Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Italfondo a Johannesburg, Viedma e Rio

Fondo
images/joomlart/article/55226111d4b29c08f00dcda8c64ee5c8.jpg

Riparte il lavoro dell'Italfondo in vista dei nuovi appuntamenti agonistici che culmineranno con la 10 km olimpica a Rio de Janeiro in programma il 15 e 16 agosto (qualificati Simone Ruffini, Federico Vanelli e Rachele Bruni). Si parte il 9 gennaio per Johannesburg dove si lavorerà in alturna a 1750 metri sul livello del mare nella piscina Ellis Park Swimming Pool. Il 3 febbraio la truppa partirà per l'Argentina dove gli azzurri saranno impegnati nella prima tappa della Coppa del Mondo Fina sulla 10 km: "el clasico" Patagones-Viedma, un circuito di 2.5 km ripetuto quattro volte sulle acque limacciose del fiume Rio Negro il 7 febbraio dalle 14. Dall'8 febbario si torna a Rio de Janeiro per un collegiale di avvicinamento alle Olimpiadi che si concluderà il 13 febbraio. Simone Ruffini, Federico Vanelli e Rachele Bruni testeranno le acque olimpiche in cinque giorni che ripercorrono il lavoro svolto a novembre nelle strutture del Botafogo e della Scuola Navale della Marina, tra palestra, mare e piscina.


CONVOCATI. Arianna Bridi (Esercito / RN Trento), Rachele Bruni (Esercito), Martina Grimaldi (Fiamme Oro Napoli / Uisp Bologna), Alice Franco (Asti Nuoto / Esercito), Aurora Ponselè (Fiamme Oro Napoli / Aniene), Ilaria Raimondi (Aniene), Matteo Furlan (Marina Militare / Team Veneto), Simone Ruffini (Esercito / CC Aniene) e Federico Vanelli (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene), Mario Sanzullo (CC Napoli / Fiamme oro Napoli) seguiti dal vice commissario tecnico Valerio Fusco, dai tecnici Emanuele Sacchi e Fabrizio Antonelli, coordinati dal dirigente Stefano Rubaudo. Medico Sergio Crescenzi.


foto Staccioli deepbluemedia.eu