Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Grand Prix Fina Unipol Batki, argento e sorrisi

News Tuffi precedenti

Nomei è seconda dalla piattaforma con 336,80 e ottiene il suo miglior risultato a Bolzano. Cagnotto, Dallapè e Chiarabini si qualificano per le finali di domenica. Sakai Sho da 3 mt è il primo giapponese a vincere nella storia del meeting

BOLZANO
Il 16 maggio al Pieter Van den Hoogenband Stadium di Eindhoven aveva vinto l’argento europeo con 315,60 punti, a sei dall'ucraina Yulia Prokopchuck. Oggi pomeriggio al Lido di Bolzano ha vinto un’altra medaglia d’argento con 336,80 dietro alla cinese Liu Huixia (365,90) ottenendo il suo miglior risultato al Grand Prix di Bolzano. Noemi Batki è seconda nella finale della piattaforma. “Non ero mai andata così bene qui a Bolzano – sorride l’azzurra – e anche tecnicamente sono soddisfatta. Io ho un coefficiente più basso delle altre e devo fare tutti i tuffi al massimo. Sto provando a inserire una verticale nel programma ma è ancora presto per rischiare. Oggi ho sbagliato qualcosa nel quarto salto, il triplo e mezzo ritornato, dopo aver fatto bene i primi tre. Sono contenta anche per come ho eseguito il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo. Venerdì in semifinale avevo fatto meglio con 345,20 punti, ero a un punto dal record personale. Molto brava Liu, complimenti davvero”.
La campionessa degli Europei di specialità a Torino 2011, medaglia d’argento ai recenti Europei di Eindhoven e agli Europei di Budapest 2010, nata a Budapest il 12 ottobre del 1987, l’anno scorso a Bolzano non aveva partecipato alla gara dalla piattaforma per l’infortunio alla mano e due anni fa era stata eliminata in semifinale (quarta della B con 292,40).
Sorridente e soddisfatta anche la mamma e allenatrice Ibolia Nagy. “In quest’ultimo periodo il lavoro diventa sempre più sulla testa. E’ difficile spiegare quanto sia faticoso ma affascinante questo allenamento. Il nostro obiettivo all’Olimpiade è fare la gara perfetta e vedere dove si arriva. Si, in semifinale aveva fatto un po’ meglio in generale, ma va bene anche così perché vedo che c’è regolarità di prestazione”.
Nella finale del trampolino da tre metri vittoria del giapponese Sakai Sho che ha battuto di un punto il cinese Chao He: 452,25 contro 451,30. E' la prima volta che un giapponese vince una gara al meeting di Bolzano. Terzo il messicano Joanathan Ruvalcaba con 427,35.
 
Oggi si sono disputate anche eliminatorie e semifinali del trampolino da 3 metri donne e della piattaforma da 10 metri uomini. Dal trampolino le azzurre Cagnotto, Dallapè e Bertocchi si sono classificate tra le prime dodici ma soltanto le due migliori sono state ammesse in semifinale: Tania Cagnotto e Francesca Dallapè con 320,15 e 309,90, secondo e terzo punteggio della semifinale A, si sono qualificate per la finale di domenica alle 15.30. Delle due cinesi che si sono qualificate per la finale dei 3 metri individuali, una, Wang Han (306,00), è la stessa che le azzurre hanno battuto venerdì nel sincro. Le altre finaliste di domani sono la messicana Laura Sanchez (330,00), l’altra cinese Liu Jiao (329,25) e la venezuelana Jocelyn Castillo (273,70). Dodicesima dopo le eliminatorie Elena Bertocchi con 257,10 punti.
Dalla piattaforma quattro azzurri nelle eliminatorie (Dell’Uomo, Chiarabini, Verzotto e Mauri) e due in semifinale: Francesco Dell’Uomo è finito quarto nella B con 400,80 restando escluso dalla finale e Andrea Chiarabini è giunto terzo nella A con 415,45 qualificandosi alla finale di domenica pomeriggio che chiude la manifestazione. Le due semifinali sono state vinte dagli atleti cinesi; Yang Jian la A con 504,10 e Chen Aisen la B con 469,20 punti.
Nono dopo le eliminatorie Maicol Verzotto con 356,20 e quindicesimo Gabrio Mauri con 329,40 punti.
 
