Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Mondiali. Chiarabini dodicesimo dai 10m

Tuffi
images/joomlart/article/0298e3443ddd3b8edcd41bfb59f24a38.jpg

La piattaforma maschile ha chiuso i quindicesimi mondiali di tuffi. Al gran finale ha partecipato Andrea Chiarabini, giovane e promettente, da ieri nella top 12 dei 10 metri. Il pubblico non è mancato alla municipal de Montjuic, completamente piena, e una “macchia azzurra” faceva il tifo per lui, 18 anni compiuti il 12 marzo, romano delle Fiamme Oro, allenato da Fabrizio De Angelis. Si è classificato dodicesimo con 370.75 punti e un po' di emozione. “Si, ero emozionato – dice con il suo sorriso contagioso – e non mi sono tuffato come al solito. La finale, tante cose, un po' anche il sole che stancava tanto. Questa piscina è particolare, al mattino hai il sole davanti, il pomeriggio dietro e nei tuffi quando giri lo vedi in rotazione e un po' ti acceca. Mi sono avvicinato a questo mondiale molto bene, tranquillo negli allenamenti. Sono contento così”.
Ha vinto il cinese Qui Bo con 581.00 che ha fatto la gara perfetta e ha eseguito il triplo e mezzo indietro carpiato (simile a quello di Chiarabini che però esegue raggruppato) con coefficente 3.6 da 108 punti. Secondo lo statunitense David Boudia con 517.46 e terzo il tedesco Sascha Klein con 508.55. In molti si sono tuffati bene, anche specialisti come Ivan Garcia (502.75), German Sanchez (506.35) e Thomas Daley (470.60) che non sono saliti sul podio.


La competizione. Il primo a tuffarsi è il bielorusso Vadim Kaptur, l'ultimo lo statunitense David Boudia. Andrea è quarto in ordine di salto. Il suo programma è lo stesso del preliminare e della semifinale. Comincia con il triplo e mezzo ritornato che sa fare meglio ma dove riceve un punto e mezzo in più rispetto alla semifinale di ieri pomeriggio (60.80). Nel quadruplo e mezzo avanti in semfinale aveva sfiorato gli 80 punti, oggi ha ripetuto punteggio del preliminare (64.75). E' tornato sui suoi livelli nel successivo, il triplo e mezzo indietro. Era ultimo dopo la quinta serie, penultimo dopo la terza e la quarta. Ha concluso il suo mundial, certamente soddisfacente, con il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo.


I tuffi di Andrea Chiarabini: 407C (triplo e mezzo ritornato) 60.80, 109C (quadruplo e mezzo avanti) 64.75, 626C (verticale con triplo indietro) 54.45, 207C (triplo e mezzo indietro) 74.25, 307C (triplo e mezzo rovesciato) 42.90, 5253B (doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo) 73.60.