Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

56^ Capri-Napoli. Vincono Occhipinti e la francese Jouisse

Fondo
images/00_foto_2021/small/large/16_Alessio_Occhipinti_Italy_CNP0936_2.jpg

Torna a vincere un italiano alla Capri-Napoli trofeo Farmacosmo. Dopo la Bridi lo scorso anno, a trionfare nella 56esima edizione, con arrivo nelle acque antistanti il Circolo Canottieri Napoli, è stato Alessio Occhipinti, 25 anni, atleta delle Fiamme Oro e della CC Aniene, in 6h32'20''6. L’allungo decisivo a un chilometro dal traguardo, dopo una gara condotta prima in un gruppo composto da sette unità e poi con altri due nuotatori. Occhipinti, portacolori di Canottieri Aniene e Fiamme Oro quarto nella 25 km europea a Lupa Lake quest'anno, bronzo iridato in carica a Gwangju e terzo lo scorso anno, ha accelerato in vista del percorso obbligato delimitato dalle boe, staccando il vincitore 2020, l’olandese Marcel Schouten secondo in 6h34'33''4, e l’altro italiano e compagno alle Fiamme Oro e all'Aniene Simone Ruffini,  terzo in 6h34'44''3.
All’arrivo Occhipinti è apparso giustamente stanco dopo la traversata di 36 km ma anche estremamente soddisfatto: “La gara si è decisa – ammette – ad un chilometro dal traguardo, quando anche Simone Ruffini non ha resistito al mio allungo. Sono contento, anche perché volevo riscattare la delusione dello scorso anno, quando sono arrivato terzo. Il mare nel finale era mosso e non riuscivo a vedere bene le boe. Dedico la vittoria alle Fiamme Oro, ai miei genitori e alla mia fidanzata”.
Derby francese tra le donne, con Caroline Jou'isse (27 anni) vincitrice per distacco in 6h49'23''9 sulla connazionale Lisa Pou (6h52'38''5). Sul gradino più basso del podio Rebecca Talanti (H Sport Firenze) in 7h08'59''6. 56esima edizione della Capri-Napoli che è valevole anche come terza tappa dell'UltraMarathon FINA. 
Entusiasmo nelle parole di Luciano Cotena, presidente della società Eventualmente Eventi & Comunicazione che organizza la gara: “Quest’anno – afferma – è stata un’edizione da record, con numeri che sono ritornati quelli degli anni passati. Segno di una gara che cresce sempre e che è riuscita ad uscire indenne anche dal ciclone della pandemia.

Vai al sito ufficiale della FINA

vai al sito della manifestazione

foto deepbluemedia. G/Scala