Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Coppa del Mondo. Onda azzurra sul Balaton

Fondo
images/joomlart/article/92548d3708d709806ab2fc89a5374efb.jpg

Azzurri ancora protagonisti in Coppa del Mondo. A due mesi dalla 10 km olimpica di Rio, Simone Ruffini (Esercito/Aniene) e Rachele Bruni (Esercito) dominano la terza tappa del circuito mondiale Fina, e si impongono sul lago Balaton celebre specchio d'acqua a circa 100 km da Budapest che il prossimo anno sarà sede dei mondiali di nuoto. "La gara è andata bene e sono stato bravo a risparmiare le energie per lo sprint finale - dichiara Ruffini, allenato da Emanuele Sacchi e che lo scorso anno ha vinto la 25 km iridata a Kazan. Abbiamo provato col mio tecnico delle tattiche diverse rispetto al passato per abituarci ai ritmi che ci saranno a Rio. Sono contento e tutto procede secondo le aspettative". Il campione italiano della 5 e 10 km disputata la scorsa settimana a Omegna, ha messo in riga tutti e 48 i partecipanti chiudendo in 1h50'25"04, davanti di un secondo rispetto al tedesco Andreas Washburger (1h50'26"79), e due secondi meglio del canadese Richard Weinberger (1h50'27"17). Federico Vanelli, anche lui qualificato alle olimpiadi, è giunto nono a 19 secondi dal compagno di squadra.Matteo Furlan è diciassettesimo.
Per la Bruni, detentrice del trofeo, si tratta del secondo successo in coppa del mondo dopo la gara d'esordio in Argentina, la Patagones Viedma disputata lo scorso febbraio. La venticinquenne toscana allenata da Fabrizio Antonelli ha vinto in solitario chiudendo in 1h59'59"01: "Sono contenta perchè ho fatto la gara che volevo ed è venuta anche la prestazione davanti ad avversarie di livello mondiale che mi ritroverò a Rio. La preparazione procede bene e questa vittoria mi dà ancor più fiducia nel lavoro da svolgere, e nei chilometri da percorre in allenamento da qui alla prova olimpica". Un successo dal sapore a cinque cerchi precedendo avversarie di sicuro valore come la campionessa olimpica in carica, l'ungherese Eva Risztov, giunta ottava a 18 secondi, o come le brasiliane Poliana Okimoto e Ana Marcela Cunha, rispettivamente campionessa e vice campionessa mondiale in carica e qui quarta e sesta;  è stata la medagliata d'argento olimpica, la statunitense Haley Anderson, ha dare maggior filo da torcere all'azzurra: per lei alla fine un secondo posto con 2h00'10"00. Terza la tedesca Isabelle Härle, campionessa mondiale a Kazan '15 e Barcellona '13 col team event e campionessa europea nella 5 km a Berlino '14, che ha chiuso in 2h00'12"00.


Vai al sito ufficiale


CONVOCATI. Rachele Bruni (Esercito), Simone Ruffini (Esercito/CC Aniene), Matteo Furlan (Marina Militare/Team Veneto) e Federico Vanelli (Fiamme Oro Napoli/CC Aniene), seguiti dai tecnici Emanuele Sacchi e Fabrizio Antonelli, coordinati dal dirigente responsabile delle squadre Nazionali Stefano Rubaudo.


Calendario del circuito con montepremi di 180.000 dollari

Patagones-Viedma (Arg)
1. Rachele Bruni; 2. Simone Ruffini
Abu Dhabi (UAE)
3. Simone Ruffini; 5. Rachele Bruni
Balatonfured (Hun)
1. Rachele Bruni; 1. Simone Ruffini

Lac St-Jean (Can) 28 luglio
Lac Megantic (Can) 13 agosto
Chun’An (Chn) 9 ottobre
Honk Kong (HKG) 15 ottobre