.

instagram

.
.

Mondiali. Marsaglia dodicesimo e in finale dai 3 metri

Tuffi
images/large/20240207_STA_7411.JPG

Il buongiorno si vede dal mattino all'Hamad Acquatic Center di Doha. Classe, coraggio e lungimiranza tattica per un fantastico Lorenzo Marsaglia che prosegue il suo super Mondiale, dopo l'argento con carta olimpica nel sincro in coppia con Giovanni Tocci, prendendosi la finale dai 3 metri con 372.50 che valgono il dodicesimo posto. Una qualificazione che premia la decisione del campione europeo in carica, ovviamente concordata con il suo tecnico Benedetta Molaioli, di inserire nella routine, rispetto alle eliminatorie di martedì, il quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato (3.9) al posto del doppio salto mortale e mezzo ritornato carpiato (3.0).

Veramente notevole la semifinale del 27enne romano  - tesserato per Marina Militare e CC Aniene, oro europeo a Roma 2022 - che inizia come meglio non potrebbe con un triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato (65.10) armonioso e delicato in ingresso e con un doppio salto mortale e mezzo avanti con 2 avvitamenti carpiato (73.10) di alto livello; prosegue con un doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato (63.00) equilibrato, forse poco premiato dai giudici, e con un triplo salto mortale e mezzo rovesciato raggruppato (38.50) scarso in ingresso, per un errore nel presalto (troppa tavola presa al momento dello stacco); si riprende con un triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato giusto per velocità e pulizia (66.30) e un quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato (66.50) d'eccellenza, che gli regala la seconda finale iridata consecutiva dalla carriera dai 3 metri: come lui solamente Klaus Dibiasi (Belgrado 1973 e Calì 1975), Giorgio Cagnotto (Belgrado 1973, Calì 1975 e Berlino 1978) e Nicola Marconi (Barcellona 2003, Montreal 2005 e Melbourne 2007). Marsaglia riscrive la storia dell'Itatuffi, disputando tre finali mondiali dal trampolino nella stessa rassegna (metro, 3 metri e sincro 3 metri).
Davanti a tutti, padrone assoluto e con un posto prenotato sul gradino più alto del podio, c'è il cinese Xie Siyi con 518.00.
Finale il programma alle 18.30 (-2h in Italia), preceduta alle 13.00 da quella dal sincro 3 metri femminile con Elena Bertocchi e Chiara Pellacani, bronzo mondiale in carica e già certe della qualificazione olimpica,  in gara con aspettative importanti. 

I tuffi di Lorenzo Marsaglia - 372.50 dodicesimo - qual. in finale
107B triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato 65.10 (10)
5154B doppio salto mortale e mezzo avanti con 2 avvitamenti carpiato 73.10 (7)
205B doppio salto mortale e mezzo indietro carpiato 63.00 (8)
307C triplo salto mortale e mezzo rovesciato raggruppato 38.50 (14)
407C triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato 66.30 (13)
109C quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato 66.50 (12)

Lorenzo Marsaglia - tesserato per Marina Militare e CC Aniene, allenato e plasmato da Benedetta Molaioli - è ormai entrato in una nuova dimensione. Gli europei di Roma 2022 l'hanno definitivamente consacrato, tra i più forti tuffatori continentali: si è laurerato campione europeo dai 3 metri ed è stato argento dal metro e in sincro dai 3 metri con l'amico Giovanni Tocci. E' laureato in Fisioterapia e fidanzato con Maria . Appassionato di moto e di enogastronomia. Ha una moto d'epoca in garage, che però utilizza solo quando è in vacanza dai tuffi.  Undicesimo ai Mondiali di Fukuoka dai 3 metri, piazzamento che gli ha consentito di prende la carta olimpica anche della prova individuale. 

Così gli azzurri nelle semifinali della 6^ giornata
Mercoledì 7 febbraio

Trampolino 3 metri mas
1. Xie Siyi (Chn) 518.00
12. Lorenzo Marsaglia 372.50 qual. in finale 

Gli azzurri per Doha. Elena Bertocchi (Esercito/Canottieri Milano), Maia Biginelli (Fiamme Oro), Riccardo Giovannini (Fiamme Oro),Sarah Jodoin di Maria (Marina Militare/MR Sport F.lli Marconi), Andreas Sargent Larsen (Fiamme Oro/CC Aniene), Lorenzo Marsaglia (Marina Militare/CC Aniene), Chiara Pellacani (Fiamme Gialle/MR Sport F.lli Marconi), Irene Pesce (MR Sport F.lli Marconi), Matteo Santoro (MR Sport F.lli Marconi), Eduard Timbretti Gugiu (Esercito/Blu 2006), Giovanni Tocci (Esercito/AQA Cosenza). Nello staff, oltre al direttore tecnico Oscar Bertone, i tecnici Lyubov Barsukova, Francesco Dell'Uomo, Benedetta Molaioli e Tommaso Marconi, il medico Matteo Catananti e il fisioterapista Ciro Orabona.

Regolamento. Per le specialità olimpiche individuali previsti tre turni di gare: preliminari, semifinali a 18 e finali a 12. Due turni (eliminatorie e finali a dodici) per le altre prove. Il team event prevede che le squadre siano composte da un minimo di 2 ad un massimo di 4 componenti, almeno un maschio ed una femmina, che devono eseguire due tuffi individuali ed uno sincronizzato misto, sia dal trampolino che dalla piattaforma, per un totale di sei tuffi in cui dovranno essere presenti tutti e sei i gruppi delle rotazioni. I finalisti delle gare individuali (senza tener conto degli atleti già qualificati) e le prime quattro nazioni nelle gare sincro (senza tener conto delle nazioni già qualificate) riceveranno una carta olimpica per Parigi 2024. Possono essere ripescati in seguito gli atleti qualificati dal tredicesimo posto in su ai Mondiali di Doha nelle prove individuali fino al raggiungimento massimo di atleti per gara e nel rispetto del numero massimo di quote per nazioni e del contingente olimpico previsto di 136 atleti (68 maschi e 68 femmine). L'Italia si è già assicurata otto pass nella gara individuale dai 3 metri grazie al successo di Chiara Pellacani agli European Games di Cracovia e all'accesso in finale di Elena Bertocchi, Giovanni Tocci e Lorenzo Marsaglia ai Mondiali di Fukuoka 2023; nella gara individuale dalla piattaforma con Sarah Jodoin di Maria e Maia Biginelli a Doha 2024; nel sincro dai 3 metri dopo il bronzo iridato in Giappone conquistato da Pellacani e Bertocchi e l'argento di Giovanni Tocci e Lorenzo Marsaglia Doha;. Quindi mancano le carte nel sincro dalla piattaforma maschile e femminile e quelle individuali dalla piattaforma maschile. 

Vai ai risultati ufficiali

Foto di Andrea Staccioli/DBM
L'uso delle fotografie è consentito solo ed unicamente a testate registrate per fini editoriali. Obbligatorio menzionare i credit.