Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Italfondo a lavoro Report dal Brasile

Fondo
images/joomlart/article/cd4303d8993fff40fdf035e090f8be35.jpg

Prima tappa della coppa del mondo di nuoto in acque libere sulla distanza olimpica dei dieci chilometri. A Santos, in Brasile, tre atleti italiani sono saliti sul podio. In ambito maschile si è imposto il francese Romain Beraud, avanti a Federico Vanelli e Simone Ruffini; tra le donne ha vinto la statunitense Emily Brunemann, avanti a Rachele Bruni e alla connazionale Eva Fabian. I nostri ragazzi, sia in campo maschile che femminile, sono stati tra i protagonisti della gara, conducendo per lunghi tratti il gruppo, cercando quindi la selezione.
In campo maschile la gara si è conclusa con uno sprint finale di 250 metri, dove l’ha spuntata la grinta del francese Roman Beraud, davanti ai nostri Federico Vanelli, secondo, e Matteo Furlan terzo, a completare un podio di tutto rispetto. Simone Ruffini settimo e Nicola Bolzonello ottavo hanno chiuso a soli 4  secondi dal vincitore.
In campo femminile il gruppo delle ragazze ha dominato la gara per la gran parte, alternadosi alla testa del gruppo, mostrando grande personalità tattica. Una rotta ottimale e solitaria, tuttavia, ha permesso alla forte statunitense Emily Brunemann di conquistarsi un vantaggio di 50 metri, che non ha più ceduto, arrivando con 30 secondi di vantaggio sulla connazionale Eva Fabian e sull’azzurra Rachele Bruni, giunta terza. Ma nello spazio di solo 5 decimi sono arrivate Giorgia Consiglio, Alice Franco e Martina Grimaldi, rispettivamente quarta, quinta e sesta.
Il CT Giuliani: "Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in questo periodo e della risposta dei ragazzi all’evento agonistico, nonostante il notevole carico di lavoro sopportato. Tutto questo ci porta a considerare come in questo primo anno del biennio vadano profuse la maggior parte delle energie economiche, tecniche e motivazionali per poter raggiungere dei risultati agonistici, ma anche di preparazione ed organizzazione, che ci permettano di affrontare attrezzati l’anno olimpico. Grazie alla preziosa collaborazione del comitato olimpico brasiliano, del Consolato italiano e dell'addetto militare a Brasilia, la Squadra Nazionale ha potuto usufruire delle strutture del CEFAN, attrezzatissimo centro sportivo di proprietà della marina militare brasiliana".
Il gruppo, sotto la guida del CT Massimo Giuliani e del Vice CT Valerio Fusco ( coadiuvati dai tecnici Fabio Cuzzani e Fabrizio Antonelli) ha potuto svolgere un prezioso e proficuo lavoro in vista dei mondiali di Barcellona in programma alla fine di luglio anche grazie all'impagabile ospitalità del personale in servizio al CEFAN.
"Sono state tre settimane molto intense ma le ottime soluzioni logistiche offerte dal CEFAN e l'incredibile accoglienza ricevuta dal comitato olimpico e dal consolato d'Italia ci hanno permesso di lavorare in condizioni ottimali - conclude Giuliani - la gara di domenica ha attestato l'adattamento dei ragazzi agli allenamenti svolti e il grado di preparazione fin qui raggiunto. Possiamo definirla una tappa di passaggio anche se la concentrazione e la determinazione dei ragazzi, e di tutto lo staff, sono quelle delle grandi occasioni. Ringraziamo sentitamente il Console per la splendida accoglienza, il comitato olimpico brasiliano e le autorità miliari per averci permesso di passare questo importante periodo di preparazione nella città che ospiterà la prossima Olimpiade".
 
si ringrazia per la collaborazione Sergio Crescenzi e Fabrizio Antonelli
     
consulta gli iscritti in gara
 
consulta la convocazione
 
consulta il sito brasiliano con i risultati ufficiali