Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Grand Prix. Mamme volanti d'argento, Verzotto's di bronzo

Tuffi
images/large/_GP21987.jpg

L'argento di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè al rientro internazionale. Lo splendido bronzo dei fratelli Verzotto dalla piattaforma sincro. Sorrisi, emozioni e sorprese azzurre nel racconto delle finali della giornata d'apertura al Lido di Bolzano della tappa italiana del 25esimo Grand Prix Fina di tuffi.  

Step by step, tuffo dopo tuffo, crescono le mamme volanti Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, che al rientro internazionale, dopo il secondo posto agli Assoluti venti giorni fa, concludono con 261.30 punti per un argento che allarga ancor di più i sorrisi e le speranze verso il sogno olimpico Tokyo 2020; davanti a loro solo le cinesi Xiaohui Huang e Ying Wei con 293.10, mentre sono di bronzo le tedesche Jana Lisa Rother e Friederike Freyer con 247.20 punti. Le azzurre sono addirittura prime dopo le prime due serie - l'ordinario avanti carpiato e il rovesciato carpiato valgono 96.60 punti contro i 94 20 delle asiatiche - ma poi pagano qualche imperfezione nel doppio salto mortale e mezzo avanti con un avvitamento (48.60). "Diciamo che le sensazioni, rispetto ai campionati italiani, sono migliori e la fiducia va crescendo - sottolinea Francesca - E' un ulteriore punto di partenza; adesso sarà importante allenarsi con continuità per tornare a livelli importanti. Vogliamo essere da stimolo per tante mamme che ci osservano e scrivono tutti i giorni". Sorridente, come sempre, Tania. "Non è andata male neanche oggi, anche se siamo ancora lontane dai nostri standard, e non so neanche se riusciermo più ad essere come eravamo prima. Sono entrata in forma solamente un mese fa. Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane, nei prossimi mesi". 

AMICHE, MAMME, MOGLI PER IL SOGNO TOKYO 2020. L’ultima gara insieme, prima degli Assoluti estivi dello scorso 24 maggio, fu la finale dei Giochi Olimpici a Rio de Janeiro il 7 agosto 2016, quando conquistarono la medaglia d’argento dietro alle cinesi Shi Tingmao e Wu Minxia (al quinto oro olimpico personale) e davanti alle australiane Maddison Keeney e Anabelle Smith. Quasi tre anni più tardi tornano ufficialmente in gara, dopo aver ripreso ad allenarsi lo scorso dicembre. Nel frattempo Tania e Francesca sono diventate mamme di due bellissime bambine, Maya e Ludovica. Amiche e compagne di Nazionale, insieme hanno stabilito il record di vittorie agli Europei nei tre metri sincro: otto volte consecutive da Torino 2009 a Londra 2016, quando firmarono anche la centesima medaglia d’oro della storia della Federnuoto agli Europei. Elena Bertocchi e Chiara Pellacani hanno raccolto il testimone e proseguito la tradizione vincente con il successo ai campionati europei di Glasgow e Edimburgo l’estate scorsa. 

Tania Cagnotto, 33 anni, il 24 settembre del 2016 all’Isola d’Elba si è sposata con Stefano Parolin. Testimoni di nozze l'amica e compagna di tanti successi Francesca Dallapè e l'altra amica Alison Gallmetzer. Con Stefano Parolin, commercialista e skipper, si erano conosciuti sette anni prima durante le vacanze in barca a vela costeggiando proprio l'Elba. Il 23 gennaio 2018 è nata Maya. A maggio l’annuncio del momentaneo ritiro con l'ultimo successo ai campionati italiani a Torino.

Francesca Dallapè, 32 anni, il 1° giugno 2013 a Villamontagna (Trento) si è sposata con Manuel Penzolato. Testimone di nozze l’amica e compagna di sincro Tania Cagnotto. Viaggio di nozze rinviato per poter partecipare agli Europei a Rostock e ai Mondiali di Barcellona. Il 4 maggio del 2017 è nata Ludovica. Dopo la gravidanza ha proseguito a gareggiare partecipando ai campionati nazionali assoluti primaverili ed estivi dal trampolino da un metro.

 GP21793
 

Fratelli di bronzo. Alla prima uscita internazionale ufficiale Maicol (Fiamme Oro/Bolzano Nuoto) e Julian Verzotto (Bolzano Nuoto) sono ottimi terzi dalla piattaforma sincro con 358.92 punti; gara dominata dai cinesi Ling Yang e Song Yuan che vincono con 401.97, con i russi Igor Vnukov e German Stroev secondi con 376.29.  Spunti decisamente di rilievo dalla gara degli azzurri con uno strepitoso triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato (72.00) e un doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo (71.04) da circoletto rosso. "Possiamo solo che crescere - commenta l'esperto Maicol, quattro medaglie tra Mondiali ed Europei, e allenato da Max Brick - Nel programma del Grand Prix non abbiamo messo tuffi con coefficiente più elevato: siamo andati in sicurezza. Obiettivo è qualificarsi per la World Cup 2019, e successivamente strappare il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020". Gli fa eco l'emozionato Julian: "Saltare con mio fratello vicino è sempre stato il mio sogno - sottolinea il 17enne altoatesino, seguito da Christopher Sacchin - Dopo un anno siamo già ad ottimi livelli: i margini per migliorare ci sono tutti".
 GP21948 

