instagram

Coppa Len a Eilat. Vince Taddeucci, secondo Acerenza e terzo Guidi

Fondo
images/large/taddeucci_ginevra_ita_italy_silver_medal_dbm_am54457_20220821_1859132523.jpg

Una dieci chilometri olimpica per il vernissage della stagione. A Eilat, in Israele, rompe gli indugi il circuito della Coppa Len di fondo e gli azzurri rispondono come sempre alla grande.
Nella prova femminile vince una super Ginevra Taddeucci - tesserata per Fiamme Oro e CC Napoli e allenata da Giovanni Pistelli, vice campionessa europea in carica - che insieme alle australiane, ovviamente fuori classifica ma in Israele per le selezioni interne, Chelsea Gubecka e Madeline Gough prende ampio margine dal gruppo dopo metà gara e si impone in 1h15'04''4; con l'azzurra sul podio la portoghese Angelica Andrè seconda in 1h54'55''9 e l'ungherese Bettina Fabian in 1h55'11''7. Benissimo al rientro Arianna Bridi (Esercito/Trento Nuoto) sesta in 1h55'13''6; Giulia Gabbrielleschi (Fiamme Oro/Nuotatori Pistoiesi) è settima in 1h55'14''6.
Nella 10 km maschile vittoria del francese Marc Antoine Olivier che beffa in volata in il campione europeo in carica Domenico Acerenza e Marcello Guidi. I tre prendono leggermente margine dal gruppo all'inizio dell'imbuto ma è il transalpino ad avere la meglio allo sprint in 1h47'56''2. Il 28enne lucano - tesserato per Fiamme Oro e CC Napoli e preparato al Centro Federale di Ostia da Fabrizio Antonelli - tocca in 1h47'58''5; il 26enne sardo - tesserato per Fiamme Oro e RN e allenato da Emanuele Sacchi - in 1h48'01''1. Ottimo quinto Mario Sanzullo (Fiamme Oro/CC Napoli) in 1h48'05''2. Sesto in 1h48'07''3 il vincitore di tutto Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto) che conduce fino al passaggio dell'ultima boa e poi scivola leggermente indietro, a causa di una condizione che non può essere ancora al top, negli ultimi cinquecento metri.

Gli azzurri a Eilat: Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto), Domenico Acerenza e Andrea Manzi (Fiamme Oro/CC Napoli), Dario Verani (Esercito/Livorno Acquatics), Giulia Gabbrielleschi (Fiamme Oro/Nuotatori Pistoiesi), Ginevra Taddeucci (Fiamme Oro/CC Napoli), Arianna Bridi (Esercito/Trento Nuoto), Barbara Pozzobon (Fiamme Oro/Hydros). Nello staff, insieme al coordinatore tecnico Stefano Rubaudo, i tecnici Fabrizio Antonelli e Massimiliano Lombardi.
Gli azzurri partono con la valigia pesante perchè di rientro dall'Isaele, tra la sera del 18 e la mattina del 19 marzo, si trasferiranno a Livigno e Cervinia in collegiale.

IL CIRCUITO. Sei tappe con apertura ad Eilat, in Israele, il 18 marzo e chiusura il 23 settembre a Barcellona. Una la tappa italiana il 13 maggio a Piombino. Nel 2022 dominio azzurro nel circuito e classifica generale vinta da Gregorio Paltrinieri, che ha preceduto Domenico Acerenza, Marcello Guidi e Mario Sanzullo, e tra le donne da Giulia Gabbrielleschi che ha preceduto Ginevra Taddeucci.

LE TAPPE. 18 marzo Eilat (Israele), 13 maggio a Piombino; 17 giugno a Belgrado (Serbia), 19 agosto a Samornik in Slovacchia; 3 settembre a Veles (Macedonia). Conclusione a Barcellona il 24 settembre

Vai ai risultati ufficiali