante restare nel gruppo all'inizio, ma cominciare a fare selezione nella seconda parte per giungere in prossimità dell'arrivo in un gruppo poco numeroso. L'anno scorso hanno vinto la gara in meno di 1h50 quindi mi aspetto una maratona veloce. Sono molto fiducioso".
 
consulta il sito della federazione portoghese 
 
consulta il sito della OMEGA per start list e risultati ufficiali
 
consulta il regolamento