Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Dell'Uomo & Verzotto settimi

Tuffi
images/joomlart/article/bba818de1a4044390a4e14a452d62f7e.jpg

Seconda finale del programma dei tuffi, secondo sincro e seconda coppia azzurra in gara. Se sabato è stata la giornata di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, d'argento dal trampolino da 3, oggi è stata la volta di Francesco Dell'Uomo e Maicol Verzotto (entrambi di Fiamme Oro e Bolzano Nuoto) dalla piattaforma dei 10. La più alta, che dal promontorio di Montjuic sovrasta la città di Barcellona.
Francesco, romano di 26 anni, e Maicol, bolzanino di 25, si sono classificati settimi con 386.25 punti. L'ultimo salto da 83.16 (triplo e mezzo indietro) li ha fatti risalire. Al quinto tuffo erano al nono posto. Campioni del mondo i tedeschi Sacha Klein e Patrick Hausding con 461.46, argento ai russi Victor Minibaev e Artem Chesakov con 445.95 e bronzo ai cinesi Cao Yuan e Zhang Yanquan con 445.56 e due tuffi sbagliati. Quarto posto, comunque da applaudire, per i messicani German Sanchez e Ivan Garcia con 442.86 e un tuffo sbagliato.
La competizione. Dodici coppie, sei round di tuffi. Gli azzurri sono quinti in ordine di salto. Partono subito benissimo, tutti nove per il tuffo ritornato che vale 54 punti. Nel rovesciato non vanno oltre il sette e mezzo e ottengono 44.40 punti. Il doppio e mezzo avanti con avvitamento lo eseguono molto meglio, guadagnano 75.69 punti e a metà percorso sono settimi con 174.09. Il quadruplo e mezzo dei messicani German Sanchez e Ivan Garcia è quasi perfetto (94.35) ma i cinesi Cao Yang e Yanquan Zhang sono su un altro pianeta e il loro triplo e mezzo rovesciato raggruppato li tiene saldamente davanti. A metà gara guidano loro con 203.91, seguiti dalla coppia messicana con 199.95.
Sale il coefficente di difficoltà, anche per gli azzurri. Il triplo e mezzo avanti con un avvitamnento riceve 66.60, il triplo e mezzo ritornato 62,40 e il triplo e mezzo indietro 83.16. Testa a testa tra cinesi e messicani con i cinesi che sbagliano, incredibilmente, il quarto e quinto salto e i messicani che hanno una defaillance nel quinto. Ne approfittano i tedeschi Sacha Klein e Patrick Hausding e i russi Victor Minibaev e Artem Chesakov con la loro regolarità. Si decide tutto all'ultimo tuffo, a beneficio del pubblico che ha riempito le tribune della municipal.
"E' stato un risultato esaltante. Speravamo di confermare l'ottavo posto dei preliminari, invece siamo andati oltre - afferma Dell'Uomo, al quinto mondiale della carriera e quinto nel 2009 con Andrea Chiarabini - Siamo settimi al mondo malgrado qualche errorino, vuol dire che abbiamo ampi margini di miglioramento". Molto soddisfatto anche Verzotto, alla prima finale iridata in tre partecipazioni. "Saltare davanti a un pubblico così caloroso è stato molto emozionante. Ora possiamo scioglierci e goderci questa posizione che premia i nostri sacrifici. Siamo molto contenti della stagione e della prestazione che segue il quarto posto europeo". 


consulta i risultati ufficiali