Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Assoluti Piombino. Occhipinti e Pozzobon vincono la 25

Fondo
images/large/AM1_2888.jpg

Fanno festa le Fiamme Oro, l'Aniene e l'Hydros. Nella giornata conclusiva degli assoluti di nuoto in acque libere a Piombino Alessio Occhipinti (Fiamme Oro/CC Aniene), Simone Ruffini (Fiamme Oro/CC Aniene) e Barbara Pozzobon (Fiamme Oro/Hydros) guadagnano il pass mandiale nella 25 chilomentri. Il Gruppo Sportivo Fiamme Oro si aggiudica anche le classifiche di società maschile e femminile.

AM1 2592

Tra Occhipinti e Ruffini è gara a due dall'inizio alla fine. Agli ultimi 200 metri Alessio attacca e si decide la gara. E' primo in 5 ore 28'19"2, Simone è dietro di lui con due secondi di ritardo. Occhipinti aveva già vinto la 25 chilometri l'anno scorso a Castelgandolfo ma il mare di Piombino, e soprattutto quello di questi giorni, è un'altra cosa. "Con le onde è più difficile, mi ci devo abituare. Sono soltanto due anni che nuoto in mare. Ho strappato subito, abbiamo fatto gioco di squadra e alla fine ne avevo ancora". Ha 23 anni, il diploma di liceo scientifico e vuole proseguire gli studi all'università. Gli piace Scienze Politiche. La piscina non la lascia. "I 1500 stile libero mi riescono bene".

AM0 0666
 
"Missione compiuta. Sono molto soddisfatto. Ho fatto una buonissima gara - spiega Ruffini - sempre davanti, poi alla fine Alessio mi ha passato, ma va bene anche così, perchè in Corea c'è posto per tutti e due. L'acqua in alcuni punti era davvero molto fredda. Forse con il costume sarei anche riuscito a farla ma sarebbe diventata molto più dura. Quest'anno è stato particolare, ho avuto la mononucleosi ed ho potuto allenarmi soltanto da aprile. L'ultimo test l'ho fatto prima di partire per Piombino con il medico della Nazionale Sergio Crescenzi ed era tutto ok". Entrambi sono allenati da Emanuele Sacchi.

AM1 2703

Prenota il biglietto per la Corea del Sud anche Barbara Pozzobon (Fiamme Oro/Hydros) che vince in 6 ore 04'25"8 dopo una gara tattica, studiata nei particolari. "Era da un po' di tempo che provavo a vincere - sorride - finalmente ce l'ho fatta e sono felice. Ho tirato fin dall'inizio, cercando di stare in scia quando ero un po' più stanca ma senza staccarmi mai dal gruppo. Alla fine ho dato tutto. Sono stanca ma strafelice. E' la prima vittoria". Ha 25 anni, è allenata da Barbara Bertelli, diplomata in Scienze Sociali, da grande vuole fare la disegnatrice di moda. "A Venezia c'è l'università di design e moda - dice - mi piacerebbe iscrivermi li ma devo prima oragnizzarmi con il nuoto e conciliare le due cose. Mi alleno due volte al giorno".  
Sabato e domenica spazio al Trofeo delle Regioni, riservato alle categorie junior e ragazzi. Sabato 8 giugno i 5000 metri: alle 9.30 lo start dei ragazzi (21 maschi e 22 femmine) e alle 11.15 quello degli junior (25 maschi e 24 femmine). Domenica 9 giugno alle ore 10.00 le staffette 4x1250.

AM0 1117

LA GARA. Partono in 17, tutti con la muta, arrivano in undici. Alle 8 del mattino la temperatura dell'acqua è di 19.7 gradi; start maschile (10) alle 8.21, femminile (7) quindici minuti dopo. Il primo a ritirarsi è Marco Inglima. Completato il settimo giro, dopo circa 10 chilometri e 400 metri, Luca Amura, classe 2000, il più giovane di tutti, è già staccato e alza il braccio in segno di aiuto. Il gruppo femminile nuota compatto. Dopo otto giri si ferma anche Andrea Bianchi.
Al dodicesimo giro completato Simone Ruffini e Alessio Occhipinti guadagnano 3'30" di vantaggio (circa 300 metri) sulla coppia Francesco Ghettini e Matteo Furlan. Il marinaio, neocampione d'Italia dei diecimila, però, dopo alcune centinaia di metri si ferma. "Ho cominciato a sentire un gran caldo - dice - la faccia rossa e non nuotavo più bene. Allora mi sono fermato". Tra le ragazze rimane indietro Ilaria Raimondi ed è la prima ad uscire dall'acqua; in testa nuotano Veronica Santoni, Ginevra Taddeucci e Aurora Ponselè: per loro è il giro numero 11 completato. Il mare si alza col passare delle ore. Anche la barca-pontone per i rifornimenti ha difficoltà a restare ancorata. Un chilometro dopo si ritira Ginevra Taddeucci. Intanto Ponselè supera Santoni. A circa 1500 metri dalla fine passa al comando Barbara Pozzobon e Alice Franco supera Santoni, che sembra aver terminato le energie. Ponselè adesso è seconda ma a pochi metri. Ai ragazzi mancano 1000 metri: Ruffini sempre in testa con Occhipinti a rimorchio ed Edoardo Stochino doppiato.
Ultime bracciate decisive: Alessio Occhipinti sprinta a sorpassa Simone Ruffini, che aveva tirato il gruppo dall'inizio e Barbara Pozzobon allunga e chiude con 100 metri di vantaggio su Aurora Ponselè. Alice Franco, che aveva guadagnato metri su entrambe, ancora in corsa per il secondo posto, perde tempo con l'ultimo rifornimento e finisce terza.

AM1 2876

Il podio della 25 km F

1. Barbara Pozzobon (Fiamme Oro/Hydros) 6h 04'25"8
2. Aurora Ponselè (Fiamme Oro/CC Aniene) 6h 05'19"3
3. Alice Franco (Esercito) 6h 05'56"4

AM1 2833

Il podio della 25 km M

1. Alessio Occhipinti (Fiamme Oro/CC Aniene) 5h 28'19"2
2. Simone Ruffini (Fiamme Oro/CC Aniene) 5h 28'21"2
3. Francesco Ghettini (Marina Militare/RN Spezia) 5h 34'28"1
 
Foto Andrea Masini/Deepbluemedia.eu