Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Italtuffi al lavoro Notizie dalle sedi

News Tuffi precedenti
images/joomlart/article/d8d8bf0126ecd1ab753f33277c67fdd5.jpg

Il CT della Nazionale illustra programmi e obiettivi della stagione. Test di verifica a Bolzano e prime gare a dicembre. A gennaio collegiale collettivo a Trieste e la partenza per Sydney di Tania Cagnotto, Batki e Dallape

ROMA
Da domani 18 a domenica 21 novembre, a Bolzano, sono previsti i primi test di verifica per Tania Cagnotto e Francesca Dallapè. Le campionesse europee del trampolino dei 3 metri sincro a Budapest 2010, saranno sottoposte a una serie di controlli dal preparatore atletico Fabrizio Mezzetti, che le aveva già seguite a Bergamo prima degli Europei e che sarà coinvolto dallo staff tecnico della Nazionale anche in questa stagione, principalmente in occasione dei raduni a Bolzano e Trieste.
Gli azzurri Nicola, Tommaso e Maria Marconi si stanno allenando a Roma seguiti dal tecnico federale Domenico Rinaldi. Nicola, dopo lo stop di agosto a Budapest (lombalgia), ha ripreso ad allenarsi ad ottobre e tornerà a gareggiare a dicembre nel Trofeo di Natale; Tommaso e Maria partiranno il 5 dicembre per Montreal dove parteciperanno al torneo ad inviti Camo International dal 9 al 12.
Nel Centro Federale di Trieste, invece, Michelle Turco, Tommaso Rinaldi e Brenda Spaziani saranno in collegiale dal 20 al 28 novembre. Seguiranno gli allenamenti il tecnico federale Domenico Rinaldi e il preparatore atletico Fabrizio Mezzetti. La Nazionale di tuffi è al lavoro. 
“Stiamo cominciando a verificare il lavoro fatto in quest’ultimo mese”, spiega il CT della Nazionale Giorgio Cagnotto. “Si tratta di un lavoro personalizzato – continua – che necessita di test valutativi periodici. Con tutti abbiamo ripreso la preparazione a Roma a settembre e adesso siamo passati a lavori più specifici. Anche quest’anno ci attendono appuntamenti molto importanti, come gli Europei a Torino e i Mondiali a Shanghai e contemporaneamente dobbiamo pensare ai Giochi Olimpici di Londra 2012”.
Nell’ottica di questo doppio obiettivo, per gli atleti azzurri sono previsti una serie di allenamenti in Italia e all’estero. In tre sono già all’estero: Michele Benedetti e Francesco Dell’Uomo si stanno allenando a Montreal insieme alla squadra nazionale canadese e allo spagnolo Javier Illana, seguiti da Arturo Miranda (Dell’Uomo rientrerà il 22 novembre e Benedetti a metà dicembre); Noemi Batki, argento dalla piattaforma agli Europei di Budapest 2010, è a Mosca in raduno con la squadra nazionale russa fino al 24 novembre.
Una selezione azzurra (“che stiamo ancora decidendo”, dice il CT) parteciperà al meeting Camo International e tutti saranno pronti e disponibili per il Trofeo di Natale, in programma dal 17 al 19 dicembre a Bolzano, che come ogni anno darà il via alla stagione agonistica nazionale.
Il 2011 si aprirà con un collegiale collettivo (ragazzi, junior e senior) dal 2 al 9 gennaio a Trieste, al quale interverranno anche i tecnici sociali, e le partenze per l’Australia di Tania Cagnotto, Noemi Batki e Francesca Dallapè. Il 3 gennaio Tania Cagnotto e Noemi Batki partiranno per Sydney dove si alleneranno in vasca coperta insieme al campione olimpico di Pechino 2008 Mitcham Matthew. Il 7 febbraio Francesca Dallapè darà il cambio a Noemi Batki (che rientrerà in Italia il 4 e raggiungerà i compagni in collegiale a Trieste) e tornerà a fine mese (il 27) insieme a Tania Cagnotto. A seguire le azzurre ci sarà  il tecnico della squadra nazionale australiana, il messicano Salvator (Chava) Sobrino, in contatto continuo con il CT azzurro. “Da un po’ di tempo stavamo valutando questa ipotesi - spiega Giorgio Cagnotto – che offre una opportunità tecnica importante alle nostre ragazze. Avranno la piscina a disposizione tutto il giorno e stare due mesi insieme a questi grandi campioni sarà uno stimolo in più per forzare anche in allenamento”.