Azzurri in finale. Il programma pomeridiano si è aperto con le semifinali A e B (avanzano i migliori tre di ciascuna) del trampolino 3 metri maschile.  Lorenzo Marsaglia, inserito nella A, e Giovanni Tocci, nella B, accedono alla finale con il terzo punteggio.  Il 22enne romano - allenato da Benedetta Molaioli, tesserato per Marina Militare e CC Aniene e sesto agli Europei di Edimburgo 2018 -  peggiora leggermente il punteggio del mattino (386.85), a causa di una lieve sbavatura nel triplo salto mortale e mezzo indietro raggruppato (59.40) e successivamente nel triplo salto mortale e mezzo rovesciato raggruppato (56.00), e chiude con 382.05 punti. Migliora, invece, rispetto alle eliminatorie (378.80) il 24enne calabrese - tesserato per Esercito e Cosenza Nuoto, seguito da  Lyubov Barsukova e argento agli Europei in Scozia e a Londra 2016 e bronzo iridato a Budapest 2017 dal metro - che tira fuori dal cilinidro un eccellente triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato (77.50) e un doppio salto mortale e mezzo ritornato carpiato di livello (67.50) e conclude con 390.60 punti. 
 GP20737
Finale della piattaforma per Noemi Batki seconda con 260.30 punti nella semifinale A e per una strepitosa Sarah Jodoin Di Maria che chiude davanti a tutte con 298.30 punti la B. La 31enne nata a Budapest ma giuliana d'adozione e vice campionessa europea - preparata dal tecnico federale Domenico Rinaldi, tesserata per Esercito e Triestina Nuoto - parte male con il triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato e il doppio salto mortale e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo, che insieme sommano appena 89.70 punti,  poi si riprende e infila un bel triplo salto mortale e mezzo ritornato raggruppato (64.00).  La 19enne italocanadese - allenata dallo stesso Rinaldi, tesserata per Marina Militare ed MR Sport F.lli Marconi - non accusa minimamente la tensione e conduce una prova esemplare, nella quale spiccano i 61.50 punti del triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato e i 60.80 del verticale con doppio salto mortale indietro con un avvitamento e mezzo.
 GP21388 

Risultati semifinali e finali 1^ giornata - venerdì 14 giugno

Trampolino 3 metri mas - semifinale A
1. Xiaohu Tai (CHN) 446.10
2. Peter Mai (CAN) 391.95
3. Lorenzo Marsaglia (ITA) 382.05 qual. in finale

Trampolino 3 metri mas - semifinale B
1. Sebastian Morales (COL) 408.00
2. Daniel Restrepo (COL) 405.45
3. Giovanni Tocci (ITA) 390.60 qual. in finale

Piattaforma fem - semifinale A
1. Minje Zhang (CHN) 288.60
2. Noemi Batki (ITA) 260.30 qual. in finale
3. Ellen Ek (SWE) 255.85

Piattaforma fem - semifinale B
1. Sarah Jodoin Di Maria (ITA) 298.30 qual. in finale
2. Celina Toth (CAN) 287.45
3. Crina Tofan (ROU) 251.70

Piattaforma sincro mas - Finale
1. Ling Yang-Song Yuan (CHN) 401.97
2. Igor Vnukov-German Stroev (RUS) 376.29
3. Julian Verzotto-Maicol Verzotto (ITA) 358.92

Trampolino 3 metri sincro fem - Finale
1. Xiaohui Huang-Ying Wei (CHN) 293.10
2. Tania Cagnotto-Francesca Dallapè (ITA) 261.30
3. Jana Lisa Rother-Friederike Freyer (GER) 247.20

Il programma della 2^ giornata - sabato 15 giugno
Ore 10.00
preliminari trampolino 3 metri fem
preliminari piattaforma mas
Ore 14.00
semifinali A e B trampolino 3 metri fem
semifinali A e B piattaforma mas
Ore 18.00 - differita Rai Sport + HD da 00.15 e in diretta streaming su www.raisport.rai.it
finale piattaforma fem
con Noemi Batki e Sarah Jodoin Di Maria
finale trampolino 3 metri mas
con Lorenzo Marsaglia e Giovanni Tocci

 

Vai ai risultati ufficiali

Gli azzurri a Bolzano. Il direttore tecnico Oscar Bertone ha convocato sedici atleti. I selezionati sono Gabriele Auber (Marina Militare/Trieste Tuffi Edera), Noemi Batki (Esercito/Triestina Nuoto), Maia Biginelli (Fiamme Oro), Tania Cagnotto (Fiamme Gialle/Bolzano Nuoto), Andrea Chiarabini (Fiamme Oro/CC Aniene),, Francesca Dallapè (Esercito/Buonconsiglio Nuoto), Riccardo Giovannini (Fiamme Oro), Sarah Di Maria Jodoin (Marina Militare/MR Sport F.lli Marconi), Lorenzo Marsaglia (Marina Militare/CC Aniene), Eletta Neroni (Carlo Dibiasi), Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi), Tommaso Rinaldi (Marina Militare/MR Sport F.lli Marconi), Giovanni Tocci (Esercito/Cosenza Nuoto), Maicol Verzotto (Fiamme Oro Roma/Bolzano Nuoto) e Julian Verzotto (Bolzano Nuoto). Completano lo staff il coordinatore tecnico Giorgio Cagnotto, il tecnico federale responsabile delle squadre giovanili Domenico Rinaldi, i tecnici federali Dario Vittorio Scola e Giuliana Aor, i tecnici Cristopher Sacchin. Benedetta Molaioli e Fabrizio De Angelis, il fisioterapista Ernesto Vincenti e i preparatori atletici Fabrizio Mezzetti e Silvia Scatola.
Foto Giorgio Perottino/deepbluemedia.eu