Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. 10 km. Azzurri nella top ten

Fondo
images/joomlart/article/61791d192bca5de4f35ef6492e924078.jpg

Non arriva la medaglia ma l'Italfondo, dopo l'argento di Mario Sanzullo nella 5 e il bronzo di Arianna Bridi nella 10 km, si conferma ad alti livelli anche nella terza prova sul Lago di Balaton. Nella dieci chilometri maschile, che apre il programma della quinta giornata dei Mondiali di Budapest, Simone Ruffini e Federico Vanelli chiudono settimo e decimo, rispettivamente in 1h52'07''7 e 1h52'21''0. Sul gradino più alto del podio l'olandese Ferry Weertman, campione olimpico ed europeo in carica, in 1h51'58''5 che precede di un decimo lo statunitense Jordan Wilimovsky, iridato a Kazan 2015, e il francese Marc-Antoine Olivier, già d'oro nella 5 chilometri di sabato, in 1h51'59''2.
Gli azzurri - entrambi tesserati per Fiamme Oro e CC Aniene e seguiti a Roma dal tecnico federale Emanuele Sacchi - conducono una gara perfetta tatticamente, sempre in scia ai migliori, mancando un po' di brillantezza e lucidità negli ultimi trecento metri.
Nulla da recriminare per Ruffini, ventisettenne marchigiano di Tolentino e sesto nella 10 chilometri a cinque cerchi di Forte Copacabana. "Una prova analoga a quella di Rio: tutti in gruppo fino allo sprint conclusivo nel quale - spiega il campione del mondo nella 25 km due anni fa in Russia, detentore della World Cup Fina  - ho pagato la fatica e l'assenza di qualche allenamento. Sono comunque soddisfatto: mi sono gestito bene nei primi giri e poi ho guadagnato posizioni dall'ottavo chilometro. Il 2017 è stato, fin qui, un anno con pochi alti ma non mi demoralizzo: ho ancora la 25 chilometri da disputare e forse la staffetta".
Rimpianti zero anche per il lombardo Vanelli - ventiseienne di Lodi - leggermente condizionato da un'ammonizione dopo il settimo chilometro. "La stagione è stata altalenante: e l'andamento di questa gara ne è l'emblema. Non sono riuscito a esprimermi al meglio. Mi sento stanco ma non morto - afferma il vice campione europeo a Hoorn 2016 nella 5 km, un successo in Coppa del Mondo a Viedma, in Argentina a febbraio - e ciò mi lascia un po' titubante. Rimango a disposizione per la prova a squadre".
Mercoledì, dalle 10.00, la cinque chilometri femminile con Giulia Gabbrielleschi, quinta agli Europei dello scorso anno, e Martina Rita Caramignoli, bronzo nei 1500 stile libero ai campionati continentali di Berlino nel 2014, al debutto internazionale in acque libere. 


Podio della 10 chilometri maschile
1. Ferry Weertman (Ned) 1h51'58''5
2. Jordan Wilimovsky (Usa) 1h51'58''6
3. Marc-Antoine Olivier (Fra) 1h51'59''2
7. Simone Ruffini (Ita) 1h52'07''7
10. Federico Vanelli (Ita) 1h52'21''0


Consulta i risultati ufficiali


Foto Andrea Masini/deepbluemedia.eu