Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Capri-Napoli. Domenica la maratona del Golfo

Fondo
images/joomlart/article/076097775fa9f024be45dc754be34bc2.jpg

Nel segno di Giulio Travaglio, il "Caimano di Baia". L’edizione numero 51 della Capri-Napoli - "Trofeo supermercati Piccolo" sarà la prima senza l’indimenticabile campione di Baia, unico italiano ad aver vinto la maratona del Golfo (cinque successi tra il 1965 e il 1970), scomparso lo scorso ottobre all’età di 71 anni. Per questo motivo gli organizzatori della società “Eventualmente eventi & comunicazione” hanno deciso di dedicare la competizione (valida quale ultima tappa del World Grand Prix Fina, la Coppa del Mondo di nuoto di fondo riservata alle gare che si disputano sulle distanze superiori ai 10 km) a Travaglio.
La manifestazione è stata presentata mercoledì 31 agosto, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala giunta di palazzo San Giacomo alla presenza tra gli altri dell’assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello; del presidente del comitato organizzatore, Luciano Cotena; del vice commissario tecnico della nazionale di nuoto di fondo, Valerio Fusco; del delegato del Coni Napoli, Sergio Roncelli; del presidente campano della Fin, Paolo Trapanese.


Per il quarto anno consecutivo la Capri-Napoli assegna di fatto la Coppa del Mondo: per questo motivo al via ci saranno tutti i migliori esponenti del nuoto di fondo internazionale. In campo maschile la classifica generale è ancora molto incerta: in testa c’è il macedone Tomi Stefanovski, che ha un punto di vantaggio sul rappresentante delle Fiamme Oro Napoli, Edoardo Stochino, vincitore di due bronzi europei a Berlino 2014 e di specialità quest'anno ad Hoorn nella 25 km. Chi arriva davanti insomma ha buone chance di aggiudicarsi il Grand Prix Fina. Ricco il campo dei favoriti, nei quali vanno annoverati l’altro macedone Pop Acev (secondo lo scorso anno), l’argentino Blaum (trionfatore nel 2015) e l’italiano Simone Ercoli, terzo dodici mesi fa e vincitore di due bronzi mondiali a Montreal 2005 nella 5 km individuale e a squadre ed argento mondiale in corta nei 1500 stile libero ad Indianapolis 2004. Completano la delegazione azzurra Gabriele Maria Mento e Francesco Bianchi. Per quest’ultimo si tratta di un esordio, anche se il ragazzo dell’Aniene è considerato dal suo tecnico Emanuele Sacchi (coach di società di Ruffini e Vanelli, i due nuotatori che hanno rappresentato l’Italia alle scorse Olimpiadi) una grande promessa di questo sport. Molto significativa la presenza del siriano Mohammad Saleh, che quest’anno ha fatto di tutto per esserci nonostante la drammatica situazione del suo Paese.
Tra le donne (in palio c’è il trofeo Pomilia Energia) la Coppa del Mondo sembra essere un discorso chiuso per la russa Olga Kozydub, che ha tredici punti di vantaggio sulla seconda, l’argentina Pilar Geijo (l’anno scorso seconda alla Capri-Napoli dietro Alice Franco, quest’anno assente). Due le italiane al via: Ilaria Raimondi ed Elena Lionello.
In tutto sono 28 gli atleti al via, 16 uomini e 12 donne, in rappresenta di tredici nazioni. Al migliore italiano sarà assegnato il primo premio intitolato proprio a Giulio Travaglio. All’atleta che compirà il miglior gesto tecnico verrà invece attribuito il trofeo Cag Chemical, messo in palio dalla società italiana specializzata in soluzione per piscine protagonista alle recenti Olimpiadi di Rio, dove è stata chiamata per risolvere i problemi della piscina “verde” dove si effettuavano le gare di tuffi e nuoto sincronizzato.
Il 4 settembre dunque partenza alle 10 dal lido Le Ondine di Capri, arrivo nelle acque antistanti il Circolo Canottieri Napoli, con gli atleti più veloci che si inizieranno a intravedere al largo attorno alle 16 dopo 36 chilometri di nuoto.


Tante le iniziative dedicate al "Caimano di Baia", già partite con l’arrivo della gara non competitiva di luglio e che culmineranno con la gara di domenica 4 settembre e con la mostra dedicata al “Re della Capri-Napoli” in programma al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo dal 5 settembre (inaugurazione alle 15, alla presenza di tutti i protagonisti della Capri-Napoli 2016) con l’esposizione di diciotto foto tratte dall’archivio Carbone. La mostra, a ingresso gratuito, resterà aperta fino al 20 settembre.

Si ringrazia l'Uffiicio Stampa della Capri-Napoli per la collaborazione


foto deepbluemedia.eu


Il sito ufficiale della Capri-Napoli


Vai al sito Fina