Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Europei di Budapest Batki, gioia d'argento

News Tuffi precedenti

Nella città natale ottiene il risultato più importante della sua giovane carriera. Nella finale della pattaforma è seconda con il record personale di punti: 343,80. Davanti a lei soltanto la tedesca Steuer. Marocchi settima

BUDAPEST
Una giornata in rosa all'Alfred Hajos di Budapest. Cominciata con la medaglia di bronzo di Federica Pellegrini negli 800 stile libero e conclusa con quella d'argento di Noemi Batki dalla piattaforma. Nella sua Budapest la ventiduenne, che da quando aveva tre anni si è trasferita con la mamma Nagy Ibolia in Italia e che si allena al Centro Federale di Trieste, ha ottenuto il risultato più importante della sua carriera. Con gli ultimi due salti ha vinto la paura, ha tirato fuori il meglio di sé, ha messo pressione alle avversarie, ha stabilito il record personale di punti. Seconda! Medaglia d'argento con 343,80 punti (il suo record precedente era di 331 punti). “I suoi tuffi migliori sono stati il triplo e mezzo ritornato e il doppio e mezzo rovesciato – dice il CT della Nazionale Giorgio Cagnotto mentre la applaude sul podio – ma tutta la sua gara è stata buona. Aveva iniziato male, ma ha avuto il coraggio e lo spirito giusto per rimettersi in corsa. Brava”.
Lei è felice. Dispensa sorrisi a tutti. Si concede ai fotografi con la gioia negli occhi. “Un buon riscatto – sorride – e proprio nella mia città natale. Ero partita così così ma poi mi sono detta: che fai ti arrendi qui oppure continui e pensi a divertiti? Ho scelto la seconda possibilità”.
La gara è stata vinta dalla tedesca Christin Steuer con 354,50 punti; terza con 340,45 punti la russa Yulia Koltunova che all'ultimo tuffo ha sentito la pressione molto più dell'italiana. “Mi sono riscattata – continua Batki – dopo che nel 2006 non ero andata bene finendo sesta nel sincro trampolino tre metri. Ho dato tutto. Di più non potevo. Sto attraversando il miglior periodo di forma della carriera. Non sono mai stata così bene e così felice. Ringrazio l'Esercito, la Federazione Italiana Nuoto e la mia famiglia per il sostegno che mi hanno sempre dimostrato. Il mio pensiero in questo momento va ai militari che stanno combattendo per la pace in Afghanistan”.
Noemi Batki è arruolata nell'Esercito dal 2007. E' caporalmaggiore. Sua madre Nagy, oltre ad essere da sempre la sua allenatrice, ha fatto parte della Nazionale ungherese di tuffi; campionessa nazionale, ha partecipato alle Olimpiadi di Barcellona 1992. Anche lei è visibilmente emozionata: “Speriamo che sia l'inizio di una lunga serie di soddisfazioni – da detto – ma adesso godiamoci il momento. Sono felice per lei”, conclude mamma Nagy che ha sposato l'italiano Dario Mosina, di Belluna, dopo la separazione da Sandro Batki, ungherese di Budapest.
Appena atterrato da Budapest a Roma, diretto alla cerimonia di apertura della prima edizione delle Olimpiadi giovanili di Singapore, il Presidente Paolo Barelli ha telefonato a Noemi per formulargli i complimenti ed estenderli alla mamma-allenatrice e a tutta la Nazionale. La festa continua.
  
Risultati completi 


XXX CAMPIONATI EUROPEI TUFFI - Risultati e medagliere
Finale Piattaforma 10 metri F

1. C. Steuer GER 354,50
2. N. Batki ITA 343,80
3. Y. Koltunova RUS 340,45
4. N. Subschinski GER 320,30
5. I. Prokoochuk UKR 317,05
6. O. Vintonyak RUS 316,50
7. M. Gladding GBR 311,95
7. V. Marocchi ITA 311,95
9. A. Labeau FRA 309,95
10. M. Alacoboae ROU 279,45
11. E. Eggers SWE 274,45
12. C. Popovici ROU 260,75

Medagliere dei tuffi

UCRAINA 2 ORO Totale 2
GERMANIA 1 ORO, 2 ARGENTO Totale 3
ITALIA 1 ORO, 1 ARGENTO Totale 2
RUSSIA 3 BRONZO Totale 3
SVEZIA 1 ARGENTO Totale 1
SPAGNA 1 BRONZO Totale 1

Massimo Cicerchia
Nostro inviato