Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Budapest Azzurri, 1 metro senza acuti

News Tuffi precedenti

Benedetti è sesto con 397,20 e Sacchin ottavo con 386,15. Entrambi in ripresa e comunque soddisfatti. L'ucraino Kvasha si laurea campione d'Europa per la terza volta consecutiva. Secondo Hausding e terzo Illana

BUDAPEST
Non è stata come la finale di ieri, dove Tania Cagnotto ha vinto la medaglia d'oro e Maria Marconi ha chiuso ai piedi del podio, ma è stata comunque una bella finale che ha visto impegnati due atleti azzurri, sorridenti e orgogliosi. Oggi pomeriggio nella vasca dei tuffi dell'Alfred Hajos di Budapest,   Michele Benedetti e Christopher Sacchin hano onorato la finale del trampolino da un metro: Benedetti, campione italiano in carica della specialità, si è classificato sesto con 397,20 punti e Sacchin, secondo ai recenti assoluti estivi a Bergamo, ha concluso all'ottavo posto con 386,15. La medaglia d'oro e il titolo europeo (il terzo consecutivo dopo Eindhoven '08 e Torino '09) li ha vinti il fuoriclasse ucraino Illya Kvasha con 433,90 punti; secondo e medaglia d'argento il tedesco Patrick Hausding con 430,25 che fino all'ultimo salto ha insidiato Kvasha; terzo e medaglia di bronzo lo spagnolo Javer Illana con 414,35 punti che al mattino, nei preliminari, aveva rischiato di restare escluso dalla finale classificandosi undicesimo.
“Sono contento – comincia Michele Benedetti – la forma c'è. Ho fatto qualche sbavatura ma è stata una buona prova in vista dei tre metri. Ho iniziato a preparare questa gara due mesi fa. Oggi ho commesso un paio di errori ma sono riuscito a riprendermi a gara in corso e di questo sono soddisfatto”. Sulla scelta dei coefficienti di difficoltà aggiunge. “Ho provato poco i tuffi più difficili e non me la sono sentita di portarli. Dai tre metri credo di fare meglio”.
“Non sono stracontento ma neanche deluso – continua Christopher Sacchin –  sul trampolino stavo bene e ho saltato con una certa regolarità. Quest'anno purtroppo non ho potuto prepararmi come gli altri anni a causa della lesione muscolare alla gamba sinistra. Me l'aspettavo che qui sarebbe andata così. Adesso va meglio, so che il problema alla gamba passerà e l'anno prossimo spero di prepararmi come si deve. Sono fiducioso”. 
 
IL CAMPIONE D'EUROPA. Il più forte d'Europa, da un metro, è ancora lui, Illya Kvasha. L'ucraino, nato a Nikolaev il 5 marzo 1988, già campione europeo a Eindhoven 2008 e a Torino 2009, oggi ha dovuto lottare fino all'ultimo salto con almeno tre avversari del suo stesso valore (il tedesco Hausding, lo spagnolo Illana e il russo Kuznetsov) ma alla fine ci ha messo quel qualcosa in più che lo contraddistingue ormai da tre anni. Oggi pomeriggio ha totalizzato 433,90 punti (nel tuffo in cui ha preso di meno ha ricevuto 67,20 punti, ma aveva anche un coefficiente di difficoltà di 3.2 – il punteggio più alto dei sei è stato di 80,85 al secondo salto con un coefficiente di 3.3) ed ha lasciato agli altri la lotta per le medaglie d'argento e di bronzo. Kvasha è alto 175 cm. Ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 ha vinto la medaglia di bronzo nei 3 metri sincronizzati insieme a Oleksiy Prygorov. Ai Mondiali di Roma 2009 è stato quinto nella finale del trampolino da un metro.   
 
COSI A TORINO 2009. Ai Campionati Europei di specialità, ad aprile dello scorso anno a Torino,  l'ucraino Illya Kvasha vinse la finale del trampolino da un metro con 420,90. Sacchin conquistò la medaglia d'argento con 418,55 e quella di bronzo andò al tedesco Pavlo Rozemberg con 405,20. L'altro finalista azzurro, Nicola Marconi, si classificò sesto ottenendo 361,95 punti. 
 
COSI A EINDHOVEN 2008. Nella XXIX edizione dei Campionati Europei, due anni fa in Olanda, l'ucraino Illya Kvasha conquistò il titolo continentale da un metro con 454,65 punti; al secondo posto il finlandese Joona Puhakka con 432,80 e al terzo Sacchin, medaglia di bronzo con 423,80. Quinto posto in finale per Nicola Marconi con 403,30.
 
Risultati completi


XXX CAMPIONATI EUROPEI TUFFI - Risultati e medagliere
Finale Trampolino 1 metro M

1. I. Kvasha UKR 433,90
2. P. Hausding GER 430,25
3. J. Illana ESP 414,35
4. E. Kuznetsov RUS 411,45
5. C. Blaha AUT 401,70
6. M. Benedetti ITA 397,20
7. Y. Shlyakhov UKR 396,10
8. C. Sacchin ITA 386,15
9. M. Rosset FRA 384,40
10. E. Novoselov RUS 334,40
11. J. Koroljov BLR 323,25
12. N. Robinson-Baker GBR 315.80

Medagliere dei tuffi

ITALIA 1 ORO Totale 1
UCRAINA 1 ORO Totale 1
SVEZIA 1 ARGENTO Totale 1
GERMANIA 1 ARGENTO Totale 1
RUSSIA 1 BRONZO Totale 1
SPAGNA 1 BRONZO Totale 1

Massimo Cicerchia
Nostro inviato