Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Piombino capitale delle acque libere. La festa dei master

Master
images/large/piombino_800x450.jpg

Il nuoto non ha età. Compreso quello di lunga distanza. I master approdano a Piombino, nello specchio d'acqua antistante Piazza Bovio, nella culla del nuoto in acque libere italiano ed internazionale, già sede degli europei assoluti e joniores di specialità, che da tre anni ospita i campionati nazionali assoluti. Dopo la prima gara, la 5 chilometri del 24 luglio, dal 3 al 5 settembre i nostri over si sono ritrovati ai piedi del Faro della Rocchetta per il miglio marino, la 3 chilometri e la 4x1250 metri. La prima volta della saffetta ai master di fondo con 54 squadre iscritte tra maschili, femminili e mixed. Numeri importanti con 300 atleti al via al miglio e altrettanti ai 3000 metri. Divisi per categorie e rigorosamente rispettosi delle norme di sicurezza. La classifica per società (55) premia i Nuotatori Genovesi che svettano con 866 punti, seguiti sul podio da Due Ponti con 787 e Circolo Canottieri Aniene con 583. 
Il più anziano in gara è l'85enne Giuseppe Bilotta (Centro Nuoto Bastia) impegnato prima nel miglio marino (1,851 km) e il giorno successivo nella tre chilometri conclusa in 1ora 12'01"2. Con lui spiccano le performance degli m80 Alessandro Clerici (Nuoatori Genovesi), Domenico Mosca (CS Portici), Sabine Gisela Salander (Due Ponti) e delle altre categorie più giovani, dagli over75 fino agli m25.

Tutti i risultati