COMPLEANNO. Domenica 24 giugno è il compleanno di Francesca Dallapè: 26 anni che festeggia gareggiando nella finale del trampolino 3 metri, dove a giugno 2011 ha conquistato il pass mondiale con il secondo posto al Grand Prix di Bolzano e quest'anno ha ottenuto la carta olimpica con il terzo posto nel ripescaggio di Coppa del Mondo a Londra. Insieme a lei in finale c'è l'amica e compagna di sincro Tania Cagnotto.      
   
PLUFF. STORIA DEI TUFFI A BOLZANO. Tra le iniziative che fanno da cornice alla tappa italiana del circuito mondiale di tuffi ce n'è una tutta made in Bolzen. Si tratta della storia dei tuffi a Bolzano, iniziata poco dopo la metà del 1800 ai bagni Gugler, proseguita con le imprese pionieristiche di Carlo Dibiasi e Otto Casteiner, rispettivamente papà di Klaus e papà di Carmem, immortalata da vari autori. Una mostra fotografica aperta al pubblico con ingresso libero fino al 30 giugno dalle 17.30 alle 19.30 presso l’espace La Stanza di via Orazio, 34. La mostra intitolata “Pluff. Storia dei tuffi a Bolzano” è stata realizzata dal Circolo Culturale La Stanza in collaborazione con il giornalista Marco Marangoni e inaugurata in occasione del 18° Grand Prix Fina – Trofeo Unipol. E’ stato realizzato e distribuito gratuitamente anche un Quaderno riepilogativo con le principali immagini delle storiche evoluzioni dei tuffatori azzurri dagli inizi del 1900 ad oggi. Madrina della mostra, che si è aperta a fine maggio, è stata la campionessa di casa Tania Cagnotto e tra i visitatori più illustri si sono avvicendati Giorgio Cagnotto, Klaus Dibiasi, Carmen Casteiner, Piero Italiani, il presidente della FIN di Bolzano Ardelio Michielli, il sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli e tuffatori bolzanini del passato come Verena Masetti e Wally Weiss.
  
Così domenica
  
Domenica 24 giugno
11.45 finali 10 metri sincro F e trampolino 3 metri sincro M in diretta su Rai Sport 2
15.30 finali 3 metri F e 10 metri M in diretta su Rai Sport 2
 
Risultati completi


18° Grand Prif Fina - Trofeo Unipol
Bolzano, 22-24 giugno 2012 Risultati delle finali e medagliere
Piattaforma 10 metri sincro M
1. Aisen-Jian (CHN) 438,24
2. Chesakov-Izmaylov (RUS) 400,02
3. Tolvers-Eskilsson (SWE) 396,33
5. Dell'Uomo-Verzotto (ITA) 369,96

Trampolino 3 metri sincro F
1. Cagnotto-Dallapè (ITA) 313,80
2. Han-Lin (CHN) 297,90
3. Nedobiga-Kesar (UKR) 269,52

Piattaforma 10 metri F
1. Huixia Liu (CHN) 365,90
2. Noemi Batki (ITA) 336,80
3. Carole Ann Ware (CAN) 326,85

Trampolino 3 metri M
1. Sakai Sho (JPN) 452,25
2. Chao He (CHN) 451,30
3. Jonathan Ruvalcaba (MEX) 427,35

MEDAGLIERE

Cina 4 2 oro 2 argento
Italia 2 1 oro 1 argento
Giappone 1 1 oro
Russia 1 1 argento
Svezia 1 1 bronzo
Ucraina 1 1 bronzo
Canada 1 1 bronzo
Messico 1 1 bronzo

Massimo Cicerchia
Nostro Inviato