Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

instagram

Eurotuffi. Martedì il via con il team event

Tuffi
images/joomlart/article/431c9eb8552b48687b23c3732746138a.jpg

Dieci ragazzi a sfidare l'Europa. La Nazionale di tuffi è di casa a Rostock. Ci viene ogni anno per il meeting, quest'anno anche per il 60° del Grand Prix e due anni fa sempre per gli Europei di specialità. Ma questa edizione dei continentali vale molto di più. Fa da prologo ai Mondiali di fine luglio a Kazan (25 luglio-2 agosto) e vale anche un posto a Rio 2016. Arriva un anno prima dei Giochi Olimpici in Brasile e i vincitori delle gare individuali avranno già il biglietto per Rio de Janeiro. Chi vince i tre metri e la piattaforma avrà il pass per se e per la sua Nazione. La piscina, Hallenschwimmdab Neptun - Hansestadt, ha più di 80 anni e 600 posti in tribuna; 3 trampolini da 1 metro, 6 trampolini da 3, 1 piattaforma da 5, 2 piattaforme da 7, 1 piattaforma da 10 metri; di fianco alla vasca dei tuffi c'è una vasca da 25 metri a sei corsie. Le delegazioni ci sono tutte: 19 Nazioni. Le gare iniziano domani 9 e si concludono domenica 14 giugno. Domani mattina c'è la riunione tecnica alle 10.00 all'InterCity Hotel (dove alloggiano gli azzurri) e alle 17.30 c'è il team event dove l'Italia schiera Noemi Batki e Michele Benedetti. Agli Europei di Berlino 2014 sono stati quinti con 369.60 punti, dietro alla Francia (Rosset-Marino con 374.85). Oro alla Russia, argento all'Ucraina e bronzo alla Germania. 

IL TEAM EVENT
E' una prova a squadre. Il regolamento prevede che si facciano 3 salti dalla piattaforma e 3 dal trampolino dei tre metri (la suddivisione dei salti è libera) e che nel programma siano presenti tutti i gruppi. Michele Benedetti esegue il 612 dalla piattaforma (verticale con salto mortale avanti), il 5154 (doppio e mezzo avanti con due avvitamenti) e il 307 dai tre metri (triplo e mezzo rovesciato); Noemi Batki il 201 dai tre metri (ordinario indietro), il 107 ( triplo e mezzo avanti) e il 407 dalla piattaforma (triplo e mezzo ritornato).


IL PROGRAMMA GARE


LE GARE DEGLI AZZURRI
Tania Cagnotto 1 mt, 3 mt, 3 mt sincro
Francesca Dallapè 3 mt, 3 mt sincro
Noemi Batki team event, 10 mt
Elena Bertocchi 1 mt
Michele Benedetti team event, 3 mt, 3 mt sincro
Tommaso Rinaldi 3 mt, 3 mt sincro
Francesco Dell'Uomo 10 mt, 10 metri sincro
Andrea Chiarabini 1 mt
Giovanni Tocci 1 mt
Maicol Verzotto 10 mt, 10 mt sincro


ROSTOCK 2013. Nell'edizione precedente degli Europei di specialità, sempre a Rostock, l'Italia si è classificata quarta nella classifica per Nazioni (19) con 133 punti e quarta nel medagliere con 2 ori e 1 argento. Prima nella classifica la Russia con 209, seconda l'Ucraina con 205 e terza la Germania con 191 punti. Prima nel medagliere l'Ucraina con 4 ori, 1 argento, 2 bronzi; seconda la Russia con 3 ori, 4 argenti e 4 bronzi; terza la Germania con 2 ori, 4 argenti, 4 bronzi. Gran Bretagna quinta sia nel medagliere (1 argento e 1 bronzo) che nella classifica per Nazioni (103 punti). Le medaglie azzurre sono state tutte al femminile: oro di Tania Cagnotto da 1 metro e di Tania Cagnotto-Francesca Dallapè dai tre metri sincro, argento di Tania Cagnotto dai 3 metri individuali.

Il sito ufficiale


Nella foto gli Azzurri davanti alla Hallewimmbad Neptun