Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

GP Fina. Tocci 17°, sabato Barbu-Placidi

Tuffi
images/joomlart/article/55fa5756746b78bf2f61d2cf15f0eb78.jpg

"La gara di Rostock è sempre stata quella più difficile, proprio perché è la prima dell’anno, dove tutti si ritrovano per vedere il proprio stato e conoscere quello degli avversari. Giovanni ha scelto di portare la serie completa già nel preliminare, dove avrebbe potuto evitare il quadruplo, e bisogna dargliene merito. Ha preferito provarlo subito. C’ho parlato, mi ha detto che stava bene ma le sensazioni non erano le migliori. Ha sbagliato l’approccio e lo ha capito. Questo ben venga perché gli servirà da esperienza per la prossima gara”. Il direttore tecnico della Nazionale Oscar Bertone, commenta così l’esordio di Giovanni Tocci a Rostock.
Il 23enne calabrese - tesserato per Esercito e Cosenza Nuoto, allenato da Lyubov Barsukova, bronzo iridato a Budapest 2017 ed europeo a Londra 2016 dal metro – è diciassettesimo dai tre metri nella giornata inaugurale del 24° Grand Prix di tuffi e del 63° trofeo internazionale di Rostock. Soltanto 320.30 punti. “Per lui è la seconda gara della stagione dopo i categoria dove aveva fatto 440 punti senza problemi – continua il direttore tecnico azzurro – ed è ancora disabituato a saltare la mattina, perché gli allenamenti per ora sono principalmente il pomeriggio, sta provando a cambiare alcuni tuffi ma queste non vogliono essere delle scuse. Bisogna solo continuare a lavorare”.
Il dodicesimo posto, ultimo valido per l’ingresso in semifinale, è quello del cinese Luxian Wu (354.25) che poi raggiunge la finale con 436.10 punti. Il miglior punteggio dei preliminari è del messicano Diego Rodrigo (434.55), successivamente eliminato in semifinale (362.00) e il primo punteggio delle semifinali spetta al russo Nikita Shleikher con 549.50.


Sabato alle 14.00 Vladimir Barbu (Carabinieri/Bolzano) e Mattia Placidi (Fiamme Rosse/Carlo Dibiasi) sono attesi dalla finale della piattaforma sincro. “Risalgono insieme sulla piattaforma dopo gli Europei di Londra 2016, dove erano stati ottavi in finale – spiega Bertone – e si sono ritrovati ad allenarsi in coppia quest’anno al centro federale di Roma. Stanno provando una serie diversa da quella di Londra, dove avevano il triplo e mezzo rovesciato che adesso hanno sostituito con l’uno e mezzo indietro con tre avvitamenti e mezzo. Un tuffo nel quale uno si è adeguato all’altro ma che fanno abbastanza bene insieme”. Dieci le coppie iscritte e sei tuffi ciascuna. Domenica alle 10.00, invece, Barbu e Placidi sono impegnati nel preliminari della piattaforma individuale (finale domenica pomeriggio per i primi 12).


La serie di Giovanni Tocci – trampolino 3 metri 320.30


107B triplo e mezzo avanti carpiato 71.30
5154B doppio e mezzo avanti con due avvitamenti carpiato 74.80
205B doppio e mezzo indietro carpiato 51.00
307C triplo e mezzo rovesciato raggruppato 31.50
109C quadruplo e mezzo avanti raggruppato 47.50
407C triplo e mezzo ritornato raggruppato 44.20


Il programma di Barbu e Placidi – piattaforma sincro


401B tuffo ritornato carpiato (2.0)
301B tuffo rovesciato carpiato (2.0)
107B triplo e mezzo avanti carpiato (3.0)
407C triplo e mezzo ritornato raggruppato (3.2)
207C triplo e mezzo indietro raggruppato (3.3)
5237D salto mortale e mezzo indietro con 3 avvitamenti e 1/2 (3.3)


Programma e risultati completi


Vai alla presentazione

Foto Deepbluemedia.eu