Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Tuffi dalle grandi altezze Cagnotto a Marmeeting

News Tuffi precedenti
images/joomlart/article/11cdb0c5719af9bf49259fab5eb14dd4.jpg

La vice campionessa mondiale è a Furore per la 24esima edizione della manifestazione. Il 4 luglio salterà da una piattaforma di otto metri. In gara 11 atleti che salteranno da 27 metri

FURORE (SA)
C'è sempre una prima volta. Anche per una campionessa come Tania Cagnotto. L'azzurra, medaglia d'argento ai Mondiali di Roma 2009 nei tre metri sincro con Francesca Dallapè e che insieme alla trentina (amica e compagna di stanza in Nazionale) domenica scorsa ha vinto la finale dei 3 metri sincro al XIV Diving Grand Prix FINA di Bolzano battendo le cinesi Dong Jun e Zheng Shuangxue, domenica 4 luglio alle 11.00 si tufferà dagli otto metri nel golfo di Furore, sulla Costiera Amalfitana.
Per lei, che sarà la madrina della XXIV edizione di Marmeeting, la gara di tuffi dalle grandi altezze, è stata approntata una piattaforma ad otto metri di altezza.
Tania Cagnotto è arrivata a Furone oggi, accompagnata dal padre e Commissario Tecnico della Nazionale di tuffi Giorgio Cagnotto. "Saltare dalle grandi altezze è completamente diverso - dice il CT azzurro - e Tania eseguirà un tuffo abbastanza semplice. Abbiamo visto il ponte dal quale salteranno gli atleti. Lo scenario è molto suggestivo". Qualche salto di prova e poi Tania Cagnotto sarà pronta per l'esibizione di domenica mattina dove eseguirà un salto mortale e 1/2 avanti. In gara undici atleti di sei nazioni (Russia, Ucraina, Gran Bretagna, Colombia, Messico, Francia) che eseguiranno tre tuffi ciascuno (1 obbligatorio e 2 liberi) da un massimo di 27 metri di altezza.
 
Precedenti illustri