Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

In ritorno da Rio. Allenamenti col GPS

Fondo
images/joomlart/article/25c0493a0f88f75a9484987fb7b9afa2.jpg

Quasi tre settimane di collegiale a Rio de Janeiro. Allenamenti in gara con la partecipazione al campionato brasiliano open di nuoto in acque libere a Salvador de Baiha; programma settimanale con 4 allenamenti in mare coprendo tra i 10 e i 14 chilometri, 6 allenamenti in piscina da 50 metri nelle strutture del Botafogo e della Scuola Navale della Marina e 3 sedute di palestra.
Sudore ed esperienza per Arianna Bridi (Esercito / RN Trento), Rachele Bruni (Esercito), Martina Grimaldi (Fiamme Oro Napoli / Uisp Bologna), Matteo Furlan (Marina Militare / Team Veneto), Simone Ruffini (Esercito / CC Aniene) e Federico Vanelli (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene) seguiti dai tecnici Emanuele Sacchi (tra i finalist del premio allenatore dell'anno) e Fabrizio Antonelli, coordinati dal dirigente Stefano Rubaudo.
Grande interesse ha suscitato l'ausilio del GPS, utilizzato durante gli allenamenti sul tracciato olimpico simulato, che ha consentito agli allenatori di seguire in tempo reale velocità, ciclo di bracciate e soprattutto di correggere la rotta. Testati anche rifornimenti e mare che si è presentato in tutte le varianti.
Gli allenamenti col GPS hanno suscitato l’interesse della campionessa brasiliana Ana Marcela Cunha, che ha condiviso il raduno con la delegazione italiana, dello staff tecnico brasiliano che ha programmato un allenamento simile per fine novembre e della stampa brasiliana, che ha trasmesso dei servizi su SporTv e Globo Esporte.


fondo 4